BuoneNews: “Pianeta felice” n°18

Palermo: l ‘Auser di Palermo, ovvero l’associazione per l’invecchiamento attivo sta promuovendo qualcosa di molto speciale per i suoi vecchi, termine che linguisticamente è caduto in disuso perché considerato in un’accezione meramente negativa; non considerando il fatto che sostanzialmente e pragmaticamente questo vocabolo è appieno sinonimo di saggezza, esperienza e di esistenza nel corso degli anni che seppur tanti, però sono stati vissuti. Per il 2018 sono previsti dei percorsi che pianificano l’interazione ed il dialogo fra giovani ed anziani, attraverso l’organizzazione e la strategia di un turismo di carattere sociale e culturale. I tesori e le preziosità di Palermo città d’arte e di paesaggio e della Sicilia tutta sono assicurati dalla millenaria storia arabo normanna che dal sud dell’Europa si è inserita poi nell’evoluzione storico-politica e geografica dell’antico Continente e dell’Italia in primis. A livello teorico sono stati pensati dei convegni, seminari e corsi che troveranno il loro sviluppo pratico e naturale nella condivisione di escursioni, gite e passeggiate. Non mancherà il rapporto privilegiato con il territorio, grazie anche ai sentieri dedicati alla raffinata gastronomia, per palati fini e per chi ama in generale i sapori della cucina sotto l’ombra dei monumenti, delle chiese e nell’accoglienza delle piazze. Perché i nostri anziani hanno fatto la storia, e …la storia non si dimentica.

Trento: il premio Itas, per chi scrive di montagna arriva alla quarantesima edizione; quella del 2017 ha registrato un grande risultato con 122 opere e ben 70 case editrici presenti. Il prossimo appuntamento in agenda è fissato per il 27 aprile 2018, attraverso uno sposalizio fra vette del pensiero e cime del cielo, quelle bianche e fatte di roccia. Intanto Paolo Congetti ha vinto il premio strega con il romanzo ‘8 montagne’, a dimostrazione del fatto che esiste tutta una letteratura dedicata all’alta quota apprezzata dagli appassionati ma anche dai curiosi. Leonardo Carpanè coordinatore del premio è molto soddisfatto in quanto ha constatato negli anni quanto sia aumentata la sete di rocce da parte della gente, anche grazie alla cultura ed ai libri. Itas è una mutua assicuratrice che dal 1821 diffonde e valorizza la cultura e la mette a disposizione della società. Il premio ha contribuito a far crescere come scrittori uomini di montagna di livello, fra questi un certo Messner. L’edizione del 2018 sarà arricchita dall’introduzione del premio dedicato a lavori scritti in italiano da studenti di madrelingua tedesca. Il piano è stato elaborato e pensato dall’Università di Bolzano. La sfida in alta quota è sempre più stimolante.

Groenlandia: restiamo in vetta e a livello temporale fermiamo il calendario ad aprile: per questo mese è stata organizzata una spedizione femminile in sci al fine di raccogliere dati relativi all’inquinamento da pesticidi. Andrà di pari passo l’attenzione per l’ambiente, il monitoraggio del territorio ed il godimento paesaggistico. Come sempre il cammino, il contatto con la natura e lo sport uniti ad ​una giusta dimensione interiore e ad una propensione psicofisica dedicata all’equilibrio ed alla percezione dell’ambiente nella sua purezza favoriranno un approccio alla vita decisamente più umano. Ma soprattutto contribuiranno a combattere l’inquinamento, negativo per l’uomo e per l’ambiente, nei confronti di entrambi nel loro rapporto reciproco. Il viaggio è lungo; si tratta di 500 km in 31 giorni. Le coraggiose intendono seguire le orme di Fridtjof Nansen che, nel 1888, realizzò qui la prima traversata in sci. In bocca al lupo.

Dintorni di Padova: una delle migliori tradizioni italiane a livello gastronomico è sicuramente la pizza, una delle parole più internazionali che ringraziando il cielo si dice in italiano e mai sarà inglesizzata. Certo viene cucinata dappertutto ma solo nello stivale esiste quella pura e vera. A tal proposito il 6- 7 ed 8 ottobre 2017 in piazza dei Martiri a Santa Giustina in Colle ci sarà la festa della pizza. Sarà cucinata su forno a legna con bibita o birra incluse a soli 7 euro. Oggi è domenica quindi avete davvero tutto il tempo per pensare ad una scampagnata, per chi è di quelle parti, o per chi in quelle parti ci passa. Oltretutto questa è l’occasione per visitare questo piccolo scrigno di Veneto, oltre alla vicina Padova. L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione le Contrade in collaborazione con la Pro Loco ivi presente e con il patrocinio del comune. Gli utili saranno devoluti ad opere benefiche sociali, quindi non facciamo bene solo a noi stessi ed al nostro umore, ma anche a quello degli altri…

Juval- Alto Adige: oltre che scrittore e montanaro Reihnold Messner si intende di vini: è proprio vero il contatto con la montagna e la natura produce poliedricità; con Gisela e Martin Aurich, i gestori, ha fondato nel 1992 un’azienda vinicola. Qui sono presenti molte superfici scoscese con un grande numero di varietà di uva e frutta perla distilleria. Territorialmente si registra in questa azienda la presenza di 4 ettari di vigneti sui pendii, con un risultato di 30.000 bottiglie prodotte all’anno tutte da bere. Non bisogna dimenticare che Messner e compagnia si dedicano anche alla preparazione di squisiti acquaviti con frutta di propria coltivazione. Sono celebri da queste parti le primavere di Juval, la festa dei masi illuminata dai colori della stagione: l’imperativo è passeggiare ed assaporare.  Per scoprire la magia di luoghi di fascino sopra la vallata e per recuperare il rapporto con il territorio.

Torino: fino al 18 marzo presso il Palazzo del Collegio dei nobili a Torino è possibile assistere all’infinita curiosità, un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge. L’ingresso è gratuito e rappresenta un viaggio nell’universo alla ricerca del rapporto fra finito ed infinito, limitato ed illimitato e a livello quantitativo di quel meraviglioso sentiero che parte dall’immenso e arriva al piccolissimo e viceversa.

Milano: fino al 28 gennaio 2018 a Palazzo Reale non si può perdere l’appuntamento con il ritorno di Caravaggio e sarà ‘Dentro Caravaggio’ 20 capolavori del grande maestro riuniti per la prima volta tutti assieme. Attraverso le innovazioni di questo tempo sarà possibile scoprire la mente dell’artista attraverso l’analisi dell’opera finale partendo dal pensiero iniziale del Caravaggio uomo. Bisogna solo prenotare il biglietto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *