“Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri” di Tommaso Zorzi: recensione del romanzo

Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri

Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri

di Tommaso Zorzi
pubblicato da Mondadori

Editore Mondadori

Collana Novel

Formato Brossura

Pubblicato 16/06/2020

Pagine 204

Lingua Italiano

“Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri” di Tommaso Zorzi, edito dalla Mondadori, è un romanzo che con un linguaggio semplice, affine ad un pubblico di giovanissimi, racconta una vicenda sentimentale ma soprattutto di amicizia.

L’amicizia, infatti, è l’elemento sempre presente nel libro, così come nella vita del suo protagonista, Filippo, il quale vive in casa con l’amica storica Bea.

L’autore ci narra una vita costellata di “normalità”, tra piccoli e grandi problemi sentimentali, incontri fatui e chiacchiere tra amici. Tra Bea e Filippo, quasi fin da subito, vi è la presenza di Alice, amica dei due dal futuro incerto e in cerca di ospitalità, seppur non richiesta.

“Il giovane giornalista sportivo che di sport non capisce molto, ma di sportivi sì; e la studentessa inconcludente di origini calabresi alle prese con la Milano della moda”: questa la descrizione di Filippo di sé stesso e di Bea.

Bea ha appena trascorso un anno orribile costellato dalla rottura con il fidanzato storico Fabrizio, mentre Filippo è sempre costantemente alla ricerca dell’uomo giusto, di chi non sarà solo un futile seppur piacevole incontro ma diverrà presenza costante.

“Questo, infatti, sarà l’anno del mio fidanzamento, l’ho deciso.

L’ho scritto anche sulla lavagna dei buoni propositi del locale in cui ho perso la cognizione di me stesso insieme a Bea aspettando la mezzanotte. Si, Filippo Villa, ventiquattro anni, milanese da generazioni, giornalista sportivo e party – boy, quest’anno si fidanzerà”.

La ricerca dell’amore, tuttavia, presuppone rischi e incontri catastrofici. L’autore ce ne fornisce alcuni esempi, facendo scoprire al lettore come l’universo umano ha in sé aspetti fuorvianti.

Accanto a loro, nella loro abitazione di Via Castaldi, nel cuore del quartiere milanese di Porta Venezia, vi è il cane di Filippo, Gilda. Un imprevisto lo costringerà a cercare qualcuno che possa occuparsi di Gilda per alcuni giorni, causando l’incontro che minerà la sua stabilità, quello con Diego. Diego è un affascinante e misterioso giovane ragazzo, con una fidanzata nel suo paese, Monopoli, in Puglia, ma pronto ad appassionanti incontri con Filippo.

Il libro ha la piacevole prerogativa di avere alcuni “Intermezzi” che raccontano, attraverso un occhio esterno al romanzo, ciò che accade all’interno dello stesso, con un’introspezione maggiore rispetto alla narrazione che scorre velocemente e con leggerezza.

Tommaso Zorzi in “Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri” con ironia racconta al lettore una delle tante storie di cui il mondo giovanile è costellato: chi non ha mai incontrato la persona sbagliata credendola perfetta? Chi non si è fidato delle sue emozioni gettandosi nel fuoco? Chi non ha creduto nell’amore rimanendone ferito?

Diego, infatti, l’affascinante dog sitter che conquisterà il cuore di Filippo, si rivelerà un “fuoco fatuo” ma sarà anche l’occasione per scoprirsi ancora più vicini con Bea e Alice e forse comprendere che l’amore ha un suo momento preciso: non si può scegliere il momento in cui fidanzarsi ma sicuramente si può scegliere di essere felici. La casualità è sempre presente e i piani pur se stabiliti molto spesso vengono meno, trascinando con sé sorprese più o meno piacevoli.

https://www.mondadoristore.it/Siamo-tutti-bravi-fidanzati-Tommaso-Zorzi/eai978880472264/

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato su tutti i nostri articoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.