34443908881_e5793074fb_z

Legge Lotti e i diritti televisivi sul calcio: cosa non funziona?

È di recente acquisizione la notizia dell’aggiudicazione da parte di Mediapro, gruppo audiovisivo spagnolo, dei diritti per la trasmissione delle partite di Serie A per il triennio 2018-2021.

Trattasi di una svolta epocale perché, per la prima volta, mette seriamente in discussione il duopolio detenuto da Sky e Mediaset, che ha dominato incontrastato nel settore negli ultimi anni. Ci avevano provato, più di 10 anni fa, La7CartaPiù e Dahlia, ma il fatto stesso che nessuno ricordi l’esistenza dell’iniziativa intrapresa da queste due, è indicativo del fallimento del progetto.

Continue reading “Legge Lotti e i diritti televisivi sul calcio: cosa non funziona?”

Immagine_Frank_Lu_Siqing

Agli albori della dissidenza attraverso Internet, la libertà e il potere: il caso di Frank Lu Siqing

“Se non parlo, allora nessuno dirà nulla, continuerò, non mi fermerò”. (Frank Lu Siqing)

Dissidenza: come fare impazzire un governo duro come quello che ha bagnato di sangue piazza Tienanmen?

Un solo uomo, uno dei pochi, se non l’unico, almeno nel 1999, componente del Centro d’informazione sui diritti civili, un tale Frank Lu Siqing, ci è riuscito, armato soltanto di un telefono e di un computer. Continue reading “Agli albori della dissidenza attraverso Internet, la libertà e il potere: il caso di Frank Lu Siqing”

binary-797274_960_720

Mondo digital: opportunità o distruzione?

In un mondo sempre più digitalizzato c’è da chiedersi se l’infinita rivoluzione tecnologica sia davvero così conveniente come si crede.

Poco tempo fa l’esperto di cybersicurezza Bruce Schneier ha dichiarato che “nel 21esimo secolo per essere pienamente funzionanti le persone devono possedere carte di credito, portare cellulari, avere indirizzi e-mail e account di social media”.

Come dargli torto?

Tuttavia, l’essere costantemente connessi comporta che siamo sottoposti a una forma di sorveglianza di massa che mette a rischio Continue reading “Mondo digital: opportunità o distruzione?”

30IMG14255-89

Intervista al coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio: dall’attività all’interno del sindacato alla sua visione della scuola!

Rino Di Meglio è il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti. Ruolo che ricopre dal 2006, dopo un trascorso da sindacalista nella sua città natale, Trieste, e da insegnante di scuola primaria.

L’ho intervistato in merito alla sua attività all’interno del sindacato e sulla sua visione della scuola italiana.

“La Gilda degli insegnanti è un sindacato italiano, nato il 6 marzo 1988 come “prima associazione professionale di soli docenti”, aderente dal 1989 alla federazione Gilda-UNAMS ed alla confederazione C.G.U.” (Wikipedia)

  • La ringrazio moltissimo per questa intervista. Nel 2016 è stato rieletto coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, dopo i precedenti quattro anni del primo mandato. In questo anno trascorso dalla sua rielezione quali sono state le sfide affrontate e i successi ottenuti?

Questo è stato il primo anno di applicazione della legge 107/2015, la cosiddetta “Buona Scuola”, sulla quale la Gilda ha espresso forti critiche sin dal primo momento. Da quando è entrata in vigore, dunque, ci siamo impegnati a contrastarne le tendenze più deleterie che dimostrano quanto e come questa riforma stia incidendo negativamente sull’andamento della vita scolastica senza migliorarne affatto la qualità. Continue reading “Intervista al coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio: dall’attività all’interno del sindacato alla sua visione della scuola!”

10015629133_43abe48a50_b

La tragedia del popolo Rohingya in Birmania e il silenzio della San Suu Kyi. Storia e protagonisti

Con il tempo, scrivendo, ho imparato l’importanza della narrazione. Con il tempo ho scoperto la straordinaria ricchezza del racconto, ho iniziato ad apprezzare – per me stessa e per chi sceglie di leggere ciò che scrivo – la necessità di raccogliere dati e informazioni, l’essenza racchiusa nella ricostruzione dei fatti sia nel tempo che nello spazio. In pochi, forse, conoscono il popolo Rohingya e il dramma che si sta consumando tra il Bangladesh e la Birmania.

I Rohingya costituiscono una minoranza etnica di religione musulmana, relegata nel nord –ovest della Birmania. Il popolo Rohingya rappresenta una comunità musulmana antichissima, le cui origini non sono ad oggi ancora del tutto note. I Rohingya si sono stanziati nei territori tra l’attuale Birmania e il Bangladesh nel corso dei secoli. Ciò nonostante, dagli inizi degli anni Ottanta, sono considerati immigrati illegali dal Bangladesh, dove non hanno diritto alla cittadinanza e vivono ai margini della società in condizioni di sottosviluppo e povertà. In Birmania, il popolo Rohingya si concentra nello Stato di Rakhine (ex Arakan). Dal 2012, nella capitale Sittwe e in numerosi villaggi di Rakhine, vengono perpetrate violenze e atti repressivi nei confronti della minoranza musulmana dei Continue reading “La tragedia del popolo Rohingya in Birmania e il silenzio della San Suu Kyi. Storia e protagonisti”

man-1131006_1280

Depilazione – Mutilazione? Donne, uomini e modelli estetici

Navigando in rete è sufficiente ricercare l’espressione “parità di genere” per trovare un enorme quantitativo di contenuti e opinioni sul tema.

Un articolo tra quelli che ho individuato mi ha colpito in particolar modo.

In esso l’autrice sosteneva di essere consapevole di fare scelte anti-femministe nel momento in cui si depilava, truccava o indossava i tacchi. La sua tesi, infatti, era che tutte queste scelte estetiche erano determinate da una cultura patriarcale che lei e tutte le donne interiorizzano fin da giovane età, e imparano a rispettare per essere socialmente accettate. Se infatti una donna decidesse di non omologarsi a queste regole verrebbe derisa, isolata o addirittura molestata. Parlava quindi della depilazione come di una “leggera mutilazione” di parte del proprio corpo, non più accettato nella sua naturalezza.

L’articolo mi ha spinto a riflettere. Il tema dell’imposizione di modelli estetici femminili non è certo nuovo, ma ciò che in questo caso Continue reading “Depilazione – Mutilazione? Donne, uomini e modelli estetici”