Nightmare img.

Intervista al regista dello spettacolo Nightmare N.7 Lorenzo Collalti: “la pièce indaga le ipocrisie del vivere comune”

“Nightmare N.7”, spettacolo della giovane compagnia “L’Uomo di Fumo”, scritto e diretto da Lorenzo Collalti e interpretato da Luca Carbone, Cosimo Frascella, Lorenzo Parrotto, Pavel Zelinskiy, è in scena al Teatro Marconi dal 19 al 22 aprile.

Ho avuto il piacere di intervistare il regista Lorenzo Collalti.

  • “Nightmare N.7” è lo spettacolo di cui lei è regista e che va in scena al Teatro Marconi dal 19 al 22 aprile. Può dare un’indicazione ai lettori su cosa assisteranno a teatro?

Lo spettacolo racconta un incubo; un uomo si ritrova in una casa senza sapere il perché e senza ricordare nulla, neppure il suo nome. In questo luogo, tre personaggi indefiniti cercano in maniera sempre più surreale di aiutarlo. La situazione si stacca lentamente dalla realtà per diventare sempre più paradossale e appunto onirica. Nonostante il titolo possa far pensare a tutt’altro, la situazione descritta genera una forte ilarità e su questo fa perno tutto lo spettacolo. Giocando sulle ansie e paure che la nostra società genera, e che nei sogni si rielaborano, la pièce ha modo di creare un divertissement che indaga, critica e studia le debolezze e ipocrisie del vivere comune; trovando negli aspetti emotivi ed inconsci il suo principale motore. Continue reading “Intervista al regista dello spettacolo Nightmare N.7 Lorenzo Collalti: “la pièce indaga le ipocrisie del vivere comune””

IMG_20180328_113406_831

Intervista alla scrittrice Giulia Sangiorgi: “Madness” è il suo nuovo romanzo di genere psico – thriller

Giulia Sangiorgi, giovanissima scrittrice, ha pubblicato da poco il suo nuovo romanzo dal titolo “Madness”. Un libro di genere psico – thriller.

“Si tratta di un’unica storia, che vede protagonista una ragazza che soffre del disturbo ossessivo compulsivo. Pur volendo condurre una vita normale, ci sono fattori intorno a lei che la influenzano in modo particolarmente negativo. L’uomo, secondo protagonista del romanzo, che cercherà di scoprire di più su di lei, si troverà costretto a scegliere se darle fiducia o fidarsi del suo istinto e allontanarsi.”

  • Il 12 marzo è stato pubblicato il tuo nuovo libro “Madness”. Puoi raccontare ai lettori di cosa tratta?

Certo. “Madness” è, a differenza di “SoloNero”, una storia unica. Ho deciso, appunto, di non ripetere un progetto editoriale come il precedente. Avendo la caratteristica di essere troppo sintetica, ho pensato di tentare una scrittura più lunga e quindi cimentarmi in qualcosa che mi facesse migliorare. Continue reading “Intervista alla scrittrice Giulia Sangiorgi: “Madness” è il suo nuovo romanzo di genere psico – thriller”

pietro BN

Intervista a Pietro Quadrino: “Provaci ancora Brancusi” è il suo primo romanzo

“Pietro Quadrino nasce a Roma nel 1987. Terminati gli studi in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma, intraprende la carriera di attore teatrale. Si sposta a Parigi dove si diploma all’Accademia Internazionale delle Arti dello Spettacolo. Dopo alcuni anni di tournée in Francia con numerose compagnie, torna a lavorare in Italia, al Teatro di Roma. Dal 2012 entra a far parte della compagnia di teatro e danza dell’artista belga Jan Fabre, con il quale recita nei più importanti teatri tra Europa, America e Medio-Oriente. È uno degli attori diMount Olympus, regia di Fabre, uno spettacolo evento di 24 ore sulla tragedia greca, premio UBU 2015 per il miglior spettacolo straniero. Durante questo periodo, Pietro Quadrino lavora anche con altri registi di rinomata fama internazionale quali Ariane Mnouchkine del Theatre du Soleil, Peter Brook, Jan Lawers, Alex Rigola, direttore della biennale-teatro di Venezia, e altri gruppi teatrali più giovani. Dal 2016 fonda la propria compagnia teatrale Post Scriptum Company per la creazione di nuovi spettacoli da lui stesso scritti e interpretati: L’Uomo Rivoltato,Jungle DreamOh my Girl-histoire de la virilité. Del 2018 è il suo primo romanzo, Provaci ancora Brancusi, selezionato tra i finalisti del concorso IOSCRITTORE.”

TRAMA DEL ROMANZO “PROVACI ANCORA BRANCUSI”

Silvano Brancusi è un giovane attore, scrittore e poeta. Scanzonato e irriverente, si ritrova catapultato ad Anversa, per seguire la compagnia del grande Peter Frame, uno degli artisti contemporanei più talentuosi e controversi, che lo chiama a creare uno spettacolo colossale della durata di 24 ore, Olympus. Ed è proprio durante le prove di questa folle creazione che Silvano incontrerà “la donna più bella del mondo”, Maria Lek, della quale si innamorerà “come ci s’innamora di un mistero”. Saranno anni di fatiche, avventure romantiche con molteplici donne e fallimenti, tra Parigi, Salonicco, Roma, l’Havana, Bruxelles, Milano, e infine Berlino, dove verrà messa in scena per la prima volta l’opera monumentale di Frame. E soprattutto saranno anni di sconvolgimenti emozionali, in cui Silvano inseguirà la donna dei propri sogni, la amerà e sarà amato, per poi essere abbandonato. Questa sofferenza lo porterà lontano, nello spazio e dentro sé stesso, non fermerà i suoi sogni ma lascerà un seme che maturerà nell’epilogo del romanzo. Il 23 novembre del 2018 Silvano Brancusi si trova di fronte alla più importante decisione della sua vita: fermarsi e ritirare il premio che si è finalmente conquistato con la sua opera prima, o lasciare tutto, rischiare di buttare all’aria anni di sacrifici e seguire un desiderio, più forte della razionalità. Continue reading “Intervista a Pietro Quadrino: “Provaci ancora Brancusi” è il suo primo romanzo”

Maria Inversi

Intervista a Maria Inversi: lo spettacolo scritto e diretto da lei “Se la terra trema” in scena dall’8 al 18 marzo

Dall’8 al 18 marzo va in scena al “Sala Uno Teatro” lo spettacolo “Se la terra trema”, scritto e diretto da Maria Inversi, “la cui protagonista, causa terremoto, situazione bellica, danno ecologico, diviene cieca. La narrazione si dispiega per dirci la sua fragilità, ma soprattutto il suo coraggio e la forza estrema di far fronte alla nuova situazione trasmettendo al mondo- pubblico, speranza.”

Ho intervistato Maria Inversi in merito allo spettacolo e alla sua visione della contemporaneità.

  • Buonasera Maria. “Se la terra trema” è lo spettacolo da te scritto e diretto. Narra di una donna e del suo coraggio. Da cosa hai tratto spunto per il soggetto dell’opera?

Una riflessione sulla contemporaneità: troppi disastri, troppi danni alla natura di ciò che nasce, alle fragilità, l’indifferenza verso il corpo degli altri che è anima, sentire, sensibilità, sogno … l’ipocrita interesse ad essere aperti e a non stringere mai le braccia, la difficoltà a donare con l’intelligenza del cuore … alle strategie che in area politica sono escludenti delle diversità. In Italia (unico paese della UE) nessun artista riceve un pur modesto sostegno mensile di sopravvivenza concesso sì, ai senza tetto, i diversamente abili, gli anziani inabili ma tradotti in euro 500 al mese come se esso fosse formula di compenso al danno spesso creato dagli uomini e dagli interessi assicurativi … discorso lungo, ma il red – line di tutto ciò è la cecità. Quella voluta dalla mente strategica e dal cuore che non sono a servizio dell’altro (politicamente) o non ci consente di guardarci per ciò che siamo sia nel nostro passato sia nel passo che stiamo per fare e che riguarda il domani. Continue reading “Intervista a Maria Inversi: lo spettacolo scritto e diretto da lei “Se la terra trema” in scena dall’8 al 18 marzo”

MARINA E FABRIZIO - Foto

Intervista a Fabrizio Pucci, regista e attore dello spettacolo teatrale “TI AMO, MARIA!” al Teatro Stanze Segrete dal 20 marzo all’8 aprile

Al Teatro Stanze Segrete di Roma dal 20 marzo all’8 aprile andrà in scena lo spettacolo teatrale “TI AMO, MARIA!”di Giuseppe Manfridi, con Marina Guadagno, di cui Fabrizio Pucci è regista e interprete.

“Fabrizio Pucci, attore, regista, direttore di doppiaggio e dialoghista, nasce a Roma il 1/1/1957. Dopo il liceo frequenta il DAMS a Bologna e si diploma alla scuola di recitazione Alessandro Fersen a Roma. Entra a 20 anni nella compagnia teatrale Teatroggi con Bruno Cirino, Angiola Baggi e Roberto Bisacco, con cui collabora per diversi anni. Lavora sempre in teatro con Aldo Trionfo, Roberto Guicciardini, Mario Scaccia, Nino Mangano, Sandro Sequi, Nando Gazzolo, Mariano Rigillo, Franco Però, Giancarlo Cobelli, Leone Mancini, Pippo Franco, Armando Pugliese, Tinto Brass, Marco Gagliardo, Enzo Siciliano, Ugo Gregoretti. Dirige diversi lavori teatrali come regista. Lavora in cinema con Mauro Bolognini, Riki Tognazzi, Luciano Odorisio, Giuseppe Ferrara e Mariano Laurenti. Lavora in televisione con Rossella Izzo, Riki Tognazzi, Franco Rossi. Partecipa a moltissime trasmissioni radiofoniche con RAI 1 e 2, e collabora con Radio Luna e Radio 105. In doppiaggio dà la sua voce a Hugh Jackman, Russell Crowe, Brendan Fraser, Antonio Banderas, Gabriel Byrne, Bill Paxton, Billy Bob Thornton, Ron Moss, Wesley Snipes, Sam Neil e molti altri.”

Di seguito l’intervista.

Continue reading “Intervista a Fabrizio Pucci, regista e attore dello spettacolo teatrale “TI AMO, MARIA!” al Teatro Stanze Segrete dal 20 marzo all’8 aprile”

Massimiliano Bruno

Intervista a Massimiliano Bruno, ideatore della rassegna SHORT LAB e regista, attore e sceneggiatore di successo

Incomincia oggi SHORT LAB, la rassegna di monologhi e corti teatrali a cura di Massimiliano Bruno, Gianni Corsi, Daniele Coscarella e Susan El Sawi.

Per la terza stagione consecutiva, si alterneranno sul palco del Teatro Cometa Off di Roma più di 60 spettacoli tra corti e monologhi.

Ho avuto il piacere di intervistare Massimiliano Bruno, ideatore della rassegna, oltre che regista, attore e sceneggiatore.

“Ha fatto il suo esordio alla regia nel 2011 con il film “Nessuno mi può giudicare”, interpretato da Paola Cortellesi, Raoul Bova e Rocco Papaleo con il quale ottiene 5 candidature al David di Donatello e vince il Nastro d’Argento per la miglior commedia. È autore di molte sceneggiature di successo, tra cui “Notte prima degli esami” per il quale è candidato ai David di Donatello come miglior sceneggiatura, “Ex”, candidato ai David di Donatello come miglior sceneggiatura e “Maschi contro femmine” per la regia di Fausto Brizzi, “Questa notte è ancora nostra” per la regia di Paolo Genovese e Luca Miniero e “Tutti contro tutti” con la regia di Rolando Ravello e “Buongiorno papà” con la regia di Edoardo Leo. Il suo secondo film da regista “Viva l’Italia” ottiene due candidature al David di Donatello. Per il teatro stabilisce una prolifica collaborazione con Paola Cortellesi per la quale scrive tre commedie teatrali. Ottimi successi di pubblico e di critica li ottiene anche con il monologo “Zero” da lui scritto e interpretato e con “Ti ricordi di me?” interpretato da Ambra Angiolini ed Edoardo Leo per la regia di Sergio Zecca. Per la televisione scrive per “I Cesaroni”, “Quelli che il calcio”, “Non ho l’età”. Conduce varie trasmissioni televisive. È attore nella serie televisiva “Boris” vincitrice del Roma Fiction Festival dove interpreta il ruolo di Nando Martellone, e nella serie “L’ispettore Coliandro” dove interpreta il ruolo di Borromini.” Continue reading “Intervista a Massimiliano Bruno, ideatore della rassegna SHORT LAB e regista, attore e sceneggiatore di successo”