34443908881_e5793074fb_z

Legge Lotti e i diritti televisivi sul calcio: cosa non funziona?

È di recente acquisizione la notizia dell’aggiudicazione da parte di Mediapro, gruppo audiovisivo spagnolo, dei diritti per la trasmissione delle partite di Serie A per il triennio 2018-2021.

Trattasi di una svolta epocale perché, per la prima volta, mette seriamente in discussione il duopolio detenuto da Sky e Mediaset, che ha dominato incontrastato nel settore negli ultimi anni. Ci avevano provato, più di 10 anni fa, La7CartaPiù e Dahlia, ma il fatto stesso che nessuno ricordi l’esistenza dell’iniziativa intrapresa da queste due, è indicativo del fallimento del progetto.

Continue reading “Legge Lotti e i diritti televisivi sul calcio: cosa non funziona?”

53752

“L’ora più buia”: recensione del nuovo film di Joe Wright

Titolo originale: Darkest Hour

Regia di Joe Wright

Cast: Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Ben Mendelsohn, Lily James, Ronald Pickup, Stephen Dillane

Durata: 114 minuti

Andremo avanti fino in fondo. Combatteremo in Francia, combatteremo sui mari e sugli oceani, combatteremo con crescente fiducia e crescente forza nell’aria, difenderemo la nostra isola a qualunque prezzo, combatteremo sulle spiagge, combatteremo nei luoghi di sbarco, combatteremo nei campi e nelle strade, combatteremo sulle colline; non ci arrenderemo mai; e persino se quest’Isola o una gran parte di essa fosse asservita o affamata, il nostro Impero d’oltremare, armato e difeso dalla Flotta Britannica, condurrà avanti la lotta finché, a Dio piacendo, il Nuovo Mondo, con le sue risorse e la potenza, non giungerà al salvataggio e alla liberazione del Vecchio Mondo.

Con queste parole, parafrasate dal discorso “We shall fight on the beaches“, Christopher Nolan chiudeva Dunkirk, film con cui ha Continue reading ““L’ora più buia”: recensione del nuovo film di Joe Wright”

800px-Var-confederations-cup_

Il Var: lo strumento della discordia

Giunti alla pausa del campionato, con la metà più una delle 38 giornate della stagione giocata, è tempo di tirare le fila sull’utilizzo della novità di quest’anno: ci riferiamo al Var.

Acronimo di Video Assistent Referee, il Var (o la Var, che dir si voglia), è quell’agognata moviola in campo, da tempo invocata da tanti per calmare gli animi dei tifosi e garantire la regolarità dei campionati. Così bramata da taluni da diventare cavallo di battaglia di alcuni volti celebri, fra i quali spicca il recentemente scomparso e compianto Aldo Biscardi.

Introdotto con la Fifa Confederations Cup del 2016, il Var viene utilizzato da quest’anno nel nostro campionato, in quello tedesco, in FA Cup e dalla prossima stagione anche nella Liga. Fa il suo esordio in Serie A fin dal primo match della stagione in corso: Juventus – Cagliari, anticipo della prima giornata del campionato 2017/18. È il 37’ minuto quando Maresca viene richiamato all’attenzione dall’assistente Var per un contatto in area di rigore tra Alex Sandro e Duje Čop.

È il primo, storico, calcio di rigore assegnato dalla tecnologia in Italia.

Ma viene vanificato dall’errore dal dischetto di Diego Farias, che si lascia ipnotizzare dal sempreverde Gianluigi Buffon, alla sua Continue reading “Il Var: lo strumento della discordia”

hqdefault

Recensione del film “Wonder” del regista Stephen Chbosky

Regia: Stephen Chbosky.

Cast: Julia Roberts, Jacob Tremblay, Owen Wilson, Mandy Patinkin, Ali Liebert, Daveed Diggs.

Durata: 113 minuti

August Pullman, per gli amici “Auggie” (ma lui di amici, almeno all’inizio, non ne ha), non è un bambino normale. Questo lo dice lui stesso, molto schiettamente, in apertura di film. Così come non può, per forza di cose, essere normale la vita di chi gli sta accanto, a cominciare dai suoi famigliari.

Tutta la pellicola, quindi, non è “Auggie-centrica”. Non ruota solo attorno alle vicissitudini che coinvolgono il piccolo protagonista, ma si preoccupa anche di dare attenzione a chi vede la propria vita condizionata dalla presenza di una persona apparentamente (errore di stesura voluto e non casuale) così diversa, ma che, in realtà, non ha nulla di strano rispetto a chi ha la presunzione di definirsi “normale”.

Continue reading “Recensione del film “Wonder” del regista Stephen Chbosky”

34114163905_30964025ee_z

“Coco”: recensione del nuovo capolavoro Pixar

C’è un filo conduttore che lega alcune delle ultime e più significative pellicole Pixar, ed è l’importanza della memoria.

In Toy Story 3, il timore di essere dimenticati dall’ormai cresciuto amico di giochi Andy atterriva i giocattoli già protagonisti del primo lungometraggio Pixar. In Inside Out il ricordo prende forma nel simpatico elefantino rosa di nome Bing Bong, chiamato a simboleggiare un’infanzia ormai perduta e dimenticata. In Coco i ricordi sono l’elemento che tiene, letteralmente, in vita le anime dei nostri cari scomparsi.

Continue reading ““Coco”: recensione del nuovo capolavoro Pixar”