Ocropoiz (3)

Intervista agli Ocropoiz: nel primo lavoro discografico la rabbia e la disillusione sono predominanti

Il 9 dicembre gli Ocropoiz, gruppo alternative rock dalla provincia di Benevento, hanno presentato il loro primo lavoro discografico, dal nome “Foto Post-Mortem”. Nell’album le tematiche predominanti sono la rabbia e la disillusione.

Il gruppo, composto da 4 componenti tra i 17 e i 19 anni (Gianfranco e Giuseppe Aceto, Luca Ruggieri, Bruno Civitillo) nasce nel 2016.

Di seguito l’intervista.

  • Buona sera ragazzi, il 9 dicembre è uscito il vostro primo album “Foto post-Mortem”. Iniziamo con il nome che è davvero bizzarro. Da cosa deriva questa scelta?

Le foto post-mortem sono delle immagini ottocentesche risalenti all’età vittoriana nelle quali venivano rappresentati cadaveri di persone in posizioni che richiamassero scene di vita reale. Tali foto, però, assumono un significato retorico molto importante se rapportate al mondo d’oggi. Nelle nostre misere esistenze potremmo dedicarci al lavoro, allo studio, alla musica, ma, tra tutte queste possibilità, solo una è inevitabile: la morte. Citando Martin Heidegger, la morte “è la possibilità che tutte le possibilità diventino impossibili”, ed è così resa palese la nullità di ogni progetto. In tale discorso è ben facile accomunare la morte ad una negatività esasperata, ma il vero senso sta nella gioia del vivere. Non esiste cosa infinita se non il piacere, poiché la cessazione di esso è anche il suo culmine. Come in tutti i più grandi amplessi, è il venire in faccia al destino a dare il godimento più grande, e ciò decreterà il vero finale. Continue reading “Intervista agli Ocropoiz: nel primo lavoro discografico la rabbia e la disillusione sono predominanti”

1223221696_0f6464a7e0_z

I cani sono meglio delle persone? Per alcuni, forse, si!

Ormai è risaputo che il cane sia il migliore amico dell’uomo. Ma siamo sicuri che l’uomo sia il migliore amico che il cane vorrebbe?

Disumanità.

Questa è l’unica parola che, ad analizzare certe circostanze, mi viene in mente.

In un paese di fede – o quanto meno di cultura – cattolica, ci si dovrebbe a volte ricordare di uno dei dieci comandamenti impressi sulle tavole che Mosè lesse sul Sinai: << ama il prossimo tuo>>.

Continue reading “I cani sono meglio delle persone? Per alcuni, forse, si!”

22873063254_a5f3d9fe6a

BuoneNews: “Pianeta felice” n°5

Studi e Scienza: dedicarsi all’aria aperta produce benessere perché l’aria influenza il cervello e l’umore; allo stesso tempo svolgere varie funzioni dentro un orto induce il corpo a compiere attività fisica, un movimento che è distante dalla confortevolezza e dalla comodità degli attrezzi delle palestre della città.

In tutto il mondo gli studi sul benessere e sulla ricerca della felicità, ricordando che questa ultima può essere agevolata dallo stare bene nel proprio corpo, ma non determinata da questo status, dimostrano la verità e la veridicità di tali teorie.

Si possono risparmiare costose sedute dallo psicologo perché noi ci curiamo con il verde delle piante, con i doni della natura, quella stessa natura che ci restituisce cure, sorrisi e fiori. È nel DNA, uomini e donne ricercano costantemente il contatto con le radici e le Continue reading “BuoneNews: “Pianeta felice” n°5”

immagini.quotidiano.net

NON VOLTARE IL TUO SGUARDO: LA SIRIA SEI TU!

No, questa volta no, non possiamo voltare lo sguardo e fare finta che ciò che sta accadendo sia distante da noi.

No, questa volta dobbiamo lottare, urlare e riflettere… riflettere a fondo, chiederci se siamo ancora essere umani o siamo divenuti bestie, senza cuore e ideali!

Il popolo siriano sta vivendo da anni una pagina di storia atroce e insensata. La guerra la percuote, provocando morte e sofferenza e costringendo le popolazioni a lasciare la terra natia e i propri affetti in cerca di speranza.

La speranza è l’unica cosa che ti rimane quando anche la forza di stare in piedi non l’hai più e allora ti rimane la speranza… la Continue reading “NON VOLTARE IL TUO SGUARDO: LA SIRIA SEI TU!”