Nightmare img.

Intervista al regista dello spettacolo Nightmare N.7 Lorenzo Collalti: “la pièce indaga le ipocrisie del vivere comune”

“Nightmare N.7”, spettacolo della giovane compagnia “L’Uomo di Fumo”, scritto e diretto da Lorenzo Collalti e interpretato da Luca Carbone, Cosimo Frascella, Lorenzo Parrotto, Pavel Zelinskiy, è in scena al Teatro Marconi dal 19 al 22 aprile.

Ho avuto il piacere di intervistare il regista Lorenzo Collalti.

  • “Nightmare N.7” è lo spettacolo di cui lei è regista e che va in scena al Teatro Marconi dal 19 al 22 aprile. Può dare un’indicazione ai lettori su cosa assisteranno a teatro?

Lo spettacolo racconta un incubo; un uomo si ritrova in una casa senza sapere il perché e senza ricordare nulla, neppure il suo nome. In questo luogo, tre personaggi indefiniti cercano in maniera sempre più surreale di aiutarlo. La situazione si stacca lentamente dalla realtà per diventare sempre più paradossale e appunto onirica. Nonostante il titolo possa far pensare a tutt’altro, la situazione descritta genera una forte ilarità e su questo fa perno tutto lo spettacolo. Giocando sulle ansie e paure che la nostra società genera, e che nei sogni si rielaborano, la pièce ha modo di creare un divertissement che indaga, critica e studia le debolezze e ipocrisie del vivere comune; trovando negli aspetti emotivi ed inconsci il suo principale motore. Continue reading “Intervista al regista dello spettacolo Nightmare N.7 Lorenzo Collalti: “la pièce indaga le ipocrisie del vivere comune””

DSC_4293 copia

“Robin Hood, Il Musical”: il bene vince sempre!

Robin Hood

Il Musical

DI BEPPE DATI

COREOGRAFIA GILLIAN BRUCE

REGIA DI MAURO SIMONE

ARRANGIAMENTI di ERIC BUFFAT

UNA PRODUZIONE TUNNEL PRODUZIONI E MEDINA PRODUZIONI

Tunnel e Medina Produzioni riportano in scena, a partire da ottobre 2017, il musical che ha incantato grandi e piccini, ripercorrendo le gesta di uno degli eroi più amati di sempre: Robin Hood.

MANUEL FRATTINI torna a vestire i panni dell’impavido eroe che ruba ai ricchi per dare ai poveri, affiancato da FATIMA TROTTA, giovane attrice rivelazione, nota al grande pubblico come conduttrice di Made in Sud, che svelerà le sue doti di performer nel ruolo di Lady Marian. Continue reading ““Robin Hood, Il Musical”: il bene vince sempre!”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“Profumo di donna” di Massimo Venturiello: il viaggio diviene metafora dell’esistenza

13 | 25 MARZO 2018

PROFUMO DI DONNA

dal romanzo “Il buio e il miele” di Giovanni Arpino

diretto e interpretato da Massimo Venturiello
con (in ordine alfabetico) Irma Ciaramella, Camillo Grassi, Andrea Monno, Claudia Portale, Sara Scotto di Luzio, Franco Silvestri

adattamento Pino Tierno
la voce dei brani cantati è di
Tosca
scene
Alessandro Chiti

costumi Sabrina Chiocchio
musiche Germano Mazzocchetti

light design Umile Vainieri

Continue reading ““Profumo di donna” di Massimo Venturiello: il viaggio diviene metafora dell’esistenza”

Maria Inversi

Intervista a Maria Inversi: lo spettacolo scritto e diretto da lei “Se la terra trema” in scena dall’8 al 18 marzo

Dall’8 al 18 marzo va in scena al “Sala Uno Teatro” lo spettacolo “Se la terra trema”, scritto e diretto da Maria Inversi, “la cui protagonista, causa terremoto, situazione bellica, danno ecologico, diviene cieca. La narrazione si dispiega per dirci la sua fragilità, ma soprattutto il suo coraggio e la forza estrema di far fronte alla nuova situazione trasmettendo al mondo- pubblico, speranza.”

Ho intervistato Maria Inversi in merito allo spettacolo e alla sua visione della contemporaneità.

  • Buonasera Maria. “Se la terra trema” è lo spettacolo da te scritto e diretto. Narra di una donna e del suo coraggio. Da cosa hai tratto spunto per il soggetto dell’opera?

Una riflessione sulla contemporaneità: troppi disastri, troppi danni alla natura di ciò che nasce, alle fragilità, l’indifferenza verso il corpo degli altri che è anima, sentire, sensibilità, sogno … l’ipocrita interesse ad essere aperti e a non stringere mai le braccia, la difficoltà a donare con l’intelligenza del cuore … alle strategie che in area politica sono escludenti delle diversità. In Italia (unico paese della UE) nessun artista riceve un pur modesto sostegno mensile di sopravvivenza concesso sì, ai senza tetto, i diversamente abili, gli anziani inabili ma tradotti in euro 500 al mese come se esso fosse formula di compenso al danno spesso creato dagli uomini e dagli interessi assicurativi … discorso lungo, ma il red – line di tutto ciò è la cecità. Quella voluta dalla mente strategica e dal cuore che non sono a servizio dell’altro (politicamente) o non ci consente di guardarci per ciò che siamo sia nel nostro passato sia nel passo che stiamo per fare e che riguarda il domani. Continue reading “Intervista a Maria Inversi: lo spettacolo scritto e diretto da lei “Se la terra trema” in scena dall’8 al 18 marzo”

francesca-benedetti

[COMUNICATO] Francesca Benedetti interpreta la vaticinate follia di Tiresia

In più di sessant’anni di carriera ha interpretato i più importanti ruoli femminili della storia del teatro classico e contemporaneo, e ispirato i più grandi registi italiani da Missiroli a Castri, da Cobelli a Ronconi a Strehler. È l’attrice Francesca Benedetti, classe 1935, nata a Urbino, artista ecclettica di straordinario talento, che è in scena al Teatro Argentina dal 27 febbraio al 29 marzo, con ANTIGONE di Sofocle, adattamento e drammaturgia Sandro Lombardi, Fabrizio Sinisi e Federico Tiezzi. Regia Federico Tiezzi. Francesca Benedetti interpreterà il controverso ruolo di Tiresia, solitamente interpretato da uomini.

Tiresia è contemporaneamente il femminile e il maschile, adulto e bambino, ambiguo, erotico, ha in sé più voci e le esprime in maniera metafisica. L’attrice incede in scena accompagnata da un giovanissimo uomo: «È un toy boy — afferma la Benedetti – con cui il mio Tiresia ne fa di tutti i colori. Il suo delirio è venato di una sensualità selvaggia, promiscua, vampireggiante: in lei-lui è Continue reading “[COMUNICATO] Francesca Benedetti interpreta la vaticinate follia di Tiresia”

Silvia Siravo foto di Tommaso Le Pera 2

[COMUNICATO] Silvia Siravo tra teatro e cinema, sarà Prudance in “La Signora delle camelie” al Quirino e una moglie tradita nel film “Finché giudice non ci separi”

Talentuosa e bellissima figlia d’arte (i suoi genitori sono Edoardo Siravo e Anna Teresa Rossini) solare, spiritosa, colta: è Silvia Siravo, attrice che le tavole del palcoscenico le calca praticamente dalla nascita. In questi mesi si divide tra teatro e cinema e molti sono gli impegni in cui potremo ammirare il suo enorme talento.

Silvia Siravo sarà al teatro Quirino di Roma con la ” Signora delle camelie” dal 27 Febbraio all’ 11 Marzo. E’ in scena con Marianella Bargilli (Margherita),  Ruben Rigillo (Armando) e Carlo Greco suo padre. La regia è di Matteo Tarasco. Silvia interpreta il ruolo di Prudance un personaggio cinico e dissoluto che suona la fisarmonica.

“Il regista/poeta di questo spettacolo – afferma Silvia Siravo – è Matteo Tarasco ed è bello camminare nella sua fantasia. Ha costruito uno spettacolo pieno di fascino e poesia. Prudance, il mio personaggio, cinico e dissoluto, respira quando suona la fisarmonica, strumento cui ho provato ad avvicinarmi per l’occasione; ringrazio Matteo per la sua idea, per la sua fiducia… e il teatro perché ti permette di fare cose mai immaginate”. Continue reading “[COMUNICATO] Silvia Siravo tra teatro e cinema, sarà Prudance in “La Signora delle camelie” al Quirino e una moglie tradita nel film “Finché giudice non ci separi””