Intervista agli “In June”: il sogno di partire in tour per portare la musica ovunque.

E’ uscito il 27 marzo per Pop Up Live Sessions After Midnightil nuovo secondo singolo degli In June, la giovanissima band romana dai forti riferimenti all’alternative rock europeo che ha esordito con il brano Yearspubblicato a fine gennaio.

  • “After Midnight” è il vostro secondo singolo. Un brano che parla di scelte e dell’importanza di ascoltare la propria voce interiore. Come nasce il testo e successivamente il video del singolo?

Il testo di After Midnight racconta di una notte insonne passata a pensare ai dubbi e alle paure che attanagliano la vita, soprattutto nel caso in cui è necessario prendere una decisione. Nel video è il protagonista ad essere in questo stato. Nel bel mezzo di una festa tra amici si ritrova perso nei suoi pensieri e a vagare nella sua mente, rappresentata dalle strade della suggestiva Roma notturna, per finire poi di nuovo con i piedi per terra, accanto ai suoi amici.

  • Ci sono stati dei momenti nella vostra vita artistica in cui la voce interiore è venuta meno e sono emersi i dubbi?

Si, ognuno di noi ha passato dei momenti in cui è difficile ascoltare quella voce che la maggior parte delle volte sa dove guidarti, ma prima o poi ritorna a parlarti ed è proprio quella voce che secondo noi ci ha fatto incontrare.

  • Questo è il vostro secondo singolo e si caratterizza per il mood malinconico e rock che sembra contraddistinguervi. Anche i prossimi brani seguiranno questo sound?

Con il terzo singolo, che uscirà a breve, abbiamo voluto mostrare un altro lato del nostro sound, mantenendo sempre la vena rock, ma non vogliamo anticipare nulla così che, ci auguriamo, la sorpresa sia più grande!

  • A quali artisti vi ispirate nel panorama musicale per comporre la vostra musica?

Sicuramente le nostre più grandi ispirazioni sono le atmosfere nordiche come quelle dei Daughter, di Aurora e degli XX mescolate a suoni più aggressivi come quelli dei Placebo. Se qualcuno volesse approfondire di più il nostro background musicale, vi consigliamo la nostra playlist “In June Essentials” che trovate su Spotify!

  • In questa quarantena state tenendo compagnia ai vostri fan con delle session fatte in casa. Come vivete questo periodo di profonda incertezza?

Sicuramente non è facile per nessuno, ma dedicarci alla nostra musica ci fa sentire molto meglio. È proprio per questo che abbiamo deciso di creare quelle session e di organizzare delle dirette sulla nostra pagina Instagram, per confortarci a vicenda con chi ci segue. È spiacevole non avere una visione definita del futuro ma quel che è certo è che la musica non ci abbandonerà mai, neanche in questi brutti tempi.

  • Gli artisti hanno timore per il futuro che li attende. Avete un brano da consigliare ai lettori e che può essere metafora dello stato d’animo che si sta vivendo?

Ciascuno di noi durante questa quarantena sente il bisogno di cose diverse, quindi, Mara consiglia Helicopter dei Bloc Party, Pierpaolo Backseat di Carina Round e Dan Amsterdam dei Nothing But Thieves.

  • Qual è il vostro sogno per il prossimo futuro?

Anche se al momento il nostro sogno più grande è quello che tutto torni alla normalità e quello di poter tornare a suonare, nei nostri desideri c’è sempre quello di partire in tour e portare la nostra musica ovunque!

Instagram: https://www.instagram.com/injuneofficial/
Facebook: https://www.facebook.com/injuneoffical/

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato su tutti i nostri articoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.