BuoneNews: “Pianeta felice” n°12

Montagna: Jacek Matuszek e Lukasz Dudek hanno realizzato, nei primi giorni di agosto, la seconda ripetizione dell’arrampicata libera Project fear sulla cima ovest di Lavaredo. Aperta nel 2014 dallo scozzese Mcload, la via sentiero segue e scruta la traiettoria della linea aperta artificialmente nel 1968 dal team squadra capitanato da Gerard Bauer. Supera i 130 metri e si riconnette al Pan Aroma fino a proseguire per la via Cimin. Scoprire, ricercare, approfondire le sensazioni, le esperienze, i dati fattuali delle vette è un percorso in verticale, in orizzontale nello spazio della mente e del corpo. Ridefinire il lato naturale e ricostruire la propria dimensione selvatica è una boccata d’ossigeno lontana dagli inquinamenti degli stress di città. Per questo con tutto il rispetto per il mare, è sacrosanto ed appassionante promuovere le vacanze di montagna, che non devono essere mero sport e turismo, ma soprattutto dimensione di equilibrio interiore per riconnettersi con la natura, con gli altri e con sé stessi. Da tale equilibrio si potrà ripartire per dedicare tempo prezioso anche al turismo e ad allo sport montanaro. Dietro ogni azione, camminata e gesto in montagna c’è dietro qualcosa di più importante, quasi impercettibile ed indefinibile. Di sicuro si può constatare l’esistenza della propria parte migliore di fronte a scenari paradisiaci. Pan Aroma è una via lunga di arrampicata sportiva sulla Cima Ovest di Lavaredo aperta da Alexander Huber nel giugno 2007 e liberata dallo stesso a luglio. È una delle vie lunghe d’arrampicata e più difficili del mondo, piena di suggestioni, di emozioni, di vette e svela la nostra amata dimensione selvatica.

Genova: la bella realtà portuale ligure ha inaugurato recentemente le volanti del mare, un appuntamento con la sicurezza sulle onde della bellezza, del benessere e degli specchi liquidi naturali. Pattuglie di agenti a bordo di acquascooter monitorano, controllano e vigilano il litorale; tali agenti sono ben formati risultando esperti nel campo della sicurezza marina e marittima, con una visione totale della difesa e dell’ordine di città e mare, grazie all’interscambio terraferma-mare. I servizi sono in armonia con i dettami della Capitaneria di porto; coordina gli interventi Alessandra Bucci che organizza tutte le attività e supervisiona le volanti. Volanti che planano sulle ali della sicurezza, dell’ordine e del decoro.

Ambiente: buone nuove dall’ambiente, un consiglio per i grandi ed i piccoli legato alla lettura; nelle biblioteche dei giovanissimi e nelle librerie a loro dedicate possiamo scovare un bel libro di Elin Kensley ’ Buone Notizie dal pianeta della terra’; qui la scienza è vera protagonista nella vita di tutti i giorni, anche se non la vediamo concretamente sotto forma di prodotto finito. Il volume è dedicato ai bambini dai 9 anni in su e ha come obiettivo quello di far comprendere quanto pensare con l’aiuto ed il sussidio della scienza sia già una scelta, una decisione che può migliorarci la vita, nel rapporto con gli altri, con noi stessi, con il mondo circostante e l’ambiente di riferimento. Va da sé che la scienza è un mezzo nobile al servizio dell’uomo e non un idolo da venerare, perché non c’ è peggior scienza di quella che non si mette in discussione. La buona scienza si interroga, dimostra, confuta, ridiscute, sempre secondo criteri scientifici e sempre ammettendo che possa esistere qualcosa che la oltrepassa e la supera. Quando viene utilizzata male sappiamo bene quali effetti devastanti può arrecare al pianeta e a noi stessi.

Roma: al Museo di Roma fino al 15 ottobre è possibile ammirare un’ampia selezione delle opere più rappresentative e significative di Piranesi, artista veneziano, incisore formidabile e figura centrale per il 700 europeo. Ad agosto la cultura non va in vacanza e per chi resta a Roma sono svariate le occasioni di appuntamenti con l’arte e la bellezza. Segnate in agenda anche questa data, è vero, è fino ad ottobre, ma tornare a vedere una bella mostra, come rivedere un film che ci ha colpiti, non fa mai male.

Parma: l’assessorato alla cultura del comune di Parma ha creato il libretto’ Estate a Parma’  e per chi non parte potrebbe anche essere letto in senso metaforico e figurato oltre che leggermente e simpaticamente ironico, “e state a Parma” … come detto per chi non si muove per milioni di motivazioni è bello godersi le proprie città con iniziative che fanno assaporare la diversità, l’originalità ed in un certo senso l’unicità di coloro che in quel momento sono lì. Può capitare ad esempio di camminare per una via prestigiosa della propria realtà urbana pensando per un attimo – in questo momento è solo mia. Discorsi a parte Estate a Parma rappresenta un ricco cartellone di spettacoli organizzati dal comune fino alla fine di agosto. Dunque siete ancora in tempo cittadini e turisti per partecipare a questi eventi; il libricino lo trovate nei locali, nelle librerie e nelle biblioteche della città. Appuntamenti teatrali, musicali, letterari e cinematografici. Perché l’estate nelle belle città in miniatura fa rima con cultura.

Salerno: i volontari che si occupano degli animali della città campana hanno assistito una cagnolina mentre gironzolava per la città con una zampa oramai in cancrena. Una donna l’ha adottata; ora Maya vive nell’accoglienza, nel calore e nella dimensione domestica di una casa con due suoi simili. Dopo un passato di sofferenza la piccola vanta in questo momento la possibilità di recuperare il sapore delle carezze e dell’affetto di una famiglia. Un ringraziamento ai volontari che lottano contro il randagismo e l’abbandono, basterebbe leggere qualche pagina del piccolo racconto di Mann, “Padrone e Cane” per comprendere quanto gli amici quadrupedi ci amino, ci venerino e riescano a perdonare.

Rinascita italiana: articolo molto interessante su il Tempo di Roma, di Lidia Lombardi sugli incentivi per rivalorizzare, rivitalizzare i borghi delle Alpi e degli Appennini, per ripartire dal trinomio territorio-arte-bellezza. (19-08-2017, settore cultura.)

Roma: da non perdere i concerti e le serate di poesia al Teatro di Marcello, cornice archeologica, versi artistici e colonne sonore senza tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.