27544637_354659175009778_8835474997784683464_n

“Io mi libro” di Alessandro Pagani: una raccolta di frasi umoristiche e non solo

Titolo: Io mi libro

Autore: Alessandro Pagani 

Editore: 96, Rue De La Fontaine

ISBN: 978-88-99783-82-2

Disegno di copertina a cura di Massimiliano Zatini

Foto interne di Lorena Di Gregorio

Stampa digitale – Formato: 14 x 21 – Carta interno: Palatina avorio 85 gr.

Pagine totali: 78 – Carta copertina: patinata opaca 300 grammi

Sinossi

“Io mi libro” è una raccolta di 500 frasi umoristiche catturate durante i nostri piccoli e grandi avvenimenti quotidiani, che mettono alla luce le peculiarità delle nostre consuetudini, in chiave sarcastica.

Ogni nostra azione, atteggiamento o comportamento si può prestare a diverse sfaccettature emblematiche. Nel contesto di quest’opera, l’autore ha cercato di cogliere gli aspetti più imbarazzanti e comici che possono scaturire durante il lavoro, nel tempo libero, e più in generale durante ogni situazione paradossale che ognuno di noi, anche a propria insaputa, può all’improvviso affrontare: momenti generati dal ‘teatro dell’assurdo’ o da presunte coincidenze derivate dall’ambiguità d’una parola, o dal fraintendimento di una frase. Continue reading ““Io mi libro” di Alessandro Pagani: una raccolta di frasi umoristiche e non solo”

unnamed(122)

Intervista ai JELLYGOAT: “Eat The Leech” è il nuovo lavoro del quartetto alternative rock

Il nuovo lavoro “Eat The Leech” del quartetto alternative rock da Milano JELLYGOAT, è uscito il 10 novembre.  Il disco contiene 7 tracce, dalle sonorità più rock e dirette rispetto al lavoro precedente.

La band è composta da: Alessio Corrado, Davide Borroni, Gianluca Carioti e Enrico Fossati.

Di seguito l’intervista.
Continue reading “Intervista ai JELLYGOAT: “Eat The Leech” è il nuovo lavoro del quartetto alternative rock”

a1198743949_16

Intervista a Nicola Manzan dei Bologna Violenta: “Cortina” è il loro ultimo lavoro discografico

“Cortina” è il nuovo album dei Bologna Violenta. Il duo è composto da Nicola Manzan, fondatore del progetto nato nel 2005 e da Alessandro Vagnoni che si è aggiunto nel 2015 come batterista dal vivo e polistrumentista in studio.

Ho avuto il piacere di intervistare Nicola Manzan, violinista, polistrumentista e produttore trevigiano. Nella sua carriera ha lavorato in studio e dal vivo con artisti italiani ed internazionali, tra cui Jesu, Menace, Igorrr, Baustelle e Fast Animals and Slow Kids.

  • Buonasera Nicola. Inizio con una curiosità: la scelta del nome “Bologna Violenta” da cosa trae origine?

Nel 2005 vivevo nei pressi di Bologna e avevo da tempo in mente di fare un disco grindcore, o comunque di musica estrema. In quel periodo iniziavo a lavorare alle 5 di mattina, quindi la sveglia era molto presto e mi capitava di vedere durante la colazione dei film poliziotteschi in tv. Quando ho iniziato a registrare i primi brani ho pensato che Bologna Violenta potesse essere un bel titolo per il disco che stavo facendo, anche perché la musica e l’immaginario erano una buona metafora dello stato d’animo e della situazione generale che stavo vivendo. Continue reading “Intervista a Nicola Manzan dei Bologna Violenta: “Cortina” è il loro ultimo lavoro discografico”

news-1644686_960_720

BuoneNews: “Pianeta felice” n°27

Ferrara: senza dubbio Ferrara, fra le città d’arte italiane, rappresenta una perla da ammirare e da scoprire e si contraddistingue quale realtà estremamente viva nell’organizzazione di esposizioni ed iniziative di carattere culturale. Fino al 7 gennaio 2018 c’è la possibilità di visitare la mostra dal titolo ‘Carlo Bononi’, l’ultimo sognatore dell’officina ferrarese, ed il palazzo non poteva che chiamarsi dei Diamanti. Uno dei pittori più importanti della prestigiosa scuola ferrarese (1569-1632), si formò verso la fine del 500 presso la scuola bolognese e mise all’opera l’oggetto dei suoi studi grazie ad i lavori eseguiti per la Chiesa di San Salvatore a Bologna. Il passaggio a Roma rappresentò un’occasione di studio, approfondimento e un’opportunità di sfida, nell’analisi caravaggesca, esperienza determinante per le sue produzioni successive. Successivamente a Fano, lavorò molto nella Basilica di San Paterniano maturando nuove conoscenze, ottimizzando le acquisizioni ricevute e messe in pratica, mostrando segni di apertura verso cambiamenti e commistioni. Ferrara si accende di bellezza ed accoglie turisti e cittadini per apprezzare questo grande artista. Quello di Bononi è un rapporto intimo, una relazione emozionale fra le figure dipinte ed il punto di vista dell’osservatore che, ricordiamolo sempre, parte da una sensazione provocata dall’intenzione del pittore, che non sempre corrisponderà allo stato d’animo di chi guarda. Il minimo comun denominatore è però, la bellezza. Ed allora anche questa volta voliamo sulle ali della Continue reading “BuoneNews: “Pianeta felice” n°27”

Sugarpie_01

Intervista agli SUGARPIE AND THE CANDYMEN: band jazz che strizza l’occhio a nuovi generi musicali

Gli SUGARPIE AND THE CANDYMEN sono una band che ama definirsi “ancorata al jazz” e che nel nuovo album “Cotton Candy Club” ha provato ad avvicinarsi a nuovi generi musicali, quali il rock, l’elettro-swing e il pop, con un risultato caleidoscopico, nel quale, tuttavia, il collante di ogni cosa rimane il jazz.

I componenti della band sono: Lara Ferrari (lead Vocals), Jacopo Delfini (gypsy Guitar and b-vocals), Renato Podestà (semi-acoustic Guitar and b-vocals), Claudio Ottaviano (doublebass) e Roberto Lupo (Drums).

Ho avuto il piacere di intervistarli.

  • Buonasera e grazie mille per questa intervista. “Cotton Candy Club” è il vostro ultimo album. Da cosa trae origine il nome del disco?

Grazie mille a voi! Il nome del disco è una citazione del nome di uno dei più famosi jazz club di New York, il Cotton Club. Abbiamo inserito un riferimento a noi, “Candy”, e il nome ci è suonato molto bene! Ci piace pensare a noi come una band ancorata al jazz, perché questo è quello che riteniamo di essere, una jazz band. Continue reading “Intervista agli SUGARPIE AND THE CANDYMEN: band jazz che strizza l’occhio a nuovi generi musicali”

banner cover reveal

{Cover Reveal} “Tre Piccoli fiori di velluto viola” di Emiliano di Meo.

Oggi il blog partecipa al cover reveal di “Tre Piccoli fiori di velluto viola” di Emiliano di Meo.

Scopriremo in anteprima la copertina del romanzo.

“Ci sono storie che alcuni vorrebbero impedirti di raccontare. Ti fissano portandosi l’indice davanti al naso per suggerirti di tacere.Tacere ti permette di illuderti che alcune cose non siano successe. Ci sono storie che alcuni non vogliono sentirsi raccontare, preferirebbero chiuderle in un cassetto e dimenticare.
Io quel cassetto ho scelto di aprirlo.” Continue reading “{Cover Reveal} “Tre Piccoli fiori di velluto viola” di Emiliano di Meo.”