news-624859_960_720

BuoneNews: “Pianeta felice” n°33

Napoli: il calendario delle visite artistiche in questo febbraio di piogge e di soli si arricchisce di storia nella città partenopea: al museo Archeologico Nazionale in piazza del Museo vi è l’occasione di ammirare ed apprezzare ‘Longobardi, un popolo che cambiò la storia’, ovvero l’analisi della presenza essenziale, fondamentale e caratteristica dei Longobardi nel Mezzogiorno italiano. 300 opere che testimoniano le tracce evidenti di queste popolazioni in Campania e a pochi metri dall’acqua blu. I longobardi furono un popolo che si contraddistinse per la predisposizione e l’abilità nello spostamento e nel continuo flusso migratorio. Secondo l’antico mito longobardo provenivano dalla Scandinavia ed erano diretti all’interno del continente europeo. La scienza storica delle migrazioni invece afferma con convinzione che le origini siano collegabili a gruppi che avrebbero iniziato il cammino migrante. Fonti scritte narrano le loro radici nel quinto secolo nel momento in cui si stanziarono nel Meclemburgo, l’Amburgo attuale. Il mito dipinge gli antenati scandinavi dei Winnili, ovvero dei cani vittoriosi, in seguito si chiamarono i lungabarba, quasi sulla scorta della devozione al Continue reading “BuoneNews: “Pianeta felice” n°33”

IMG_0578

COMUNICATO STAMPA. “Non Racconto L’Amore” è il nuovo album di Andrea Candolfo

E’ uscito il 12 gennaio su etichetta Young Records  “Non Racconto L’Amore”, l’EP di 5 brani del giovane milanese Andrea Candolfo. 

I testi portano la firma di Andrea stesso e dello scrittore/autore Luigi Andrea Cimini, con la produzione artistica di Joe Migliozzi.
L’album è stato anticipato dal singolo “Questa Sottile Alternanza” che ha superato le 100.000 visualizzazioni in meno di un mese sul canale ufficiale di Young Records. Una grande soddisfazione per Andrea, reduce da un anno molto importante che lo ha visto confermarsi come uno dei talenti emergenti più apprezzati sui social. 

“La scelta del titolo è stata particolare, perché in effetti nei testi si parla d’amore. Il punto è che non basterebbe un album di infinite tracce per parlare davvero di questo sentimento, che rimane per me la maggiore fonte di ispirazione. Questa contraddizione non fa altro che esaltare il bisogno che ho di fare musica con tutto l’amore che ho.” Continue reading “COMUNICATO STAMPA. “Non Racconto L’Amore” è il nuovo album di Andrea Candolfo”

26794007_10215956421849924_788341472_n

Recensione dello spettacolo “Ancora Shakespeare?!” al Teatro Trastevere fino al 20 gennaio

Ancora Shakespeare?!
Di Vox Animi
Regia Vox Animi
Con Stefano Bramini, Lodovico Zago, Valentina Guetta, Paola Moscelli, Aurora Di Gioia.

Tutti odiano Shakespeare! E Shakespeare è dappertutto! Nei libri, negli spettacoli, nei film, nelle riscritture e nei “liberamente tratto da”. C’è chi non lo capisce e chi l’ha visto troppe volte. E chi tutte e due le cose insieme.
Molti dicono di capirlo e di venerarlo, tanto da cercare di convincere il mondo che, in verità, quel trincatore di tè incallito doveva per forza essere italiano.
Pochi, troppo pochi però si chiedono:” Perché lui?”
E ogni volta che viene posta questa domanda, i Molti si scagliano sui Pochi, tacciandoli di ignoranza e rispondendo con protervia:” Perché Lui è Shakespeare!”.
Ai Pochi non rimane che radunarsi in vicoli bui o fredde taverne per sfogare la loro frustrazione per questo hype letterario, mentre spacciatori e prostitute scuotono la testa con disprezzo.
Ma da qualche parte un uomo decide di non reprimere più la sua frustrazione e in un teatro, durante una rappresentazione dell’Amleto, farà capire a tutti la verità.

“Ancora Shakespeare!” è il nuovo progetto della Compagnia Vox Animi, una commedia che si occupa di esplorare e “ridimensionare” con leggerezza la figura di Shakespeare nel teatro moderno. Vengono raccontati, spiegati e dissacrati gli spettacoli più famosi dell’autore inglese: un piccolo e divertente percorso, da Amleto a Macbeth passando per le consulenze matrimoniali di Otello e Desdemona, per far scoprire Shakespeare a chi non lo conosce e per reinventarlo agli occhi di chi lo conosce troppo.
Dopo il format americano “30 Spettacoli in 60 Minuti”, la compagnia Vox Animi torna con il suo umorismo irriverente a dare vita a quasi quaranta personaggi che si destreggeranno tra situazioni assurde e grandi monologhi classici, nella speranza di aiutare il pubblico a trovare una risposta alla domanda:
“Perché Shakespeare?” Continue reading “Recensione dello spettacolo “Ancora Shakespeare?!” al Teatro Trastevere fino al 20 gennaio”

index

BuoneNews Speciale Epifania

Epifania: l’Epifania viene celebrata dalla Chiesa Cattolica il 6 gennaio ed è considerata una delle massime solennità assieme al Natale ed alla Pentecoste; letteralmente presenza divina, manifestazione, venuta, si riferisce alla prima manifestazione pubblica della divinità con la visita dei Re Magi al bambinello. Quindi si celebra l’incontro di queste tre figure emblematiche con il Salvatore e la loro conseguente conversione.

Ieri per i bambini è arrivata la Befana e noi di Different Magazine abbiamo deciso di dare dei consigli che possono essere dei doni per una befana posticipata per la prossima settimana.

Consigli di lettura: per gli adulti appassionati di giornalismo e belle penne consigliamo Una Vita di Massimo Fini, come recita il sottotitolo un libro per tutti o per nessuno. Non soltanto la biografia di uno scrittore, saggista, cronista ed editorialista di spessore, Continue reading “BuoneNews Speciale Epifania”

news-1644686_960_720

BuoneNews: “Pianeta felice” n°27

Ferrara: senza dubbio Ferrara, fra le città d’arte italiane, rappresenta una perla da ammirare e da scoprire e si contraddistingue quale realtà estremamente viva nell’organizzazione di esposizioni ed iniziative di carattere culturale. Fino al 7 gennaio 2018 c’è la possibilità di visitare la mostra dal titolo ‘Carlo Bononi’, l’ultimo sognatore dell’officina ferrarese, ed il palazzo non poteva che chiamarsi dei Diamanti. Uno dei pittori più importanti della prestigiosa scuola ferrarese (1569-1632), si formò verso la fine del 500 presso la scuola bolognese e mise all’opera l’oggetto dei suoi studi grazie ad i lavori eseguiti per la Chiesa di San Salvatore a Bologna. Il passaggio a Roma rappresentò un’occasione di studio, approfondimento e un’opportunità di sfida, nell’analisi caravaggesca, esperienza determinante per le sue produzioni successive. Successivamente a Fano, lavorò molto nella Basilica di San Paterniano maturando nuove conoscenze, ottimizzando le acquisizioni ricevute e messe in pratica, mostrando segni di apertura verso cambiamenti e commistioni. Ferrara si accende di bellezza ed accoglie turisti e cittadini per apprezzare questo grande artista. Quello di Bononi è un rapporto intimo, una relazione emozionale fra le figure dipinte ed il punto di vista dell’osservatore che, ricordiamolo sempre, parte da una sensazione provocata dall’intenzione del pittore, che non sempre corrisponderà allo stato d’animo di chi guarda. Il minimo comun denominatore è però, la bellezza. Ed allora anche questa volta voliamo sulle ali della Continue reading “BuoneNews: “Pianeta felice” n°27”

Banner-newsletter

Intervista allo scrittore Federico Carro. “Il re della luce. L’ordine degli dei oscuri”, il suo ultimo libro

L’ultimo libro di Federico Carro, dal titolo “Il re della luce. L’ordine degli dei oscuri”, è una storia fantasy e avventurosa che racconta le peripezie di Fedrick per tornare dalla sua amata Eleonor.

Il libro è il primo di una trilogia e in merito a ciò ho avuto il piacere di intervistare lo scrittore.

  • Buongiorno Federico. Il tuo ultimo libro è “Il re della luce. L’ordine degli dei oscuri”. Nella biografia ad inizio romanzo ho notato che descrivendoti emerge il ruolo fondamentale delle donne nel tuo percorso artistico. In quest’ultimo libro qual è la motivazione che ti ha spinto alla sua stesura e alla scelta di Torino come luogo di ritorno del protagonista, Fedrick, che si trova a combattere a Gerusalemme?

Dopo un fortuito incontro con una ragazza torinese, decidemmo un giorno di andare in giro assieme in tale città, notai per la prima volta la magia di tale posto avvolgermi i pensieri. Torino mi ispirò attraverso la sua cosiddetta energia positiva e negativa, ed il suo esoterismo così ambiguo e particolare, tale romanzo fantasy, per la quale cominciai ad inventar un mondo parallelo attraverso un’immaginazione ricercata e particolare come codesto posto così affascinante. Ho voluto mettere Torino come destinazione finale del protagonista perché sono stato abbagliato dalle sue leggende e storie che lo circondano. Non a caso ho voluto mettere Lione e Praga come capitali di un impero dominato da dei oscuri, dove, nella realtà odierna, Lione Praga e Torino si dice che sono vertici dell’energia positiva che circola nel mondo, nel mio romanzo invece, sono le tre capitali del male assoluto, dove aleggiano gli dei oscuri con il loro ordine. Continue reading “Intervista allo scrittore Federico Carro. “Il re della luce. L’ordine degli dei oscuri”, il suo ultimo libro”