Intervista ad Andrea Ricciuti: “Fatemi Posto”, il suo album d’esordio

Andrea Ricciuti inizia la sua carriera musicale molto giovane nei Res Gesta, un gruppo formato assieme ad amici della scuola Music Academy, dove si diletta a cantare accompagnato da una chitarra comprata due giorni dopo aver assistito ad un concerto di Gianluca Grignani. Agli esordi in questa cover band, Andrea può sperimentare sia la musica e sia il canto, alternandosi al microfono con altri membri del gruppo. L’esperienza però termina ancor prima dei primi ingaggi ufficiali. Agli albori degli anni 2000 Andrea prosegue la sua esperienza musicale formando i Mostrofonico, un’altra cover band – questa volta più strutturata e con influenze indie rock – con la quale può cominciare ad affrontare i primi palchi e i primi concerti anche fuori dalle mura amiche cittadine.

Dopo un anno di alti e bassi Andrea si sente pronto per affrontare un nuovo percorso musicale, questa volta dando vita ad un progetto tutto nuovo e molto più affine al suo modo di concepire la musica. Nell’inverno del 2003 nascono ufficialmente gli Oltremodo, la band con la quale Andrea passerà più tempo in assoluto e con cui – nel ruolo delicato di cantante – darà alla luce i suoi primi lavori da autore ed esecutore. La band si propone di affrontare un repertorio originale che sperimenta diverse sonorità all’interno del genere rock italiano. I testi fluiscono con facilità e gli arrangiamenti soddisfano spesso le aspettative dei membri della band, creando una sinergia potente che sfocerà nella produzione nel 2008 del loro primo album: Paesaggi di un’anima.

La bella esperienza con gli Oltremodo giunge però al termine l’anno successivo e ognuno dei membri prende strade artistiche diverse. Andrea, sceglie di continuare la sua attività di cantante affiancandovi quella di chitarrista e crea, nel 2011, il gruppo DeaSchiva con il quale sperimenta la produzione di altri brani e altri generi musicali dalle sonorità più dure ed emotive.

Tre anni dopo anche i DeaSchiva terminano il loro lavoro e Andrea resta orfano di una vera e propria band. Dopo un paio di esperienze non soddisfacenti decide di procedere da solo alla produzione di altri testi e altra musica destinata a diventare un album solista dal titolo Fatemi Posto, nel 2018. Grazie alla collaborazione con Giuseppe Tranquillino Minerva, che si diverte a sperimentare suoni disarmonici e ritmi sincopati, Andrea gioca con testi profondi e taglienti facendo di quest’album il suo lavoro più rappresentativo e maturo.

  •  “Fatemi Posto” è il tuo album d’esordio. Cosa hai provato quando per la prima volta lo hai visto realizzato?

Una grandissima soddisfazione a coronamento del grande impegno profuso dal sottoscritto e dal produttore e arrangiatore Giuseppe (Beppe) Tranquillino Minerva.

  •  Vi è un leit motiv che unisce i brani contenuti nell’album?

Mi piace considerare i brani di Fatemi Posto come dieci “schegge impazzite”, ognuna delle quali capace di veicolare messaggi ed emozioni interessanti e di un certo spessore.

  • Come è avvenuta la stesura dei brani? Hai una routine particolare nel componimento delle canzoni?

Solitamente scrivo cercando di immaginare da subito la musica che vorrei associare al brano. Mi capita spesso di scrivere il testo e poi prendere la chitarra per creare subito una linea melodica. Tutto questo nella forma più semplice possibile.

  •  Hai da sempre avuto band con le quali suonare. Come vivi l’esperienza da solista e c’è qualcosa che ti manca del vivere la musica in un gruppo?

Sicuramente hai meno pensieri portati dal dover gestire un gruppo di persone, di situazioni e gestirti tu stesso all’interno di un simile contesto. Detto questo fare musica insieme ad altri, in generale, è divertente e allo stesso tempo stimolante. Le persone giuste hanno la capacità in qualche modo di arricchirti e questo concetto, a mio avviso, vale anche per chi fa musica ed arte in generale. Comunque ho ricominciato da poco a suonare con altre persone proprio i brani di “Fatemi Posto”, incrociamo le dita e stiamo a vedere.

  •  Cosa ti auguri per il futuro?

Come cantautore mi auguro sicuramente di continuare a scrivere e comporre, di avere sempre qualcosa di genuino e interessante da dire e di potere condividere con più persone possibili musica ed emozioni. 

Contatti e social

Album Spotify https://open.spotify.com/artist/0GS8TYZWO1u1Sb0xqJe4NW

Album Qobuz https://www.qobuz.com/ie-en/album/fatemi-posto-andrea-ricciuti/bmnde9aybi6qa

Canale Youtube https://www.youtube.com/channel/UCYtImOejg4Avbc3iV3C-3ig

Amazon https://www.amazon.it/Fatemi-posto-Andrea-Ricciuti/dp/B07GVPH91B/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1540325750&sr=8-1&keywords=andrea+ricciuti

Profilo Fb https://www.facebook.com/andrea.ricciuti75

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.