G. Lago foto 2 (1)_preview

Intervista allo scrittore Giuseppe Lago: “La Fuoriuscita”, il suo nuovo romanzo psicologico

Giuseppe Lago, medico specializzato in Psichiatria e Psicoterapia breve e integrate, direttore dell’Istituto Romano di Psicoterapia Psicodinamica Integrata, fondatore e condirettore del periodico semestrale Mente e Cura, ha pubblicato da poco un romanzo psicologico “La Fuoriuscita” che tratta il tema della psicoterapia e dei suoi eccessi, grazie ad una trama a tinte gialle.

Ho avuto il piacere di intervistarlo.

  • Buongiorno. “La fuoriuscita” è il suo nuovo romanzo. Tratta un tema molto particolare, quello della psicoterapia, esercitata agli eccessi. Il libro, come scritto nella prefazione, non si basa su fatti reali. Di conseguenza le chiedo se la sua stesura è totalmente fittizia oppure ha preso spunto da qualcosa in particolare?

Credo che tutta la produzione di uno scrittore abbia la sua matrice in fatti reali. Non tanto nel senso della cronaca quanto dei vissuti soggettivi dell’autore nelle sue vicende personali. Trattando il libro di psicoterapia, naturalmente, è fin troppo scontato che io abbia attinto alla mia esperienza e a fatti e situazioni vissute in prima persona. Ciò non significa che mi sia limitato a riproporre la fotografia dei miei trascorsi autobiografici. Il piacere di scrivere sta proprio nel comporre una trama e disegnare dei personaggi che, una volta creati, vivono di vita propria e quasi “costringono” l’autore a farli emergere nella loro originalità e indipendenza dalla vita di colui che li ha immaginati. Nella prefazione, appunto, ho sottolineato il termine allegorìa, che rivela quanto le forme, ovvero i personaggi e la trama servano a veicolare alcuni importanti contenuti, quelli sì assolutamente definiti dall’autore. Così, ho voluto affidare alla narrazione il compito di esporre la diversità tra due modelli opposti di fare psicoterapia, nell’intento di portare i lettori ad una consapevolezza scevra da qualsiasi intensione didascalica o dottrinale. Mi basta che percepiscano il rischio di sospendere il giudizio di fronte a pratiche e metodologie che richiedono la fiducia cieca e l’adesione passiva alle idee di colui (o di colei come nel libro) che accampa una non meglio definita superiorità intellettuale e una presunta e indiscutibile sanità mentale. Il modello che propongo come valido si manifesta nell’accordo continuamente perfezionato tra terapeuta e paziente, nell’interesse di quest’ultimo e che si conclude con l’emancipazione del paziente dalla persona del terapeuta. Continue reading “Intervista allo scrittore Giuseppe Lago: “La Fuoriuscita”, il suo nuovo romanzo psicologico”

27540336_1892764477424711_6655721377928599409_n

REVIEW PARTY. “Inducimi in tentazione”, una raccolta di poesie erotiche

Titolo: Inducimi in Tentazione

Autore: Lucy Dale

Genere: poesie erotiche

Prezzo: 1,99 €

SINOSSI

Il piacere è come un frutto proibito, tremendamente succulento, che ti tenta per essere colto e mangiato. Una volta assaggiato anche un solo boccone, non potrai più smettere di assaporarlo, gustandolo fino in fondo senza mai fermarti. In queste poesie un po’ diverse da quelle che sono solita scrivere, c’è tutto un mondo intimo e privato che voleva trovare la sua soddisfazione imprimendosi tra pagine che sanno di eros… Dunque, che la tentazione abbia inizio! Continue reading “REVIEW PARTY. “Inducimi in tentazione”, una raccolta di poesie erotiche”

overlay

Cinquanta sfumature di rosso: al cinema da giovedì 8 febbraio

Cinquanta sfumature di rosso, film tratto dall’ultimo capitolo della trilogia di E.L. James, uscirà nelle sale giovedì 8 febbraio, pronto a far vibrare i cuori di chi sogna una storia d’amore intensa ed eccitante.

San Valentino si avvicina e il cinema ci prepara per l’occasione proiettando da giovedì 8 febbraio Cinquanta sfumature di rosso. Torneremo quindi a vedere le vicissitudini della giovane Anastasia Steele (Dakota Johnson) e del suo tenebroso amante Christian Grey (Jamie Dornan). I due, dopo un’originale proposta di matrimonio ed una sontuosa cerimonia nuziale, trascorreranno la luna di Continue reading “Cinquanta sfumature di rosso: al cinema da giovedì 8 febbraio”

billie-holiday-1281326_960_720

Blues e piacere del testo. Divagazioni tra i miei blues e il piacere della lettura

Blues e piacere del testo.

Volevo rendere immediata la mia esperienza vissuta e questa Immediatezza nel tirare fuori ciò che sentivo fu possibile soltanto ritrovandomi a vivere la pienezza di un amore e poi la perdita di quello stesso amore.

Se c’è piacere nell’ascoltare blues insieme perché il blues è amore, sesso, è vitalità sanguigna, quando rimani da sola quella vitalità ricordata ferisce più di una lama.

Continue reading “Blues e piacere del testo. Divagazioni tra i miei blues e il piacere della lettura”

image001

Recensione del romanzo “Nessun porto nella nebbia” di Maria Campanaro

Data di pubblicazione: 6 ottobre

Titolo: Nessun porto nella nebbia

Autrice: Maria Campanaro

Genere: Storico

ISBN: 978-88-9312-280-1

Lunghezza: 457 pagine

Sinossi

Francia, 1671. L’impetuosa marchesa Isabel de Martigny s’imbarca per la Spagna, per sfuggire ai propositi del duca di Belfort, Primo Consigliere di Luigi XIV, di trasformarla nella nuova favorita del re. Durante una tempesta la sua nave viene assalita dalla Lucky Chance, un vascello pirata sotto il comando del carismatico e irrequieto Julian Koslow. Scoperto il valore che la ragazza ha per il sovrano, questi decide di barattare la sua liberazione con la consegna del duca di Rocheville, l’uomo che crede il suo vero padre e verso il quale nutre un’oscura ansia di vendetta.
In attesa del giorno dello scambio il rapporto tra Isabel e Julian cresce, li porta ad avvicinarsi e allontanarsi come nella sincronia di una danza, come nei passi di un duello, a trovare una sorprendente intesa che mette in luce tutto ciò che li accomuna, a partire dalla sete di libertà e di conoscenza e si trasforma in una passione profonda e definitiva. Lo scambio con il duca di Rocheville alla fine fallisce: Julian si rende conto che non è la persona che sta cercando. Sarà Isabel a permettergli di scoprire l’agognata verità sulle sue origini, ma numerose avversità li separano da questa rivelazione, sulle rotte seguite dalla ciurma della Lucky Chance, tra battaglie navali, agguati, arrembaggi, razzie, e tra le insidie della fastosa corte di Versailles: con la forza del trascinante amore che li unisce, Isabel e Julian dovranno in seguito affrontarne le schiaccianti ripercussioni sulle loro vite. Continue reading “Recensione del romanzo “Nessun porto nella nebbia” di Maria Campanaro”

gay-631970_960_720

Nozze gay per la prima volta nel carcere di Rebibbia. Adriana e Camilla potranno condividere la loro intimità.

Nella società postmoderna non è ancora del tutto chiaro il mistero della sessualità o, per i più romantici, dell’Amore che, senza alcun dubbio, può assumere le vesti dell’eterosessualità, dell’omosessualità o della bisessualità.

Nel caso dell’omosessualità e bisessualità, negare o demonizzare l’una o l’altra forma significa non aver compreso la complessità del genere umano e la sfera delle pulsioni, delle passioni o dei sentimenti.

Sin dall’antichità –in Grecia e a Roma – il sesso o l’Amore non era relegato alla sola eterosessualità. E, nei secoli successivi, la psicoanalisi – da Freud a Jung – si è soffermata sul ruolo della sessualità nella formazione cosciente dell’Io dell’individuo. La storia e determinati eventi, oserei dire vergognosi per l’umanità, raccontano della paura e delle discriminazioni subite da coloro che, più Continue reading “Nozze gay per la prima volta nel carcere di Rebibbia. Adriana e Camilla potranno condividere la loro intimità.”