15125400451_de4e06b672_z

Anna Magnani, una donna senza tempo. Simbolo di passionalità e autenticità

Ambiziosa, fiera, raffinata, passionale e velatamente triste, Anna Magnani incarna, l’emblema della donna mediterranea, determinata, libera e audace, quella che non si tira indietro dinanzi a niente, nemmeno di fronte ad una ruga di troppo. A 110 anni dalla sua nascita, l’attrice, ancora oggi, è motivo d’orgoglio del genere femminile. Antidiva per antonomasia, è una vera leggenda nel mondo cinematografico italiano. 

Nata a Roma il 7 marzo 1908, Anna Magnani ha fatto della capitale italiana la sua patria ideale, creando una complicità intima, che emerge in ogni sua interpretazione, esportando la sua romanità in tutto il mondo. Cresciuta con la nonna materna, Anna, che non conobbe mai il padre, prese il cognome della madre. Stesso destino successe al figlio Luca nel 1942, avuto dopo una breve relazione Continue reading “Anna Magnani, una donna senza tempo. Simbolo di passionalità e autenticità”

La_forma_dell_acqua

“La forma dell’acqua – The Shape of Water”: una fiaba sulla mostruosità umana

Con 13 candidature agli Oscar e 7 Golden Globe, La forma dell’acqua (The Shape of Water) è l’ultimo film di Guillermo Del Toro. La pellicola ha una trama semplice, ambientata nell’America degli anni Sessanta, durante la Guerra Fredda.

Elisa, giovane donna muta, lavora come donna delle pulizie in un laboratorio scientifico di Baltimora. Un giorno viene trasportata nel centro una creatura anfibia, catturata in Sud America e considerata dai popoli del luogo come divinità. I superiori di Elisa hanno l’obiettivo di studiare le capacità respiratorie del “mostro”, allo scopo di creare una tecnologia utile agli Americani per respirare nello spazio, superando quindi i Russi e il loro primo uomo lanciato in orbita. Continue reading ““La forma dell’acqua – The Shape of Water”: una fiaba sulla mostruosità umana”

53752

“L’ora più buia”: il nuovo capolavoro di Joe Wright al cinema

Dopo “Anna Karenina” il celebre regista torna in campo con un nuovo film biografico, su uno degli uomini più potenti del ventesimo secolo, Winston Churchill.

Uscito nelle sale italiane da qualche settimana, “L’Ora più buia”, il nuovo gioiello di Joe Wright, è già destinato a diventare il film dell’ anno.

Continue reading ““L’ora più buia”: il nuovo capolavoro di Joe Wright al cinema”

53752

“L’ora più buia”: recensione del nuovo film di Joe Wright

Titolo originale: Darkest Hour

Regia di Joe Wright

Cast: Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Ben Mendelsohn, Lily James, Ronald Pickup, Stephen Dillane

Durata: 114 minuti

Andremo avanti fino in fondo. Combatteremo in Francia, combatteremo sui mari e sugli oceani, combatteremo con crescente fiducia e crescente forza nell’aria, difenderemo la nostra isola a qualunque prezzo, combatteremo sulle spiagge, combatteremo nei luoghi di sbarco, combatteremo nei campi e nelle strade, combatteremo sulle colline; non ci arrenderemo mai; e persino se quest’Isola o una gran parte di essa fosse asservita o affamata, il nostro Impero d’oltremare, armato e difeso dalla Flotta Britannica, condurrà avanti la lotta finché, a Dio piacendo, il Nuovo Mondo, con le sue risorse e la potenza, non giungerà al salvataggio e alla liberazione del Vecchio Mondo.

Con queste parole, parafrasate dal discorso “We shall fight on the beaches“, Christopher Nolan chiudeva Dunkirk, film con cui ha Continue reading ““L’ora più buia”: recensione del nuovo film di Joe Wright”

locandina-the-square

La goffa arte di vivere dei “politically corrects”: recensione del film “The Square”

L’ultimo film di Ruben Östlund tratta, contemporaneamente e a volte in modo confuso, di arte, diseguaglianze, strategie comunicative, egoismo, perbenismo, potere.

Ha ottenuto una candidatura ai Golden Globe e ha vinto la palma d’oro al Festival di Cannes nel 2017.
Come? Provocandoci. Tentando di svegliarci dal torpore nel quale il benessere ci fa vivere. Risvegliando un briciolo di Continue reading “La goffa arte di vivere dei “politically corrects”: recensione del film “The Square””

450px-Oprah_Winfrey_at_2011_TCA

Oprah Winfrey: sarà lei la prossima candidata alla Casa Bianca?

Il discorso di Oprah Winfrey durante la notte dei Golden Globe non è passato inosservato. “La regina dei media”, è uno dei personaggi più influenti negli Stati Uniti, simbolo di riscatto ed emancipazione. Per molti potrebbe diventare la prima donna ad entrare alla Casa Bianca, non da first lady, ma da Presidente.

Durante la 75esima edizione dei Golden Globe, Oprah Winfrey non ha fatto un semplice discorso di un’attrice che ritira il suo premio. Il suo è stato un vero e proprio appello politico, rivolto non solo ai presenti in sala, ma all’intera nazione. Quasi dieci minuti per dimostrare la sua solidarietà nei confronti delle vittime degli abusi sessuali e appoggiare il movimento “Time’s Up”, ringraziando tutte coloro che hanno portato avanti l’iniziativa #metoo; inoltre, ha difeso i più deboli, che hanno difficoltà nei posti di lavoro; ha parlato della diversità dei generi e dei problemi degli afroamericani. Insomma, un vero e proprio manifesto politico nella sala del Continue reading “Oprah Winfrey: sarà lei la prossima candidata alla Casa Bianca?”