logo fis 2018

[COMUNICATO] La Francia in Scena al via dal 10-05 al 26-11 in 27 città: dal Medioriente all’Europa, il Mediterraneo come luogo di confronto

AL VIA IN TUTTA ITALIA LA FRANCIA IN SCENA 2018

LA STAGIONE ARTISTICA DELL’INSTITUT FRANÇAIS ITALIA GIUNTA ALLA SUA IV EDIZIONE 

UNO SGUARDO SUL MONDO

I GRANDI TEMI DEL MONDO CONTEMPORANEO SOTTO LA LENTE DELLA CREAZIONE ARTISTICA FRANCESE

In foto: Kirina del coreografo Serge Aimé Coulibaly

Continue reading “[COMUNICATO] La Francia in Scena al via dal 10-05 al 26-11 in 27 città: dal Medioriente all’Europa, il Mediterraneo come luogo di confronto”

399px-Mirkoeilcane

Mirkoeilcane: la capacità di raccontare il dramma dei migranti con parole semplici.

Mirko Mancini, alias Mirkoeilcane, irrompe all’Ariston con un brano scomodo e “critico”, forse anche per questo ha vinto il Premio della Critica “Mia Martini”. Una canzone non banale dal tema delicato e impegnativo, forse anche troppo per i 300 “demoscopici”, che lo avevano messo all’ultimo posto nella seconda serata del Festival, oppure per le radio, che spesso richiedono brani più “leggeri”, più fruibili per il pubblico.

“Stiamo tutti bene” è una canzone che racconta il dramma dei migranti. È una protesta raccontata attraverso gli occhi e le sensazioni di un bambino. Una storia cruda quella di Mario che viene costretto dalla madre ad affrontare il “viaggio della Continue reading “Mirkoeilcane: la capacità di raccontare il dramma dei migranti con parole semplici.”

La glaciazione trastevere

“La Glaciazione”: uno spettacolo meritorio e indispensabile. Dal 24 al 29 ottobre al Teatro Trastevere

La Glaciazione

dal 24 al 29 ottobre 2017

Scritto e diretto da

Marco Tomba

con

Alessio Binetti, Nicolò Matricardi,

Jordi Montenegro e Donatello Tagliente.

scenografie Aware Teatro

“E se mi viene il mal di mare?” cit. Marco Tomba

Futuro non troppo remoto. Il mondo è cambiato, le leggi della fisica sono impazzite e, senza un valido motivo, il tanto “temuto” cambiamento climatico o riscaldamento globale si è infine verificato… Solo che al contrario: “Dove prima faceva caldo ora fa fresco, dove prima faceva fresco ora fa freddo, dove prima faceva freddo ora fa freddo freddo e dove prima faceva caldo caldo ora si sta da Dio.” La mite pianura padana è diventata una enorme lastra di ghiaccio, la tanto odiata nebbia ora è una neve costante che non cade mai. Le beneamate riviere romagnole non sono altro che approdo per le foche monache. Il circolo polare artico ha raggiunto l’Inghilterra e Londra è stata invasa dagli orsi polari. “L’Italia è diventata una terra inospitale, le coltivazioni sono congelate e i pascoli si sono tramutati in tundra: non è più possibile allevare animali come mucche e maiali. E la mozzarella di yak fa decisamente schifo.” La vita non è più quella di una volta, il lavoro non è più quello di una volta, le case non sono più quelle di una volta, ma soprattutto il cibo non è più quello di una volta. Risultato: migrazione generale. Verso sud, verso il caldo, verso pianure sconfinate per la prima volta fertili: Le Grandi Pianure Sahariane. Ed è proprio in questo contesto “catastrofico” che quattro giovani italiani si trovano alle prese con un viaggio improbabile: una traversata del Mediterraneo a bordo di una imbarcazione improvvisata.

“Riusciranno nella loro impresa epocale? Continue reading ““La Glaciazione”: uno spettacolo meritorio e indispensabile. Dal 24 al 29 ottobre al Teatro Trastevere”

face-2841961_960_720

“Prevenire” per curare : l’assurda pratica del breast ironing

Essere donna ai giorni nostri è molto difficile ma ci sono realtà a noi ignote in cui l’attuale condizione del genere femminile è a dir poco allarmante. In Africa Occidentale (soprattutto in Camerun) viene usata e tramandata da innumerevoli anni una pratica che è stata definita dall’Onu «uno dei crimini più diffusi contro le donne». Stiamo parlando del breast ironing.

“La frase che ti ripetono ossessivamente è non urlare, lo facciamo per il tuo bene. Non ho ancora avuto il coraggio di parlarne con i miei figli. Tre giorni fa uno di loro mi ha chiesto ‘Mamma perché hai il seno piccolo?’ Gli ho risposto che non sapevo.”

Tradotto in italiano con ‘Stiramento del seno’, questa usanza è svolta all’interno delle mura domestiche, principalmente dalle donne di famiglia (madri, nonne, zie, cugine, sorelle) e consiste nell’appiattire il petto delle ragazze in età di sviluppo con fasce, spatole o pietre bollenti. Lo scopo è di proteggere le adolescenti da potenziali pericoli esterni quali stupri o molestie sessuali, gravidanze o matrimoni precoci e fare così in modo che queste ultime abbiano la possibilità di ricevere un’istruzione e diventare Continue reading ““Prevenire” per curare : l’assurda pratica del breast ironing”

Ehsan_Ullah_Khan_meets_a_shy_and_afraid_Iqbal_Masih

Lasciate che i bambini vengano a me! Sfruttamento e schiavitù dei bambini del mondo

Lasciate che i bambini…

Bambini accovacciati davanti ai telai in Nepal, chini sotto carichi di carbone in Colombia, esposti ai pesticidi nei campi di caffè in Tanzania, stipati nelle concerie e nei laboratori tessili clandestini in India (ma anche in alcune province italiane). Sono scene di ogni giorno, che per molti anni i media avevano per lo più ignorato fino al 16 aprile 1995, quando alcuni colpi di fucile posero fine alla vita breve e intensa di Iqbal Masih.

Continue reading “Lasciate che i bambini vengano a me! Sfruttamento e schiavitù dei bambini del mondo”