“Il vero amico è un altro te stesso”

Oggi, 30 luglio, si celebra la giornata mondiale dell’amicizia proclamata nel 2011 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con lo scopo di stimolare iniziative di pace tra popoli, culture e individui.

L’amicizia, così come l’amore, esiste da sempre. È nata insieme al mondo e con esso è cresciuta, si è sviluppata e trasformata.

Il termine AMICO ha una etimologia molto antica; infatti è da ricondurre al latino AMICUS, che a sua volta presenta la medesima radice del verbo AMARE. Dunque, AMICUS significa letteralmente “colui che si ama”.

I greci la chiamavano “philia” e volevano indicare quel sentimento disinteressato che legava due o più persone fra loro, quell’ affinità che arricchisce chi la coltiva con pazienza e dedizione.

In ogni epoca e società ci si è interrogati su quale sia il fondamento di tale rapporto: filosofi, poeti e cantanti hanno scritto fiumi di parole su questo.

Tuttavia, dare una definizione esauriente e completa dell’amicizia non è facile, anzi è a dir poco impossibile. Si potrebbe dire che rappresenta un sentimento genuino, spontaneo o che sia sinonimo di tolleranza, accoglienza ed accettazione.

Ma è davvero tutto qui? Facendo un’analisi più approfondita sulla storia dell’amicizia si può notare come essa abbia avuto una metamorfosi lenta ma progressiva nel corso degli anni.

In una prima fase dell’umanità l’amicizia si basava sulla formalità e sul rispetto mentre negli ultimi decenni, grazie all’emancipazione della società ed alla caduta di ogni limite inibitorio, si può parlare di naturale affettuosità accompagnata non solo da parole ma anche da gesti.

Una situazione ben diversa è quella dell’amicizia che sorge nei bambini: la manifestazione più evidente di un amore non condizionato dagli infiniti stereotipi delle società moderne che tendono giorno dopo giorno ad un serrato individualismo.

Secondo l’ONU, pertanto, grazie a questo motore di pace possiamo contribuire ad una stabilità duratura, creare un reticolo di sicurezza ed un senso di responsabilità e passione per un mondo migliore, nel quale tutti sono uniti per il bene comune.

L’obiettivo è quello di promuovere soprattutto la comprensione reciproca e il rispetto delle diversità.

Per ottenere ciò, le Nazioni Unite esortano i governi, le organizzazioni internazionali ed i gruppi civili ad organizzare eventi e attività in onore di questa importante giornata.

Del resto, il concetto è così ampio che può estendersi a qualsivoglia rapporto di vicinanza: tra alleati politici, tra più Stati o anche tra persona e animale.

Tuttavia la vera amicizia, con lo sviluppo della tecnologia, viene quotidianamente inflazionata dai social, basti pensare che la si può “chiedere” con un semplice click. Per tale motivo, come ogni sentimento profondo che si rispetti, dovrebbe essere riscoperta attraverso i piccoli gesti e risaldata in un periodo in cui l’amicizia viene sottovalutata.

Quest’ultima, invece, ha un ruolo determinante nella scala dei valori morali e può addirittura agevolare il dialogo non esclusivamente tra gli individui, ma anche fra intere comunità.

Dacia Maraini, intramontabile scrittrice, si è espressa a tal proposito affermando che “un rapporto d’amicizia che sia fra uomini o fra donne, è sempre un rapporto d’amore. E in una carezza, in un abbraccio, in una stretta di mano a volte c’è più sensualità che nel vero e proprio atto d’amore”.

Questo a riprova del fatto che la sana amicizia, quella che dà senza chiedere nulla in cambio, è un dono che arriva inaspettato e che non sempre si è in grado di riconoscerlo e di mantenerlo saldo.

La legge del dono fatto da amico ad amico è che l’uno dimentichi presto di aver dato e l’altro ricordi sempre di aver ricevuto”. Seneca più di ogni altro, fin dalla notte dei tempi, ha saputo mettere per iscritto con estrema semplicità la pura essenza dell’intera esistenza.

L’amicizia, dunque, è un sentimento pieno di sfaccettature e dalle mille sfumature. Nessuna è uguale all’altra, ma è proprio nella diversità che sa essere unica.

Benedetta Marchese

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato su tutti i nostri articoli!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.