MARINA E FABRIZIO - Foto

Intervista a Fabrizio Pucci, regista e attore dello spettacolo teatrale “TI AMO, MARIA!” al Teatro Stanze Segrete dal 20 marzo all’8 aprile

Al Teatro Stanze Segrete di Roma dal 20 marzo all’8 aprile andrà in scena lo spettacolo teatrale “TI AMO, MARIA!”di Giuseppe Manfridi, con Marina Guadagno, di cui Fabrizio Pucci è regista e interprete.

“Fabrizio Pucci, attore, regista, direttore di doppiaggio e dialoghista, nasce a Roma il 1/1/1957. Dopo il liceo frequenta il DAMS a Bologna e si diploma alla scuola di recitazione Alessandro Fersen a Roma. Entra a 20 anni nella compagnia teatrale Teatroggi con Bruno Cirino, Angiola Baggi e Roberto Bisacco, con cui collabora per diversi anni. Lavora sempre in teatro con Aldo Trionfo, Roberto Guicciardini, Mario Scaccia, Nino Mangano, Sandro Sequi, Nando Gazzolo, Mariano Rigillo, Franco Però, Giancarlo Cobelli, Leone Mancini, Pippo Franco, Armando Pugliese, Tinto Brass, Marco Gagliardo, Enzo Siciliano, Ugo Gregoretti. Dirige diversi lavori teatrali come regista. Lavora in cinema con Mauro Bolognini, Riki Tognazzi, Luciano Odorisio, Giuseppe Ferrara e Mariano Laurenti. Lavora in televisione con Rossella Izzo, Riki Tognazzi, Franco Rossi. Partecipa a moltissime trasmissioni radiofoniche con RAI 1 e 2, e collabora con Radio Luna e Radio 105. In doppiaggio dà la sua voce a Hugh Jackman, Russell Crowe, Brendan Fraser, Antonio Banderas, Gabriel Byrne, Bill Paxton, Billy Bob Thornton, Ron Moss, Wesley Snipes, Sam Neil e molti altri.”

Di seguito l’intervista.

Continue reading “Intervista a Fabrizio Pucci, regista e attore dello spettacolo teatrale “TI AMO, MARIA!” al Teatro Stanze Segrete dal 20 marzo all’8 aprile”

Silvia Siravo foto di Tommaso Le Pera 2

[COMUNICATO] Silvia Siravo tra teatro e cinema, sarà Prudance in “La Signora delle camelie” al Quirino e una moglie tradita nel film “Finché giudice non ci separi”

Talentuosa e bellissima figlia d’arte (i suoi genitori sono Edoardo Siravo e Anna Teresa Rossini) solare, spiritosa, colta: è Silvia Siravo, attrice che le tavole del palcoscenico le calca praticamente dalla nascita. In questi mesi si divide tra teatro e cinema e molti sono gli impegni in cui potremo ammirare il suo enorme talento.

Silvia Siravo sarà al teatro Quirino di Roma con la ” Signora delle camelie” dal 27 Febbraio all’ 11 Marzo. E’ in scena con Marianella Bargilli (Margherita),  Ruben Rigillo (Armando) e Carlo Greco suo padre. La regia è di Matteo Tarasco. Silvia interpreta il ruolo di Prudance un personaggio cinico e dissoluto che suona la fisarmonica.

“Il regista/poeta di questo spettacolo – afferma Silvia Siravo – è Matteo Tarasco ed è bello camminare nella sua fantasia. Ha costruito uno spettacolo pieno di fascino e poesia. Prudance, il mio personaggio, cinico e dissoluto, respira quando suona la fisarmonica, strumento cui ho provato ad avvicinarmi per l’occasione; ringrazio Matteo per la sua idea, per la sua fiducia… e il teatro perché ti permette di fare cose mai immaginate”. Continue reading “[COMUNICATO] Silvia Siravo tra teatro e cinema, sarà Prudance in “La Signora delle camelie” al Quirino e una moglie tradita nel film “Finché giudice non ci separi””

Massimiliano Bruno

Intervista a Massimiliano Bruno, ideatore della rassegna SHORT LAB e regista, attore e sceneggiatore di successo

Incomincia oggi SHORT LAB, la rassegna di monologhi e corti teatrali a cura di Massimiliano Bruno, Gianni Corsi, Daniele Coscarella e Susan El Sawi.

Per la terza stagione consecutiva, si alterneranno sul palco del Teatro Cometa Off di Roma più di 60 spettacoli tra corti e monologhi.

Ho avuto il piacere di intervistare Massimiliano Bruno, ideatore della rassegna, oltre che regista, attore e sceneggiatore.

“Ha fatto il suo esordio alla regia nel 2011 con il film “Nessuno mi può giudicare”, interpretato da Paola Cortellesi, Raoul Bova e Rocco Papaleo con il quale ottiene 5 candidature al David di Donatello e vince il Nastro d’Argento per la miglior commedia. È autore di molte sceneggiature di successo, tra cui “Notte prima degli esami” per il quale è candidato ai David di Donatello come miglior sceneggiatura, “Ex”, candidato ai David di Donatello come miglior sceneggiatura e “Maschi contro femmine” per la regia di Fausto Brizzi, “Questa notte è ancora nostra” per la regia di Paolo Genovese e Luca Miniero e “Tutti contro tutti” con la regia di Rolando Ravello e “Buongiorno papà” con la regia di Edoardo Leo. Il suo secondo film da regista “Viva l’Italia” ottiene due candidature al David di Donatello. Per il teatro stabilisce una prolifica collaborazione con Paola Cortellesi per la quale scrive tre commedie teatrali. Ottimi successi di pubblico e di critica li ottiene anche con il monologo “Zero” da lui scritto e interpretato e con “Ti ricordi di me?” interpretato da Ambra Angiolini ed Edoardo Leo per la regia di Sergio Zecca. Per la televisione scrive per “I Cesaroni”, “Quelli che il calcio”, “Non ho l’età”. Conduce varie trasmissioni televisive. È attore nella serie televisiva “Boris” vincitrice del Roma Fiction Festival dove interpreta il ruolo di Nando Martellone, e nella serie “L’ispettore Coliandro” dove interpreta il ruolo di Borromini.” Continue reading “Intervista a Massimiliano Bruno, ideatore della rassegna SHORT LAB e regista, attore e sceneggiatore di successo”

toffa-905-675x904

Nadia Toffa: “Noi malati di cancro siamo dei guerrieri, dei fighi pazzeshi”

Nadia Toffa, l’11  febbraio è tornata dietro il bancone de Le Iene e ha deciso di raccontare il motivo che l’ha spinta a stare lontano dalla televisione per 2 mesi, raccontando così la natura del suo malore che ha tenuto col fiato sospeso gli italiani.

“Ho avuto un cancro. In questi mesi mi sono curata, prima ho fatto l’intervento, poi la chemioterapia e la radioterapia. Ho seguito le cure previste, ora è tutto finito: il 6 febbraio ho finito la radio e la chemio”. Queste le parole di Nadia Toffa durante la puntata del programma di Italia Uno. “Non lo sapeva nessuno – continua la Iena – ho pensato tanto a questo momento. Fra di noi c’è sempre stata sincerità, e quindi voglio condividere con voi quanto successo. Sono molto emozionata, non è facile”. Continue reading “Nadia Toffa: “Noi malati di cancro siamo dei guerrieri, dei fighi pazzeshi””

dett_spk_gigi_ariemma-320x280

Sulle Ali della Radio: Gigi Ariemma, una delle voci storiche dell’etere nazionale

La radio è uno strumento meraviglioso di comunicazione, trasmissione di emozioni, messaggi, e colonne sonore che partono dalla evocazione di ricordi, fotografano la realtà presente ed attuale, progettano il futuro. Che siano notizie, dibattiti, trasmissioni musicali o intrattenimento, tutto è nato da lì ed ancora la gente ha voglia di ascoltare quella simpatica scatoletta con l’antenna, per immaginare, sentire davvero e sognare.

Ultimamente c’è stata una sorta di omologazione globale radiofonica, una radio è uguale all’altra, e girando la manopola risulta molto difficile individuare delle differenze fra le varie stazioni. I ritmi risultano velocissimi, i tempi sembrano ristretti, le informazioni di gossip e pettegolezzi si rincorrono senza un senso, con la classica conduzione a due che pare aver preso piede dappertutto. E poi si registra questa integrazione fra radio, televisione ed internet che sta pian piano cancellando il fascino delle casse parlanti.

Continue reading “Sulle Ali della Radio: Gigi Ariemma, una delle voci storiche dell’etere nazionale”

26166168_10159746584540321_5996394516403200936_n

Recensione del cortometraggio “LO ZAPPER” di Ettore Di Gennaro

Regia e soggetto: Ettore Di Gennaro
Sceneggiatura: Ettore Di Gennaro e Paolo D’Alessandro
Con Enrico Amoruso
E con la partecipazione di: Angelo Mucerino, Paolo D’Alessandro, Manuel Vasile, Alessandro Pavino, Veronica Caputo, Brad Calcagno, Annalisa Cavazzini, Stefania Salvi, Vito Loconte, Kevin Corsaro, Fabrizio Pavino, Ferdinando Di Gennaro, Imelda Chiappetta, Ettore Di Gennaro.
Brano finale improvvisato da: Ettore Di Gennaro & Diego Di Gennaro

“LO ZAPPER” è il nuovo cortometraggio di Ettore Di Gennaro. Come è evidente dal titolo tratta la tematica del telespettatore, interpretato da Enrico Amoroso, davanti alla televisione.

Continue reading “Recensione del cortometraggio “LO ZAPPER” di Ettore Di Gennaro”