818224730

Intervista a Casa Surace: dagli inizi agli inconsueti “sogni” futuri

30 milioni di visualizzazioni, 15 mila pacchi spediti da sud a nord, 1 milione di social fan e 13 milioni di interazioni mensili: questi i numeri di Casa Surace.

Simone Petrella, Alessio Strazzullo, Daniele Pugliese, Andrea Di Maria, Luca Andresano, Riccardo Betteghella e Bruno Galasso arrivano dal mondo del cinema, del teatro, della pubblicità e della comunicazione. Nel 2014 creano Casa Surace, riuscendo a diventare in poco più di un anno, grazie ai video e alle web series fortemente virali in Rete, una società di produzione. Insieme raccontano le differenze che intercorrono tra il sud e il nord Italia. Differenze che, spesse volte, sono solo frutto di stereotipi tutti italiani; infatti come sostengono “tutta l’Italia è Sud. C’è sempre qualcuno più a nord di te“.

Ho avuto il piacere di intervistarli.

Vendite flash banner IT 250x250
  • Ragazzi innanzitutto grazie mille per l’intervista. È cominciato quest’anno Pigliati ‘Na Cosa Tour. Come è nata questa idea?

L’idea è nata guardando la grande quantità di richieste che arrivavano dai nostri fan per ricevere il pacco da giù! E arrivavano da tutta Italia! Noi stessi abbiamo ricevuto diversi pacchi dai nostri fan e ne abbiamo inviati a nostra volta. Ad un certo punto le richieste sono diventate così tante che abbiamo pensato di trasformare questo bisogno dell’Italia di ricevere un pacco da giù in un tour. E poi ci piaceva l’idea di andare “paese paese” dai nostri fan a salutarli come se fossero parte della famiglia. Che poi è proprio così, ci hanno trattato come se fossimo i cugini venuti da fuori. E ci hanno sempre offerto il caffè. Naturalmente con l’acqua. Continue reading “Intervista a Casa Surace: dagli inizi agli inconsueti “sogni” futuri”

Manifesto_Emigrazione_San_Paolo_Brasile

Italia, paese di emigranti: nel 2016 oltre 250 mila giovani sono emigrati all’estero

Manifesto Emigrazione San Paolo del Brasile del 1886

Grave perdita per un Paese che diventa sempre più vecchio. Il 30% di chi va via è laureato, il 34,8 diplomato.

Dopo le massicce ondate migratorie degli anni ’50 e ’60 sembrava che l’emigrazione degli italiani all’estero, da sempre spina nel fianco del bel paese, si fosse ridotta, al punto che nel 2000 furono raggiunte le 40.000 unità annue.

banner 300 x 250

A partire dalla crisi del 2008, invece, e specialmente nell’ultimo triennio, le partenze hanno ripreso vigore. Ad oggi si contano oltre Continue reading “Italia, paese di emigranti: nel 2016 oltre 250 mila giovani sono emigrati all’estero”

denis-bergamini-675

CASO BERGAMINI- Riesumazione del corpo per dire basta all’ipotesi di suicidio

“Denis è stato ucciso!” – Lo ha sempre gridato la famiglia e tutti coloro che con un pizzico di logica hanno osservato le dinamiche della tragedia.

Con la riesumazione della salma e gli annessi accertamenti tecnici si ricomincia a nutrire speranza per questa lunga e interminabile ricerca della verità, che non ha ancora reso giustizia al calciatore del Cosenza, deceduto il 19 novembre 1989 a Roseto Capo Spulico in seguito a circostanze ancora oggi da chiarire.

Vendite flash banner IT 250x250

Continue reading “CASO BERGAMINI- Riesumazione del corpo per dire basta all’ipotesi di suicidio”

http _o.aolcdn.com_hss_storage_midas_383f8ae09b1997208731efc006570f9e_205377702_ragazzi

Grenfell Tower: ritrovato anche il corpo di Marco Gottardi

È rimasto accanto alla fidanzata Gloria fino alla fine.

A poco meno di un mese dal tragico evento che ha sconvolto l’intera capitale britannica, a causa dell’enorme rogo divampato nell’ormai famoso grattacielo Grenfell Tower, sono stati identificati anche i corpi di Gloria Trevisan e Marco Gottardi.

I due giovani ragazzi, entrambi architetti di origine veneziana, si erano trasferiti all’estero pochi mesi prima in cerca di un lavoro dignitoso che potesse offrire loro una vita migliore.

Continue reading “Grenfell Tower: ritrovato anche il corpo di Marco Gottardi”

lo-stipendio-di-Fabio-Fazio

Mamma Rai e Fabio Fazio, “figlio prediletto” – indaga la Corte dei Conti sul cachet milionario

Si è tanto discusso in questi giorni del maxi contratto tra Fabio Fazio e la Rai in vista della promozione di “Che tempo che fa” da Rai 3 a Rai 1, in cui è stato accordato a favore del conduttore un aumento del compenso pari al 50% che, con l’aggiunta di ulteriori clausole, salirebbe a quota 12 milioni di euro totali percepibili per i prossimi 4 anni.

“Assurdo!” È la reazione di tutti alla notizia, considerando vari e non trascurabili fattori. – Il primo: era stato fissato dal Parlamento il Continue reading “Mamma Rai e Fabio Fazio, “figlio prediletto” – indaga la Corte dei Conti sul cachet milionario”

LE_Eithne_Operation_Triton

Migrazione: una responsabilità di tutti! Al vertice di Tallinn, tuttavia, l’Italia resta l’unico approdo

Era il 1995 e il telegiornale mandava in onda l’immagine di una grande nave con a bordo tanti, troppi disperati in fuga dalla guerra dei Balcani. Avevo appena sei anni e acquisì più tardi coscienza di cosa fosse la guerra. Nonostante non l’abbia mai vissuta in prima persona, quell’immagine è rimasta misteriosamente impressa nella mia memoria.

Oggi non nascondo che, mentre scrivo, posso solo immaginare la paura, la disperazione, la fame, la povertà, che costringono migliaia Continue reading “Migrazione: una responsabilità di tutti! Al vertice di Tallinn, tuttavia, l’Italia resta l’unico approdo”