27544637_354659175009778_8835474997784683464_n

“Io mi libro” di Alessandro Pagani: una raccolta di frasi umoristiche e non solo

Titolo: Io mi libro

Autore: Alessandro Pagani 

Editore: 96, Rue De La Fontaine

ISBN: 978-88-99783-82-2

Disegno di copertina a cura di Massimiliano Zatini

Foto interne di Lorena Di Gregorio

Stampa digitale – Formato: 14 x 21 – Carta interno: Palatina avorio 85 gr.

Pagine totali: 78 – Carta copertina: patinata opaca 300 grammi

Sinossi

“Io mi libro” è una raccolta di 500 frasi umoristiche catturate durante i nostri piccoli e grandi avvenimenti quotidiani, che mettono alla luce le peculiarità delle nostre consuetudini, in chiave sarcastica.

Ogni nostra azione, atteggiamento o comportamento si può prestare a diverse sfaccettature emblematiche. Nel contesto di quest’opera, l’autore ha cercato di cogliere gli aspetti più imbarazzanti e comici che possono scaturire durante il lavoro, nel tempo libero, e più in generale durante ogni situazione paradossale che ognuno di noi, anche a propria insaputa, può all’improvviso affrontare: momenti generati dal ‘teatro dell’assurdo’ o da presunte coincidenze derivate dall’ambiguità d’una parola, o dal fraintendimento di una frase. Continue reading ““Io mi libro” di Alessandro Pagani: una raccolta di frasi umoristiche e non solo”

ecommerce-1992281_960_720

Parola d’ordine? Re-commerce (alcune delle piattaforme più gettonate)

Armadi stracolmi e voglia di rinnovare il guardaroba? Keep calm and re-commerce!  Bastano pochi click per vendere e comprare abiti e accessori di seconda mano e re-gift (il classico riciclo post-Natale).

Ormai lo shopping experience virtuale appartiene a tutte le donne ma spesso capita che ci ritroviamo con armadi (e sedie) costipati di abiti, alcuni amati e stra-indossati, altri che, invece ci hanno fatto perdere la testa solo una volta.  Come spesso accade, viene la voglia di rinnovare il guardaroba ma al contempo ci piange il cuore all’idea di dover buttare capi praticamente nuovi e fare spazio. Don’t worry!  Il web pullula di siti dove vendere e comprare il nuovo coup-de- foudre in maniera facile e veloce. Alla base c’è il concetto di ‘PRE-LOVED’: infatti guai a parlare di ‘oggetti di seconda mano’ perché ogni articolo di moda, lusso è un amore folle che, come nel più classico dei casi, finisce ma è subito pronto a far innamorare qualcun’altro che lo accoglierà calorosamente nel suo guardaroba.

Ovviamente è fondamentale navigare su siti e app sicuri perché c’è sempre il rischio di imbattersi nelle contraffazioni.

Continue reading “Parola d’ordine? Re-commerce (alcune delle piattaforme più gettonate)”

Ocropoiz (3)

Intervista agli Ocropoiz: nel primo lavoro discografico la rabbia e la disillusione sono predominanti

Il 9 dicembre gli Ocropoiz, gruppo alternative rock dalla provincia di Benevento, hanno presentato il loro primo lavoro discografico, dal nome “Foto Post-Mortem”. Nell’album le tematiche predominanti sono la rabbia e la disillusione.

Il gruppo, composto da 4 componenti tra i 17 e i 19 anni (Gianfranco e Giuseppe Aceto, Luca Ruggieri, Bruno Civitillo) nasce nel 2016.

Di seguito l’intervista.

  • Buona sera ragazzi, il 9 dicembre è uscito il vostro primo album “Foto post-Mortem”. Iniziamo con il nome che è davvero bizzarro. Da cosa deriva questa scelta?

Le foto post-mortem sono delle immagini ottocentesche risalenti all’età vittoriana nelle quali venivano rappresentati cadaveri di persone in posizioni che richiamassero scene di vita reale. Tali foto, però, assumono un significato retorico molto importante se rapportate al mondo d’oggi. Nelle nostre misere esistenze potremmo dedicarci al lavoro, allo studio, alla musica, ma, tra tutte queste possibilità, solo una è inevitabile: la morte. Citando Martin Heidegger, la morte “è la possibilità che tutte le possibilità diventino impossibili”, ed è così resa palese la nullità di ogni progetto. In tale discorso è ben facile accomunare la morte ad una negatività esasperata, ma il vero senso sta nella gioia del vivere. Non esiste cosa infinita se non il piacere, poiché la cessazione di esso è anche il suo culmine. Come in tutti i più grandi amplessi, è il venire in faccia al destino a dare il godimento più grande, e ciò decreterà il vero finale. Continue reading “Intervista agli Ocropoiz: nel primo lavoro discografico la rabbia e la disillusione sono predominanti”

4

Intervista al fotografo e fondatore di TAL: Tra Asfalto e Luce Alessandro Schiariti

  • Ciao Alessandro. Iniziamo con il parlare della tua carriera da fotografo. Come è nata questa passione?

Un po’ per caso, un mio amico stava lavorando in un villaggio al nord e mi chiese se volevo salire anche io, disse che avrei imparato lì, non avevo mai tenuto una macchina fotografica in mano. Fu una sensazione molto forte perché quando cominciai a scattare percepii che era la cosa che mi riusciva più naturale al mondo. Me ne innamorai e da allora non ho mai smesso. Continue reading “Intervista al fotografo e fondatore di TAL: Tra Asfalto e Luce Alessandro Schiariti”