KLUNNI The Clown: una serata per cibarsi d’arte!

Sabato 22 aprile si è tenuto presso il Brittway Garage di Roma un evento imperdibile: la presentazione del promo di KLUNNI The Clown.

KLUNNI The Clown è il progetto di due giovani artiste: Sara Colonnelli e Francesca Conte.

È un thriller psicologico che si occupa del tema della pedofilia attraverso la storia di cinque universitari che si troveranno a dover affrontare un serial killer e a scavare nei più oscuri segreti e nella mente oscura e ferita dell’assassino.

La serata ha visto l’ingresso trionfante ed emozionante delle due artiste sulle moto Triumph. Il pubblico le ha accolte con la medesima emozione e impaziente di scoprire cosa l’evento avrebbe riservato.

Per la prima volta è avvenuta la proiezione del promo, accolto con un sincero e caloroso applauso.

Le due registe, sul palco, hanno spiegato il loro progetto, ringraziando chi le sta supportando (aziende, sponsor e privati), i quali colta la loro capacità creativa hanno voluto accompagnarle in tale impresa.

Abbiamo deciso di affrontare e creare KLUNNI The Clown nella maniera più genuina possibile – queste le parole delle due registe – tramite una campagna di crowdfunding. Grazie a voi questo progetto prenderà vita.”

L’obiettivo della serata, infatti, era non solo la presentazione del promo ma anche far conoscere la campagna crowdfunding pubblicata dal noto sito https://derev.com/klunni dove sinossi, procedimento e dinamiche creative, sono accompagnate da foto del backstage e testimonianze.

Marcel Proust scrisse: “Il mondo non è stato creato una volta, ma tutte le volte che è sopravvenuto un artista originale”. Ecco in questo caso le artiste sono due e l’arte, poiché fatta per cibare la mente, va alimentata.

Invito i lettori, dunque, a digitare: https://derev.com/klunni e se innamorati e curiosi di quel che leggono e di quel che sarà, contribuire per fare in modo che il progetto si realizzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.