Intervista ad Eleonora Lastrucci: “creo l’esclusività, le mie creazioni nascono dalla bellezza del tessuto”

Ho avuto il piacere di intervistare la stilista Eleonora Lastrucci, una donna creativa ed innamorata del suo mestiere, in grado di comunicare tale passione non solo attraverso i suoi abiti ma anche con le sue parole.

Eleonora ha una fulgida carriera nell’alta moda, vanta collaborazioni con molti brand e stilisti quali Enrico Coveri, suo amico e mentore.  

Da qualche anno ha creato un suo brand, contraddistinto dall’eleganza, dalla finezza e della sinuosità delle sue creazioni.

  • Eleonora inizio con il chiederti come è nata la passione per la moda e come questa passione si evoluta nel corso degli anni divenendo un lavoro?

La mia passione è nata all’età di 7 anni. Mio padre aveva un’azienda tessile a Prato dove stampava tessuti ed io sono nata in questa grande famiglia dove si respirava l’odore del tessuto, dell’eleganza.

Ho frequentato la scuola d’arte a Firenze e mentre studiavo già lavoravo perché il pomeriggio a fine orario scolastico, andavo in azienda e da subito i miei disegni venivano stampati su stoffa per clienti in tutta Italia.

Ho avuto modo di conoscere persone particolari nell’ambito della moda, come Roberto Cavalli che portava i suoi jeans a stampare nella nostra azienda.

Finiti gli studi, ho iniziato a lavorare nella stessa ditta di famiglia, poi con Enrico Coveri, amico di famiglia, da lui ho imparato ad osare nei colori e nelle forme.

Ho continuato il mio lavoro, ma non sono mai stata interessata ad avere collaborazioni, che se da una parte avrebbero favorito la mia introduzione nel mondo dell’alta moda, dall’altra avrebbero sennò condizionato ma certamente limitato i miei impulsi creativi.

Ph: Aldo Fallai
  • Le tue collezioni è possibile trovarle anche nei negozi?

Il mio BRAND nasce come abito artigianale di altissima moda, ma su misura, quindi è molto difficile venderli in una Boutique.

Ma ultimamente ho avuto molte richieste e per tale motivo sto ampliando la vendita.

Al momento sono presenti in alcuni Atelier ma a breve saranno nei migliori negozi di Firenze, Roma e Milano.

Il BRAND, tuttavia, nasce e rimane unico e artigianale, l’abito è pensato per la persona specifica perché ogni donna ha una sua bellezza e la mia idea di perfezione è di sublimarla.

  • I suoi abiti si caratterizzano per essere estremamente femminili, eleganti e sinuosi. Hai mai pensato di creare anche capi più sportivi?

La mia fonte d’ispirazione sono gli abiti d’alta moda e a breve ho prospettive future per una linea da Cocktail, che dovrebbe essere presentata il prossimo anno durante il mese della moda a Milano.

  • C’è un tessuto che come stilista prediligi?

Le Paillettes, senza ombra di dubbio.

  • C’è stato un momento preciso nella tua vita, un attimo da immortalare in cui hai sentito, hai compreso che la tua passione si era realizzata?

Mi sono entusiasmata quando ho capito che la mia professione poteva essere abbinata all’arte.

Ho avuto la volontà di voler fare un servizio fotografico in uno studio di un noto pittore, abbiamo realizzato questo servizio con i miei abiti da sposa nel suo Atelier tra i suoi ritratti con modella e musicista, è stato bello!!

Ph: Studio Fotografico Bolognini
  • C’è un capo che credi che nell’armadio di una donna non dovrebbe mai mancare?

Non dovrebbe mai mancare il cappello e naturalmente l’abito da sera!!!

  • Pensi che la moda serva a velare il corpo di una donna o a rappresentare chi si è?

A svelare quello che si è, semmai.

Con un abito voglio trasmettere alla donna il senso di rappresentanza di se stessa. Deve sentirsi bella, desiderata.

La moda è un’idea suggestiva, ogni donna ha una sua propria bellezza naturale, lo scopo che mi sono prefissata, che è anche stato il mio sogno adolescenziale è quella di porla in risalto senza tuttavia uscire dai margini del garbo. L’eleganza in certi casi è persino discrezionalità. Si osa nella misura in cui la forma rimanga aderente alla sinuosità di un corpo in movimento.

Le mie creazioni nascono dalla bellezza del tessuto, creo l’esclusività, l’unicità della materia prima, dopo arriva il disegno creativo, il cartamodello, la cucitura fino alla realizzazione dell’abito.

La linea sartoriale, la cura del taglio e delle proporzioni, donano una eleganza immediata, che mette in risalto la forma di ogni corpo.

Ph: Studio Fotografico Bolognini
  • Domanda jolly: c’è una domanda che avresti voluto ti facessi?

Si!!! Questa:

In definitiva perché crei?  Creo in risposta ad impulsi quasi irrefrenabili che mi portano in qualsiasi ora del giorno a interrompere quello che sto facendo per catapultarmi su un foglio bianco qualsiasi e disegnare l’idea di cui sono “preda”.

https://www.eleonoralastrucci.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.