woman-2545182_960_720

Solitudine dell’anima. Solitudine intorno. Solitudine, scelta non scelta

C’è una solitudine che ti culla, facendoti compagnia e c’è una solitudine che raschia, che stride e ti fa errare senza pace.

solitudine

La solitudine è una condizione umana. Se non vuoi che ti faccia del male, devi nutrirla con compagnie amorose, che siano altre solitudini per fare anima insieme.

Le pagine dei giornali e dei social sono piene di storie di solitudini il cui viaggio è terminato nella morte per suicidio. Quelle che colpiscono di più riguardano giovani, ragazzi e ragazze. In esse colpiscono le insufficienti ragioni di vita che danno partita vinta alla morte.

solitudine

Il saggio La tentazione estrema (1998, Pratiche ed. originale) di Xavier Pommereau, uno psichiatra francese che lavora sul recupero dei suicidi mancati presso il centro Abadie di Bordeaux, è un tentativo di sondare le ragioni non solo psichiche di un suicida, ma soprattutto quelle di disagio sociale.

solitudine

Il medico afferma che: <<nel tentare il suicidio, il giovane compie per lo più un atto di vita, nel senso di non voler esserci per esserci nuovamente, sparire per rinascere>>.solitudine

La solitudine di Elisa, Francesca, Giovanni, e altri,  ragazzi e ragazze che si uccidono a scuola, a casa, nelle nostre città, hanno scelto di non aspettare il prossimo traghettatore che avrebbe loro consentito di alleggerire il morso di un amore finito, di un disagio pesante.

solitudine

La tenerezza di un braccio intorno al collo, un pensierino di amore eterno, che non ci sarebbero stati nel trascorso delle loro vite, erano mancanze troppo abissali per far loro superare il vuoto di una vita.solitudine

E’ vero, si può morire di mal d’amore, di amore finito, di qualche forma di amore o di nessun amore affatto. E ci sono molti modi. Ma ce ne sono altrettanti per non morire o per non cadere nel cinismo.

GIF 300x250

Magari Elisa non si è data una scelta alternativa: darsi tempo per superare il vuoto e riaffiorare dal pozzo. In quel pozzo era completamente sola.

solitudine

È la barriera affettiva intorno che fa acqua, la mancanza di attenzione, di ascolto, di dialogo, quando la propria vita diventa un luogo dove non circola l’affetto, la parola, in cui non si è sicuri di poter affrontare i nodi, <<ecco che i nodi finiscono per diventare il cappio>>.

Anche la solitudine di Chiara, per cui lei ha deciso che non c’era più tempo per aspettare di trovare buone ragioni di vita.solitudine

Sentirsi brutte è una condizione mentale che ti porta ad abbracciare sentieri solitari, per non essere ferite, impedendoti anche di sentire l’amore che qualcuno, a volte, vuole dispensarti e non sa come fare.

Ma la bruttezza e il suo contrario sono nello sguardo di chi ti guarda. Chi non riesce a vedere al di là di una fattezza fisica, significa semplicemente che è cieco, non della cecità degli occhi, ma di una cecità peggiore che è quella dello sguardo e dell’attenzione.

solitudine

Quante Chiara si sono richiuse, forse, su questo sguardo cieco, a loro volta non vedendo altri sguardi su di sé.

Questo tipo di storie di solitudini suicide nascono in un ambiente esterno che non si è costituito come barriera di protezione per permettere ai singoli ragazze/i di valicare gli intoppi tipici di un’esistenza.

Così chi decide di fare il salto non <<ha più luogo, né identità, né significato ed ogni passaggio verso l’essere adulto diventa invalicabile>>.

solitudine

Immagini free da Pixabay.com, compresa immagine in evidenza

kindergarten-2204239_1280

Asili di Torino: la protesta delle mamme lavoratrici

Il nuovo anno scolastico è ormai iniziato, è tornato il tempo per i bambini di tutta Italia di tornare a scuola e all’asilo. Tutto è avvenuto quasi come ogni anno, ma in realtà per alcuni genitori di Torino c’è stata una novità: rette scolastiche più salate.

A seguito dei tagli del comune al contributo economico dato alle materne paritarie, infatti, tali strutture hanno dovuto aumentare le rette per evitare la chiusura. Badate bene, non stiamo parlando di asili privati, ma di strutture che hanno avuto il compito di assorbire ben 5 mila bambini in esubero dagli asili municipali.

Lo scorso marzo si sono levate numerose voci di protesta contro la Giunta Appendino che aveva decretato un taglio del 25% della somma destinata a tali scuole. Molti hanno gridato alla discriminazione, dal momento che per i 5 mila bimbi delle paritarie sono stati preventivati 2 milioni e 250mila di spesa contro i 40 milioni destinati ai 7.900 iscritti delle comunali.

banner_336x280

Continue reading “Asili di Torino: la protesta delle mamme lavoratrici”

the-vatican-city-2127295_960_720

Il Vaticano continua a tremare

Non si arrestano gli scandali all’interno della Santa Sede.

ROMA – Il 15 settembre, pochi giorni fa, la sala stampa vaticana ha reso pubblicamente noto che, il 21 agosto scorso, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America ha notificato alla Segreteria di Stato la probabile detenzione di materiale pedopornografico da parte di un membro del corpo diplomatico della Santa Sede residente a Washington.

Venuto a conoscenza di ciò, il Vaticano ha richiamato in loco il sacerdote e ha deciso di aprire un’indagine a suo carico, subito dopo aver trasmesso le dovute informazioni al Promotore di Giustizia del Tribunale vaticano.

Ad aggravare la situazione vi è il fatto che, quasi sicuramente, si tratta di immagini a sfondo sessuale riguardanti bambini.

GIF 300x250

Continue reading “Il Vaticano continua a tremare”

stop-1131143_960_720

Gli stupri di Rimini e Firenze come momento di crescita collettiva

L’ Italia è quel posto immune a qualunque tipo di evoluzione: da sempre e come sempre, le tragedie degli altri diventano pretesto per odiare il prossimo, come se l’unico modo per combattere il male sia dell’altro male e non una sana e rigorosa meditazione, un’occasione di crescita collettiva.

Mi sono trovato a leggere molti articoli riguardanti gli stupri di Rimini e Firenze, e non ho potuto non notare come alcuni dei più importanti quotidiani siano arrivati a rasentare il ridicolo, pur di restare fedeli alla loro linea politica.

Il giornale ha addirittura insinuato che le due studentesse americane fossero coperte da “un’assicurazione antistupro”, senza sapere, probabilmente, che una vera e propria assicurazione antistupro non è mai esistita. D’altro canto, Il Fatto quotidiano, ha dal primo momento criticato la cautela con cui si sono svolte le indagini sui due carabinieri.  Un articolo, in particolare, si intitolava: ”Esistono stupri di Seria A e di Serie B?”. Ovviamente no, ma esistono contesti e situazioni diverse. Quando è la legge a delinquere, per quanto questo non sia il primo caso in cui ciò è accaduto, diventa comunque tutto più surreale, irragionevole; si fosse trattato di civili, ci si sarebbe scagliati contro con molta meno grazia, ne sono certo. Continue reading “Gli stupri di Rimini e Firenze come momento di crescita collettiva”

790px-DACA_protest_at_Trump_Tower_(52703)

L’America di Donald Trump: l’ultimo provvedimento anti – immigrazione abroga il DACA. Almeno 800mila gli stranieri che rischiano l’espulsione dagli USA

L’AMERICA DI DONALD TRUMP. Nel novembre del 2016 il popolo americano, chiamato alle urne per eleggere il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, ha decretato la clamorosa sconfitta della candidata democratica alla Casa Bianca Hillary Clinton e la vittoria del multimilionario repubblicano Donald Trump. L’elezione di Donald Trump ha scatenato nel paese proteste e manifestazioni che si sono a lungo protratte nei mesi successivi alla chiusura delle elezioni. Tentare di capire l’America di Donald Trump è essenziale, dato il ruolo chiave degli USA nel mondo sia a livello economico sia, soprattutto, geopolitico.

LE POLITICHE ANTI – IMMIGRAZIONE. “Make great America again!” è lo slogan che ha caratterizzato l’intera campagna elettorale di Donald Trump ed esso continua a costituire l’emblema delle politiche adottate dal neo Presidente americano. I provvedimenti adottati o annunciati da Donald Trump per “arginare l’immigrazione negli Stati Uniti” hanno un tratto fortemente populista, non estranee all’ideologia delle destre più estremiste. Populismi ed ideologie di estrema destra che, soltanto nel secolo scorso, hanno dominato l’Europa e hanno determinato lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Uno degli ultimi provvedimenti adottati dal Presidente Trump ha abrogato il DACA – atto varato dall’ ex Presidente Barack Obama nel 2012 – che permetteva la Continue reading “L’America di Donald Trump: l’ultimo provvedimento anti – immigrazione abroga il DACA. Almeno 800mila gli stranieri che rischiano l’espulsione dagli USA”

Cerimonia_di_insediamento_del_Governo_Gentiloni_2016

Il naufragio del disegno di legge sullo Ius soli in Senato. Il Governo non ha i numeri in parlamento per approvare il ddl, non più calendarizzato

IUS SOLI. Alla fine dei giochi, conclusesi le vacanze estive – durante le quali il Parlamento ha chiuso i battenti per 39 giorni – la legge sullo Ius soli non vedrà la luce. Mesi di dibattito politico sullo Ius soli fuori dalle aule parlamentari e il rinvio di Gentiloni non hanno impedito che accadesse l’inevitabile. Il Governo, costretto a sondare le acque prima di approdare in Senato e porre la questione di fiducia, ha deciso di cancellare dal calendario delle attività parlamentari la discussione del disegno di legge sullo Ius soli. L’esecutivo non ha i numeri necessari in Senato e la fiducia non sarebbe stata garantita da una parte degli esponenti della stessa maggioranza di Governo. Non smentisce Alternativa Popolare, confermando quanto il premier Gentiloni già temeva questa estate. Timore che ha spinto il Presidente del Consiglio a rimandare la discussione del disegno di legge proprio a settembre. Un rinvio inutile che ha Continue reading “Il naufragio del disegno di legge sullo Ius soli in Senato. Il Governo non ha i numeri in parlamento per approvare il ddl, non più calendarizzato”