Patente alle donne in Arabia Saudita: dal 24 giugno il recesso del divieto di guida alle donne

#Iwilldrivemyself, l’hashtag della libertà batte il divieto di matrice religiosa.

Donne al volante, libertà riformante. Questo deve essere assunto a nuovo motto, dopo che anche in Arabia Saudita sta diventando realtà il recesso del divieto di guida alla donne. Arabia Saudita che, secondo Reuters, rimaneva l’unico stato al mondo a vietare la guida alle donne. Questo fino alla dichiarazione lo scorso settembre del re Salman che annunciava la revoca del divieto entro nove mesi. Il permesso di guida alle donne sarà, infatti, ufficialmente concesso il 24 giugno, ma a venti giorni dall’ entrata in vigore, sono già state rilasciate 10 patenti.

Dopo la prima consegna simbolica delle patenti, il 4 giugno scorso, alle dieci cittadine saudite, dal governo saudita si è diffusa la notizia di un prossimo rilascio di altri duemila permessi di guida nei giorni avvenire. Per mettere in pratica questo diritto faticosamente ottenuto, dopo quasi tre decenni di inspiegabile sopraffazione, alle migliaia di neo-patentate non resta che aspettare il  24 giugno, simbolo di una nuova parziale libertà femminile

Nonostante l’apertura mostrata dal Re Salman alla promozione di riforme sociali a favore dei diritti delle donne nei suoi tre anni di governo, la situazione femminile rimane ancora fragile e contraddittoria. Continuano infatti arresti di attiviste. Risale a un paio di settimane fa larresto di cinque donne tra le più influenti nella lotta per i diritti delle donne, tra cui il permesso di guida. Tra esse Loujan Al Hatloun, Eman al Najaf e Aziza Yousef.

Sembra perciò ancora molto lunga la strada da percorrere per le donne saudite (in questo caso, ma non solo) per vedere i loro diritti e le loro libertà garantite appieno. La revoca del divieto di guida è quindi ridotta ad un obiettivo da spuntare nella lista delle vittorie ancora da raggiungere.

Rachele Signorini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *