Recensione del romanzo “Come il chiaro di Luna” di Piper Vaughn e M.J. O’Shea

Titolo: Come il chiaro di Luna

Titolo originale: Moonlight Becomes You

Autore: Piper Vaughn, M.J. O’Shea

Serie: Lucky Moon #1

Traduttore: Daniela Righi

Genere: Contemporaneo

Lunghezza: 196 PAGINE

Data di pubblicazione: 8 settembre

Trama

Undici anni prima, Shane Ventura fece il più grande errore della sua vita quando cedette alle pressioni della casa discografica e buttò fuori dalla propria band, i Luck, il suo miglior amico Jesse Seider. Da quel giorno, Shane non ha più voluto nessun altro, e tutto il sesso e gli alcolici del mondo non riescono a colmare il vuoto lasciato da Jesse. Nemmeno la prospettiva di collaborare con una popolare band inglese, i Moonlight, per un grande tour mondiale riesce a farlo uscire dalla depressione. Poi incontra il loro frontman, Kayden Berlin, e prova un desiderio immediato per lui. Kayden può anche comportarsi come se non fosse interessato, ma Shane sa benissimo che anche lui ha sentito la scintilla scattare tra di loro. Però più Shane insiste, e più Kayden si allontana, finché una notte esplosiva lascia Shane con il cuore a pezzi. Quella sembra essere la sua più grande fortuna, tranne per l’amore. Comunque, Shane ha ancora una lezione da imparare: quando si tratta di amore, non puoi mai lasciare le cose al caso.

Recensione

Un libro scritto con modalità di linguaggio tipico degli adolescenti: questo, tuttavia, non è un difetto bensì la caratteristica che lo rende interessante.

Shane e Kayden sono due personaggi all’apparenza agli antipodi; nondimeno la passione non può nascondersi a lungo.

Il passato di Shane, tuttavia, è un ostacolo, a tratti, insormontabile da superare. 11 anni prima, infatti, Shane ha abbandonato Jesse, lasciando che il sentimento tra loro divenisse nullo. 11 anni dopo Shane si ritrova a pensare ancora a Jesse anche se per la prima volta sente un vero interesse per un’altra persona: Kayden.

Shane, all’apparenza cantante di successo dalla vita sregolata, in realtà, non è più felice ed è costretto ogni giorno ad indossare una maschera distorta. Kayden, agli occhi del lettore, appare giusto e corretto (forse anche troppo per essere vero).

“La sua vita era vuota, o meglio, piena. Piena di cose sbagliate: troppe droghe, troppo alcool, troppe avventure da una notte e senza nome. Tutte quelle stronzate che facevano parte delle fantasie sulle rockstar, ciò che ogni ragazzo desidera quando sogna la fama, quello che tutti si aspettavano da lui eppure, chissà come mai, l’ultima maledetta cosa che lui desiderava. Shane non ci aveva messo molto a capire che quello stile di vita non faceva per lui. Ma a quel punto non aveva più importanza: Jesse se n’era andato.”

Shane si scoprirà essere un ragazzo sensibile, sofferente e dall’animo profondo: tutto il contrario di ciò che appare. Questo lo farà amare o sarà causa di ulteriore dolore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *