27718286_10215626938976739_664207845_n

“Labirinto K. Viaggio nella testa di Stanley Kubrick: il nuovo spettacolo al Teatro Palladium di Roma

Ispirato al libro di Guido Barlozzetti su Stanley Kubrick, che assume gli scacchi come una chiave d’accesso al suo cinema cercando di ritrovarne le ossessioni più profonde, nasce lo spettacolo teatrale Labirinto K./Viaggio nella testa di Stanley Kubrick, in scena per la prima volta al Teatro Palladium di Roma venerdì 9 febbraio, con la voce/corpo narrante e la regia di Guido Barlozzetti, il progetto visivo di Massimo Achilli e le musiche di Enzo Pietropaoli.

‘Dire di Stanley Kubrick che sia solo un regista di cinema, è una limitazione che non coglie l’importanza della sua opera nella dimensione dell’immaginario e un percorso che è fra i più estremi e complessi del cinema e della cultura della contemporaneità’ ha commentato Barzoletti che continua ‘Oltre a essere un collezionista di macchine da scrivere e stilografiche, un tifoso dei Giants di New York, un fan di Napoleone e un amante dei cani e dei gatti, era anche un grande giocatore di scacchi. E, allora, perché non provare a pensare al suo cinema come a una scacchiera in bilico fra il bianco e il nero, la luce e l’ombra, e addentrarsi fra le sue immagini alla ricerca di pedoni, cavalli, regine e re?’ Continue reading ““Labirinto K. Viaggio nella testa di Stanley Kubrick: il nuovo spettacolo al Teatro Palladium di Roma”

loc arkady

“Arkady” al Teatro Trastevere fino al 26 gennaio: “I sogni ti puliscono l’anima e non si possono scambiare con niente”

dal 23 al 26 gennaio 2018

ARKADY

di Giacomo Sette

diretto da Azzurra Lochi

musiche originali di Alice Giorgi e Ana Kusch

disegno luci di Pietro Frascaro

aiuto regia Giacomo Sette

grafica e locandina Beatrice Fonti

responsabile stampa compagnia Chiara Preziosa

foto promozionali Giulia Castellano

con

Arkady: Giulio Clerici

Alina: Alice Giorgi

Papà: Simone Caporossi

Azazael: Ana Kusch

Arkady è un giovane camionista di origini moldavo-russe. La sua è una tratta molto particolare. Consegna tessuti a Le Havre (Francia) e Cabo de Roca (Portogallo), partendo da Taranto. Circa 40 ore di viaggio, con strettissime pause per mangiare e riposare. Il suo viaggio descrive un triangolo perfetto per l’Europa Occidentale. Ma Arkady avrebbe voluto fare il poeta e, soprattutto, è terrorizzato dalla prospettiva di un colpo di sonno. Il Sonno è il suo grande nemico. Per vincere la paura e superare indenne il suo viaggio, Arkady parla da solo. Lo troviamo che parla delle fatiche affrontate per corteggiare e conquistare Alina, laureanda in Storia Contemporanea con una tesi sulla nostalgia dei russi per l’Unione Sovietica. La personalità chiusa e incerta di Arkady incontra non poche difficoltà nell’impresa. Ad aiutarlo ed ostacolarlo ci sono suo Padre, (un ex dissidente sovietico, costretto alla miseria e all’emigrazione dopo la caduta del muro di Berlino), e una misteriosa ragazza, Azazael, narratrice onnisciente. Personaggi reali o semplici proiezioni? In un abitacolo sempre più simile alla mente di chi lo guida tutto è possibile: i piani e i temi si confondono, le voci si accumulano e la strada va, inesorabile. Con il Sonno. Davanti ad Arkady un bivio: la consegna precisa e puntuale dei tessuti o il volo meraviglioso nel paradiso dei camion? La strada da scegliere è tutta qui: chiudere gli occhi, o no. Continue reading ““Arkady” al Teatro Trastevere fino al 26 gennaio: “I sogni ti puliscono l’anima e non si possono scambiare con niente””

IMG_INCENDIES

COMUNICATO STAMPA. “INCENDIES” allo Spazio Diamante dal 26 gennaio al 4 febbraio

Viola Produzioni

in collaborazione con Festival Quartieri dell’Arte e Centro Sperimentale di Cinematografia

presentano

dal 26 gennaio al 4 febbraio

venerdì e sabato ore 21; domenica ore 18

INCENDIES

di Wajdi Mouawad

con Giulia Fiume, David Marzi

Giacomo Bottoni, Eleonora Belcamino, Federico Le Pera

e Massimiliano Vado

musiche Roberto Procaccini
voce Anna Vinci

traduzione, adattamento e regia: Massimiliano Vado

Dal 26 gennaio al 4 febbraio approda sul palcoscenico dello Spazio Diamante, Incendies, toccante spettacolo tratto dal testo del drammaturgo libanese Wajdi Mouawad, tradotto, adattato e diretto da Massimiliano Vado.

INCENDIES è una rappresentazione intima sotto forma epica, una ricerca delle origini, passando per la formazione di un popolo e la ricerca dell’individualità, e non solo: è una specie evoluta di Edipo al femminile, un punto di contatto obbligato tra più generazioni, più luoghi e più linguaggi. Continue reading “COMUNICATO STAMPA. “INCENDIES” allo Spazio Diamante dal 26 gennaio al 4 febbraio”

21eb3edf1713b255fa077ed8197fc64e

SEGNALAZIONE. “Emma B. Storia di una casalinga inquieta” il 21 gennaio al Teatro Fellini di Pontinia (LT)

Emma B.

Storia di una casalinga inquieta.

Di Enza di Li Gioi

Il 21 gennaio alle 18.00 torna in scena al Teatro Fellini di Pontinia (LT) Emma B: Storia di una casalinga inquieta, di Enza Li Gioi.

Lo spettacolo, sarcastica trasposizione del capolavoro di Flaubert, Madame Bovary, racconta le inquietudini e i desideri repressi di una donna del nostro tempo, oppressa dai doveri di moglie medio borghese e stanca di una noiosa quotidianità.

Continue reading “SEGNALAZIONE. “Emma B. Storia di una casalinga inquieta” il 21 gennaio al Teatro Fellini di Pontinia (LT)”

unnamed(122)

Intervista ai JELLYGOAT: “Eat The Leech” è il nuovo lavoro del quartetto alternative rock

Il nuovo lavoro “Eat The Leech” del quartetto alternative rock da Milano JELLYGOAT, è uscito il 10 novembre.  Il disco contiene 7 tracce, dalle sonorità più rock e dirette rispetto al lavoro precedente.

La band è composta da: Alessio Corrado, Davide Borroni, Gianluca Carioti e Enrico Fossati.

Di seguito l’intervista.
Continue reading “Intervista ai JELLYGOAT: “Eat The Leech” è il nuovo lavoro del quartetto alternative rock”

20258480_1987954034752004_3718379589825299281_n

Segnalazione del cortometraggio “Polvergeist”, diretto da Ettore Di Gennaro

Segnalazione del cortometraggio “Polvergeist”, diretto da Ettore Di Gennaro e girato tra Fidenza e Parma.

Il corto è “uno spot che è la parodia di due film uniti insieme fra i più terrorizzanti della storia del cinema. <<Poltergeist>> e <<l’Esorcista>> hanno fatto scuola nel mondo della settima arte grazie alla suspense e ai colpi di scena per la tensione che hanno generato quei colpi di scena nella narrazione.  Da questo presupposto parte l’opera di Ettore Di Gennaro, Continue reading “Segnalazione del cortometraggio “Polvergeist”, diretto da Ettore Di Gennaro”