a1

Fish & chips d’Irlanda: una storia incredibilmente italiana di fritto e immigrazione

I dublinesi lo sanno: il fish & chips migliore lo fanno gli italiani.

Aspetta un attimo: il fish & chips non era l’essenza della cultura culinaria popolare di quelle isole lassù? Fatto con patate britanniche e pesce pescato da pescatori britannici, cucinato con britannico carbone? Il cibo della working class in libera uscita, avvolto in carta di giornale bisunta e assaporato in qualche angolo urbano e industriale tutto mattoni scuri, case a schiera e ciminiere? Il cibo consumato all’uscita dei pub d’Irlanda prima di tornare barcollando a casa, ieri come oggi? E cosa c’entrano gli italiani con questa storia dai colori e dagli odori molti lontani dal Mediterraneo? E soprattutto, per quale ragione gli italiani avrebbero dovuto migrare nella terra di emigrazione per eccellenza, l’Irlanda appunto, povera quanto lo era l’Italia tra la fine dell’800 e la prima metà del 900?
Eppure, in un’intervista del 1972 della televisione irlandese RTÉ, si vede una coppia di chippers (proprietari di un fish & chips shop) italiani spergiurare davanti alla telecamera che, per quanto possa sembrare assurdo a un dublinese, fish & chips non è Continue reading “Fish & chips d’Irlanda: una storia incredibilmente italiana di fritto e immigrazione”

news-1644686_960_720

BuoneNews: “Pianeta felice” n°18

Palermo: l ‘Auser di Palermo, ovvero l’associazione per l’invecchiamento attivo sta promuovendo qualcosa di molto speciale per i suoi vecchi, termine che linguisticamente è caduto in disuso perché considerato in un’accezione meramente negativa; non considerando il fatto che sostanzialmente e pragmaticamente questo vocabolo è appieno sinonimo di saggezza, esperienza e di esistenza nel corso degli anni che seppur tanti, però sono stati vissuti. Per il 2018 sono previsti dei percorsi che pianificano l’interazione ed il dialogo fra giovani ed anziani, attraverso l’organizzazione e la strategia di un turismo di carattere sociale e culturale. I tesori e le preziosità di Palermo città d’arte e di paesaggio e della Sicilia tutta sono assicurati dalla millenaria storia arabo normanna che dal sud dell’Europa si è inserita poi nell’evoluzione storico-politica e geografica dell’antico Continente e dell’Italia in primis. A livello teorico sono stati pensati dei convegni, seminari e corsi che troveranno il loro sviluppo pratico e naturale nella condivisione di escursioni, gite e passeggiate. Non mancherà il rapporto privilegiato con il territorio, grazie anche ai sentieri dedicati alla raffinata gastronomia, per palati fini e per chi ama in generale i sapori della cucina sotto l’ombra dei Continue reading “BuoneNews: “Pianeta felice” n°18”

Vassily-Kandinsky

Kandinskij a Milano – la mostra al Mudec

Fino al 9 luglio è possibile ammirare i quadri di Kandinskij al Mudec di Milano.

Il Mudec (Museo delle Culture) di Milano ha allestito un’interessante mostra sul pittore russo Vasilij Kandinskij, aperta fino al 9 luglio prossimo. La mostra si inserisce nell’ambito di un fitto scambio artistico tra Italia e Russia, che ha visto l’esposizione delle opere di Raffaello alla Galleria Tret’jakova di Mosca lo scorso inverno, e che prevede un prossimo allestimento sul rinascimento veneto.

Continue reading “Kandinskij a Milano – la mostra al Mudec”

Buona-Pasqua

Pasqua: come si festeggia nel resto del mondo?

Il giorno di Pasqua, in Italia, è fatto di tradizioni secolari e dallo stare in famiglia, solitamente pranzando e scambiandosi uova di Pasqua.

Ma come si festeggia nel resto della Terra?

Per soddisfare questa curiosità, di seguito esporrò le differenti tradizioni dei Paesi del mondo.

In Bulgaria nei giorni antecedenti la festività si fanno grandi pulizie, si cucinano i kozunaks e si colorano le uova: il primo deve essere rosso in quanto è il colore della salute.

In Danimarca il giallo è il colore predominante.

In Germania il simbolo pasquale è il coniglietto e il giorno di Pasqua i bambini vanno alla ricerca delle uova che i genitori nascondono nel giardino o in casa.

Continue reading “Pasqua: come si festeggia nel resto del mondo?”