IMG-20180805-WA0008

Intervista ad Alessandro Melchiorre: “la musica non ha barriere, anzi è in grado di abbatterle per il suo carattere universale”

Alessandro Melchiorre, classe 1993, è un giovane e promettente pianista e compositore abruzzese. Solidi studi, tecnica eccellente, tangibile anche per chi è a digiuno di musica classica, e dita d’acciaio che gli permettono di volare sui tasti con una delicatezza eterea.

Avvicinatosi alla musica precocemente e per gioco, Alessandro si è diplomato con lode presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara nel 2014, ed è attualmente iscritto al II° anno del biennio specialistico-sperimentale in Pianoforte presso il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila. Ha frequentato prestigiosi Masterclass con pianisti di fama internazionale, quali Pier Narciso Masi, Pietro De Maria, Andrea Lucchesini, Maria Szraiber, Luciano Bellini e tanti altri. Un punto di riferimento in Abruzzo, tanto che ha tenuto concerti per la Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” di Pescara e per altri Enti musicali in Abruzzo e non solo. Inoltre si è occupato della riscoperta dell’intera produzione pianistica del compositore Ottorino Respighi, nel quale è stato protagonista, in qualità di esecutore e promotore, di un concerto unico “Omaggio a Ottorino Respighi” svoltosi nell’agosto 2016, presso l’Aurum di Pescara. Il programma è stato dedicato completamente alla produzione lirico-pianistica del compositore bolognese, ed ha visto partecipare all’iniziativa la soprano Aleksandra Lazic. L’evento ha avuto un notevole risalto mediatico a livello nazionale. Alessandro ha qualità da vendere ed un vizio per la lode, tanto è vero che si è iscritto alla facoltà di Filosofia e Scienze dell’Educazione presso l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti laureandosi con la votazione finale di 110/110 e lode. Continue reading “Intervista ad Alessandro Melchiorre: “la musica non ha barriere, anzi è in grado di abbatterle per il suo carattere universale””

Nelson_Mandela,_2000_(5)

Nelson Mandela Day: cento anni dalla nascita di Madiba, Invictus senza tempo

Il 18 luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, socialista, ha definito un nuova identità africana. Madiba, un’icona dell’uguaglianza e della lotta contro il razzismo, passò ventisette anni in carcere pur di eliminare l’Apartheid in Sudafrica. “Un eroe contro il mondo”, per citare le parole di Barack Obama.

Oggi, se il Premio Nobel per la pace del 1993 Nelson Mandela fosse ancora vivo, avrebbe compiuto 100 anni. Un eroe senza tempo, un uomo che ha fatto della sua lotta anti-apartheid il perno della sua vita, rivoluzionario e pacifista Madiba, così veniva chiamato in ricordo del suo clan di origine, era nato sulle rive di un fiume, in un villaggio nel Sudafrica Orientale, a Mvezo. A soli ventitré anni decise di lasciare la tribù pur di non cedere all’obbligo di sposarsi. Rifiutando un matrimonio combinato e Continue reading “Nelson Mandela Day: cento anni dalla nascita di Madiba, Invictus senza tempo”

429px-Kolinda_Grabar-Kitarović_with_Reuven_Rivlin_(1)_(cropped)

Ecco chi è Kolinda Grabar-Kitarovic, la Presidente croata che ha conquistato tutti

In un paese dove la politica è sempre stata una faccenda per soli uomini, Kolida Grabar-Kitarovic nel 2015 riesce ad imporsi e a diventare la prima donna Presidente della Croazia. Dall’animo femminista, estimatrice della Thatcher e della Merkel, l’abbiamo vista sempre sorridente e fiera con la maglia a scacchi bianca e rossa, una tifosa eccellente per la sua nazionale di calcio nella Coppa del Mondo di Russia. 

Kolinda Grabar-Kitarovic, donna forte e dirompente, è stata senza dubbio il personaggio politico più entusiasta ed entusiasmante di questi Mondiali di calcio. Esulta ad ogni gol, abbraccia la bandiera, palpita ad ogni azione d’attacco, la Presidente della Croazia ha fatto della maglia a quadri della nazionale croata la sua divisa personale. Ha pagato di tasca sua le spese di viaggio per assistere alla semifinale e alla finale in Russia e si è scalata dallo stipendio i giorni in cui era impegnata a tifare la sua squadra. Il l giorno della vittoria contro l’Inghilterra, Grabar-Kitarovic non ha esitato a scendere in campo per andare a complimentarsi con i giocatori, Continue reading “Ecco chi è Kolinda Grabar-Kitarovic, la Presidente croata che ha conquistato tutti”

34177471_2445533938805347_5812243709688807424_n

La Casa Internazionale delle Donne: la “Chiamata alle arti” contro lo sfratto

Una battaglia colta, gentile e buona che si sta combattendo negli ultimi giorni a Roma. Una battaglia per salvare dallo sfratto la Casa Internazionale delle Donne, simbolo del femminismo e delle associazioni. Una battaglia in cui le donne dello spettacolo nostrano stanno portando in scena le loro arti.

Paola Turci, Fiorella Mannoia, Paola Cortellesi, Jasmine Trinca, Anna Foglietta, Sonia Bergamasco, Tosca sono solo alcune delle donne dello spettacolo che hanno risposto “sì” alla “Chiamata alle arti”. L’obiettivo comune è quello di salvare dallo sfratto la Casa Internazionale delle Donne, storico punto di riferimento e di accoglienza, simbolo del femminismo romano. Attraverso lo slogan #lacasasiamotutte, la Casa ha deciso di tirare fuori dalla tasca il jolly vincente, decidendo di puntare sulla cultura e sulle arti per arginare la possibile chiusura della sede, per gridare ancora una volta a gran voce che questo luogo è, e continuerà ad essere, un Continue reading “La Casa Internazionale delle Donne: la “Chiamata alle arti” contro lo sfratto”

Michael_jackson_1992

Michael Jackson: 9 anni senza “The King of Pop”

Sono passati già 9 anni da quel 25 giugno 2009, da quando Michael Jackson ha lasciato per sempre il suo palco, i suoi fan, la sua musica. Una morte prematura, dai risvolti controversi, eppure il suo immenso patrimonio artistico lo ha reso immortale, lo ha reso The King of Pop.

Una vita unica, piena di successi, di premi, ma anche piena di ombre, di tabù, dove la musica è sempre stata il perno centrale, il motore che lo ha reso inimitabile e inconfondibile. Michael Jackson a sei anni era già sul palco con i suoi fratelli, il ritmo lo aveva nel sangue quel bimbo afroamericano. Dopo l’enorme successo con i Jackson 5 inizia una sorprendente carriera da solista, che lo porterà a scalare anni per anno tutte le classifiche musicali. Ma nell’Olimpo degli Dei entrerà nel 1982, con l’album Thriller, il più venduto al mondo nella storia della musica, certificato triplo disco di diamante. Anche il video dell’omonimo singolo ha superato ogni limite, fondendo in maniera magistrale la musica con una spettacolare coreografia e con una vera e propria sceneggiatura Continue reading “Michael Jackson: 9 anni senza “The King of Pop””

index

FIFA World Cup 2018: apre Robbie Williams la competizione di Putin

Nella FIFA World Cup 2018, dove l’Italia sarà la grande assente, Robbie Williams delizierà i tifosi con l’apertura della cerimonia, prima di lasciare il posto alla prima partita tra la squadra di “casa”, la Russia, e l’Arabia Saudita.

E’ tutto pronto per l’evento più atteso dell’anno. La Russia sta per alzare il sipario. Milioni di appassionati di calcio e non, saranno incollati davanti ai televisori per assistere alla Fifa World Cup 2018. Sarà Robbie Williams ad aprire la maestosa cerimonia della Coppa del Mondo. “Sono così felice ed entusiasta di tornare in Russia per una performance così unica”, ha detto il cantautore inglese. “Ho fatto molto nella mia carriera e aprire la Coppa del Mondo FIFA davanti 80 mila tifosi di calcio nello stadio e molti milioni in tutto il mondo è un sogno d’infanzia. Vorremmo invitare i fan del calcio e della musica a far festa con noi in Russia, nello stadio, o sintonizzarci un po’ prima con i loro televisori per uno spettacolo indimenticabile”. Williams sarà accompagnato dalla soprano russa Aida Garifullina, dando vita ad una “stravaganza musicale” senza precedenti. Lo spettacolo avrà inizio nello stadio Luzhniki di Mosca, 30 minuti prima della Continue reading “FIFA World Cup 2018: apre Robbie Williams la competizione di Putin”