CARTELLO_SMS_SETTEMBRE_DICEMBRE_2018_Grande_contro_il_cancro_Soleterre_b...

[COMUNICATO] SOLETERRE: prosegue fino al 31 dicembre la campagna SMS “Grande Contro il Cancro”. Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali. Obiettivo: 450.000 mila euro!

Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati raccolti 315.000 mila euro

Il prossimo obiettivo di SOLETERRE è raggiungere un totale di 450.000 mila euro!

 PROSEGUE FINO AL 31 DICEMBRE LA CAMPAGNA SMS

GRANDE CONTRO IL CANCRO

 è possibile donare inviando un SMS al 45520

Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali

Prosegue fino al 31 dicembre la campagna SMS “GRANDE CONTRO IL CANCRO promossa da Fondazione SOLETERRE per finanziare il Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP) attivo in 5 Paesi (Italia, Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio e Uganda). Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati raccolti 315.000 mila euro, ma l’obiettivo della Fondazione SOLETERRE è raggiungere entro dicembre la cifra totale di 450.000 mila euro. È possibile donare attraverso l’invio di un SMS del valore di 2 euro al numero 45520 o una chiamata da rete fissa dal costo di 5 e 10 euro. Continue reading “[COMUNICATO] SOLETERRE: prosegue fino al 31 dicembre la campagna SMS “Grande Contro il Cancro”. Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali. Obiettivo: 450.000 mila euro!”

CARTELLO_SMS_SETTEMBRE_DICEMBRE_2018_Grande_contro_il_cancro_Soleterre_b

[COMUNICATO] SOLETERRE: fino al 31 dicembre è attiva la campagna SMS “Grande Contro il Cancro”. Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali. Obiettivo: 450.000 mila euro!

Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati raccolti 315.000 mila euro

Il prossimo obiettivo di SOLETERRE è raggiungere un totale di 450.000 mila euro!

 FINO AL 31 DICEMBRE È ATTIVA LA CAMPAGNA SMS

GRANDE CONTRO IL CANCRO

è possibile donare inviando un SMS al 45520

Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore

potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali

Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati raccolti 315.000 mila euro, ma l’obiettivo della Fondazione SOLETERRE è raggiungere entro dicembre la cifra totale di 450.000 mila euro per finanziare il Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP) attivo in 5 Paesi (Italia, Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio e Uganda).

Fino al 31 dicembre Fondazione SOLETERRE promuove la campagna SMS “GRANDE CONTRO IL CANCRO. È possibile donare attraverso l’invio di un SMS del valore di 2 euro al numero 45520 o una chiamata da rete fissa dal costo di 5 e 10 euro. Continue reading “[COMUNICATO] SOLETERRE: fino al 31 dicembre è attiva la campagna SMS “Grande Contro il Cancro”. Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali. Obiettivo: 450.000 mila euro!”

european-union-1328256_960_720

Consiglio UE migranti, perché l’Europa non è più “Unione” e l’Italia non ha “vinto”

«…per creare intorno al nuovo ordine un larghissimo strato di cittadini interessati al suo mantenimento, e per dare alla vita politica una consolidata impronta di libertà, impregnata di un forte senso di solidarietà sociale» (Il Manifesto di Ventotène: “Per un’Europa libera e unita. Progetto d’un manifesto, 1941).

Il progetto originario, contenuto nel Manifesto di Ventotène, di quella che chiamiamo Unione Europea parla di solidarietà. I Trattati hanno poi reso questo concetto un principio cardine della realtà europea, a lungo vista come un modello politico straordinario. L’unico davvero vincente in un Mondo sempre più competitivo, interconnesso e internazionalizzato. Altiero Spinelli ed Ernesto Continue reading “Consiglio UE migranti, perché l’Europa non è più “Unione” e l’Italia non ha “vinto””

19396734_1410558288992649_3975446585128204696_n

[COMUNICATO] ALELAB – LA SARTORIA DI ALE: progetto di formazione e inserimento lavorativo

Moda, lavoro, creatività e formazione. Un luogo fisico, un negozio, un laboratorio di idee, pieno di creatività e di voglia di fare. Tutto questo è “AleLab – La Sartoria di Ale” con sede nel centro storico di Crema, la città Premio Oscar per il film “Chiamami col tuo nome” di Guadagnino. E nel nome di Ale (Alessandra Brusaferri) è nato il progetto di formazione e inserimento lavorativo di donne, ragazzi e ragazze che si trovano in un momento di difficoltà o richiedenti protezione internazionale.

Ideato dall’associazione La Casa di Ale Onlus ha un grande obiettivo: formare e ridare lavoro e speranza a quelle persone che in un momento della loro vita si sono trovate in difficoltà esistenziale o economica o che hanno deciso intraprendere un viaggio alla ricerca di una vita migliore.

Nato come proseguimento naturale del progetto “Cuciamo una storia a lieto fine” finanziato da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, AleLab e ideato dalla presidente dell’associazione Paola Freddi e da Viviana Bianchessi è riuscito in questi anni a diventare un vero e proprio laboratorio di formazione, produzione di abiti su misura, restyling di vecchi capi, stireria, riparazioni sartoriali. Continue reading “[COMUNICATO] ALELAB – LA SARTORIA DI ALE: progetto di formazione e inserimento lavorativo”

european-union-155207_960_720

Europa, dove l’accoglienza è sinonimo d’invasione!

Chi è critico nei confronti dell’Europa e ne preferisce, forse, la fine piuttosto che la prosecuzione, quale alternativa propone? Il ritorno al passato, quando gli Stati erano gli uni contro gli altri e la pace era costantemente sul filo del rasoio? Una pace assicurata a suon di alleanze tra due o più Paesi, mossi da interessi egoistici? Domande queste alle quali dovrebbero saper rispondere, in modo concreto e costruttivo, quelle figure politiche apertamente antieuropeiste.

Se, da una parte, l’indebolimento dell’Europa non è mai stato tanto reale, dall’altra, non sembra sia possibile per ora aspettarci “un vento di cambiamento”. Le elezioni in Ungheria si sono concluse con l’ennesima vittoria del nazionalista e populista Viktor Orbàn. Un risultato preoccupante per la tenuta dello Stato di diritto, dopo che i giornalisti del canale di Stato Mtva hanno confessato di Continue reading “Europa, dove l’accoglienza è sinonimo d’invasione!”

.facebook_1521639677881

Roma, il caso del Baobab: quando l’accoglienza si regge sul volontariato

Entrando al Baobab Experience colpisce l’odore acre del fumo. I migranti ospiti del presidio accendono dei fuochi di fortuna per riscaldarsi. Il Baobab si trovava in via Cupa, in prossimità del Verano. Oggi si trova in via Gerardo Chiaromonte. Il presidio è nascosto dalla grande e moderna struttura della stazione Tiburtina. Coesistono due realtà estranee e soltanto idealmente distanti l’una dall’altra. Davanti c’è la Tiburtina battuta dal traffico quotidiano, dietro, superato il parcheggio fs, il presidio. Sono numerosi i volontari che prestano aiuto ai tanti migranti alloggiati nelle tende: ragazzi, scout, medici e avvocati. Soprattutto nel fine settimana puliscono l’area, sistemano le tende, distribuiscono i pasti, offrono l’assistenza sanitaria e legale necessaria.

La grande assente è l’amministrazione capitolina. Assenza confermata da un ‘veterano’ del presidio, Andrea Costa, che da 3 anni aiuta i migranti che trovano rifugio al Baobab. Andrea vive quotidianamente in prima persona le falle dell’accoglienza, testimone dei numerosi sgomberi subìti dal presidio. È al Baobab che ci si rende conto del ruolo chiave dei volontari e delle donazioni dei cittadini. Continue reading “Roma, il caso del Baobab: quando l’accoglienza si regge sul volontariato”