27544637_354659175009778_8835474997784683464_n

“Io mi libro” di Alessandro Pagani: una raccolta di frasi umoristiche e non solo

Titolo: Io mi libro

Autore: Alessandro Pagani 

Editore: 96, Rue De La Fontaine

ISBN: 978-88-99783-82-2

Disegno di copertina a cura di Massimiliano Zatini

Foto interne di Lorena Di Gregorio

Stampa digitale – Formato: 14 x 21 – Carta interno: Palatina avorio 85 gr.

Pagine totali: 78 – Carta copertina: patinata opaca 300 grammi

Sinossi

“Io mi libro” è una raccolta di 500 frasi umoristiche catturate durante i nostri piccoli e grandi avvenimenti quotidiani, che mettono alla luce le peculiarità delle nostre consuetudini, in chiave sarcastica.

Ogni nostra azione, atteggiamento o comportamento si può prestare a diverse sfaccettature emblematiche. Nel contesto di quest’opera, l’autore ha cercato di cogliere gli aspetti più imbarazzanti e comici che possono scaturire durante il lavoro, nel tempo libero, e più in generale durante ogni situazione paradossale che ognuno di noi, anche a propria insaputa, può all’improvviso affrontare: momenti generati dal ‘teatro dell’assurdo’ o da presunte coincidenze derivate dall’ambiguità d’una parola, o dal fraintendimento di una frase. Continue reading ““Io mi libro” di Alessandro Pagani: una raccolta di frasi umoristiche e non solo”

19875438_10203311352060049_7546162924385484691_n

“Il bosco di Mila”: il nuovo romanzo di Irma Cantoni

In occasione dell’uscita del romanzo “Il bosco di Mila” edito da Libro Mania e scritto da Irma Cantoni, Different Magazine partecipa al blog tour per far conoscere ai lettori questo libro e raccontare qualche piccola curiosità.

Trama

La notte di Santa Lucia è la più lunga dell’anno, una notte magica di trepidante attesa nelle case di Brescia per l’arrivo dei doni che anticipano il Natale. Nella villa dei Morlupo tutto tace, le luci sono spente, nessuno attende regali, ma notizie della piccola Mila, scomparsa quella mattina nel bosco di Mompiano. Le ricerche delle forze dell’ordine e dei volontari che setacciano la zona non si fermano neanche al calar del buio: i Morlupo sono una delle famiglie più ricche e influenti della città. A complicare le cose la scoperta della scomparsa di un’altra compagna di classe di Mila. Un intrico di voci, verità sussurrate e silenzi ostili in tutti gli ambienti cittadini fanno temere il peggio. La capo commissario Vittoria Troisi è riluttante ad accettare le indagini, ma la delicatezza del caso richiede la sua esperienza. In quella ricca città di provincia del Nord è stata trasferita solo l’estate prima da Roma, per riprendersi da un brutto incidente e curare le ferite che ancora si porta addosso. Accompagnata dal giovane agente del posto Mirko Rota, dal suo angelo custode rimasto nella capitale e dai fantasmi che non la abbandonano, Vittoria Troisi si trova a rimestare tra torbide relazioni vendette e rancori mai sopiti che risalgono agli anni di piombo e ancora più indietro fino all’epilogo della Seconda guerra mondiale. Un’avventura umana e investigativa nella quale gli ingredienti che hanno fatto il successo del giallo italiano sono combinati in un thriller originale e sorprendente. Continue reading ““Il bosco di Mila”: il nuovo romanzo di Irma Cantoni”

copertina

Intervista alla scrittrice Chiara Borghi: il suo ultimo libro “Lucia non cade”.

Ho avuto il piacere di intervistare Chiara Borghi, scrittrice e fondatrice dell’associazione ” La bottega dello scrittore”.

Ha pubblicato il suo terzo libro “Lucia non cade”, il quale tratta di un argomento sfortunatamente molto attuale e tragico: la violenza sulle donne e il cambiamento che si verifica nell’animo di chi la subisce.

Di seguito l’intervista.

  • Buonasera Chiara. Prima di parlare del suo ultimo libro, vorrei domandarle degli altri libri che ha pubblicato e di quali argomenti trattano.

In precedenza ho pubblicato due romanzi brevi. Il primo Drake’s Heaven è un romanzo di formazione, 4 ragazzi poco più che adolescenti si trasferivano nel bosco per cercare di vivere con delle regole alternative alla “società” che li aveva delusi e li aveva trattati come merce. Avevo 18 anni, è stato il mio battesimo, il romanzo ebbe belle critiche e mi trovai ad essere “celebre” nella mia Università, alcuni critici dissero che “la mia scrittura era innovativa”. Mi presi del tempo per studiare e maturare poi scrissi “Il tempo è scaduto” un romanzo filosofico sul tema del suicidio e sull’importanza dell’amore nella vita di ogni uomo. Di fondo c’era ancora il tema del fallimento della società basata sui consumi e al capitalismo del “men eats men”. Continue reading “Intervista alla scrittrice Chiara Borghi: il suo ultimo libro “Lucia non cade”.”