Recensione del film “American Animals”: “Ho pensato che avrei dovuto fare io stesso dei cambiamenti”.

American Animals

Scritto e diretto da

BART LAYTON

con EVAN PETERS, BARRY KEOGHAN, BLAKE JENNER, JARED ABRAHAMSON

 

CAST E DATI TECNICI

Regia e sceneggiatura Bart Layton

Fotografia Ole Bratt Birkeland

Montaggio Nick Fenton, Julian Hart

Scenografia Scott Dougan

Costumi Jenny Eagan

Musica Anne Nikitin

Trucco Megan Areford

Casting Avy Kaufman

Prodotto da Katherine Butler, Dimitri Doganis, Derrin Schlesinger, Mary Jane Skalski

Una produzione AI Film, Film4, Raw Productions

Origine USA 2018

Titolo originale e

durata

American Animals,

116 minuti

CAST ARTISTICO

Warren Evan Peters

Spencer Barry Keoghan

Eric Jared Abrahamson

Chas Blake Jenner

Betty Jean ‘BJ’ Gooch Ann Dowd

Se stesso Spencer Reinhard

Se stesso Warren Lipka

Se stesso Eric Borsuk

Se stesso Chas Allen

IL FILM

Basato su eventi realmente accaduti, AMERICAN ANIMALS racconta la storia di una delle più audaci e sorprendenti rapine della storia americana.

Diretto  dall’inglese Bart Layton, già autore dell’acclamato documentario  L’impostore -The Imposter, il film ha per protagonisti Barry Keoghan (Il sacrificio del cervo sacro, Dunkirk) e Evan Peters (X-Men, American Horror Story).

Spencer e Warren, due amici cresciuti a Lexington, nel Kentucky, studiano all’università locale ma vogliono dare una svolta alla loro vita e per farlo sono pronti a tutto. Il loro obiettivo diventa  rubare un rarissimo libro antico, che malgrado l’enorme valore viene custodito nella biblioteca universitaria senza particolari misure di sicurezza. Reclutati altri due compagni, il contabile Eric e lo sportivo Chas, iniziano a programmare il colpo fino agli ultimi dettagli, ma li attende una serie di rocamboleschi imprevisti…Layton mescola abilmente realtà e finzione in un film che rinnova il genere spingendolo verso direzioni impreviste e  coinvolgendo il pubblico in una vicenda dal ritmo serratissimo e ricca di colpi di scena.

Recensione

Il film è basato su una storia vera, è il racconto di un rocambolesco furto e la narrazione di come dei semplici ragazzi possano decidere qualcosa di impensabile e cambiare le sorti del loro destino.

Ragazzi, all’apparenza, bravi, educati: così ne parlano i vicini e i genitori.

L’opera si sviluppa in un recente passato: 18 mesi prima, prima che le loro vite e quelle delle persone a loro care cambiassero.

È un’opera che ha il valore aggiunto di avere accanto agli attori anche i protagonisti veri della vicenda, ora giovani adulti, i quali raccontano tutto ciò che avvenne, come era stato pianificato e i pensieri che intervallarono le loro azioni.

I quattro ragazzi sono differenti nelle caratteristiche, nell’aspetto e nel ceto sociale ma tutti hanno in comune il desiderio di fare qualcosa, di uscire dalla noia e superare l’insoddisfazione tipica della gioventù.

Barry-Keoghan-e-il-vero-Spencer-Reinhard

Spencer è un ragazzo timido, studioso ed artista (ama dipingere); Warren è l’amico sbagliato, colui che spinge l’altro a compiere qualsiasi azione divenga pensabile. All’impresa si aggiungono Eric e Chas, entrambi presi nel gruppo per dei motivi specifici.

La decisione intrapresa è quella di rubare alcuni manoscritti dalla biblioteca ma soprattutto il libro antico più costoso al mondo, dal valore di 12 milioni.

Evan-Peters-con-il-vero-Warren-Lipka

Durante lo svolgimento della vicenda è chiaro che le versioni dei giovani non sono del tutto coerenti tra di loro e che molti dettagli potrebbero essere fantastici; questo rimarca maggiormente il fermento e la “bolla” in cui vivevano i ragazzi, convinti che il loro piano fosse attuabile.

“Ho pensato che avrei dovuto fare io stesso dei cambiamenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.