“Abissi” di Paolo Cabutto: un viaggio nei più reconditi segreti in 13 racconti

ABISSI

di Paolo Cabutto

Sinossi

Un vicino di casa che ci conosce meglio di quanto immaginiamo, macabri incontri in un cinema di periferia, una stazione della metro che sembra sussurrare il nostro nome, una tragedia shakespeariana che diventa realtà, l’ultima giornata di lavoro di un killer professionista. La paura prende il lettore per mano e lo conduce attraverso tredici stanze buie, in cui l’incomprensibile e il sovrannaturale intaccano la sicurezza della nostra quotidianità. Non resta quindi che chiudere gli occhi, trarre un respiro profondo e gettarsi negli abissi.

L’AUTORE

Paolo Cabutto nasce a Bra, in provincia di Cuneo, nel 1984. Lettore appassionato sin dalla più tenera età, è perdutamente innamorato di tutto ciò che è arte. Ha l’Inghilterra nel cuore e trascorrerebbe la vita viaggiando. Numerosi suoi racconti sono stati pubblicati in antologie, siti e riviste letterarie. Scrive di libri sul blog culturale “Blog con vista”. “Abissi” è la sua prima raccolta di racconti.

Recensione

Un viaggio negli abissi, nei più oscuri e reconditi segreti, nei misfatti, nelle vanità e nei sogni nascosti. Un libro che inquieta, turba, crea scompenso, frammenti di tensione: di quella tensione che vuole di più, più paura, più sgomento e più ansia.

“Mi resta solo l’amara consolazione d’essermi materializzata nel sogno primario della mia esistenza, costretta nell’eterna posa di un urlo disperato che echeggia senza requie dalle mute profondità della mia anima perduta.”

L’autore calibra con attenzione i racconti, i quali non sono mai narranti lo stesso soggetto; tuttavia la narrazione sarebbe stata ancor più preferibile se vi fosse stato un cambiamento drastico nella modalità di scrittura ad ogni nuovo racconto.

Il libro narra personaggi diversi, nella vita svolta e nelle aspirazioni, tra essi troviamo una pittrice, un appassionato di giardinaggio, uno scrittore, un uomo in cerca di evasione: sono protagonisti riscontrabili con le loro caratteristiche nella realtà e questo è un elemento vincente, in quanto i racconti appaiono verosimili.

Il libro è piacevole alla lettura e consente un’evasione momentanea dal quotidiano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *