Concorso Idee Piazza Signina

[COMUNICATO] Cori, riqualificazione e valorizzazione di Piazza Signina. Il Concorso di Idee

3 Agosto il temine di scadenza per l’inoltro al Comune lepino delle proposte progettuali. I premi in palio per i vincitori: € 3.000,00 al 1° classificato; € 1.200,00 al 2° classificato; € 800,00 al 3° classificato.

C’è tempo fino alle ore 12:00 di venerdì 3 Agosto per far pervenire al Comune di Cori (LT) la propria proposta di riqualificazione e valorizzazione di Piazza Signina, nel centro storico della parte alta del paese, in risposta al Concorso di Idee bandito dall’amministrazione comunale al fine di ripristinarne ed esaltarne le naturali funzioni di ingresso principale alla città antica e polo Continue reading “[COMUNICATO] Cori, riqualificazione e valorizzazione di Piazza Signina. Il Concorso di Idee”

feminist-2923720_960_720

Continuano le proteste in difesa della Casa Internazionale delle Donne. Oggi in piazza all’Esquilino: la Casa siamo tutte.

Il controsenso di un’amministrazione che nella propria campagna elettorale ha portato avanti quell’idea innovativa di nuova forza che scende in campo per rompere i vecchi schemi di potere e finisce invece con lo sprofondare in quanto di più di tradizionale possibile, nella gestione del patrimonio e dell’intervento pubblico.

La Sindaca ha in uggia la parola “chiusura” e si affretta a scrivere che la decisione presa da questa amministrazione non è quella di chiudere la Casa delle Donne né procedere con lo sgombero ma l’intento è quello di rilanciare il progetto attualizzandolo rispetto alle mutate condizioni socio-economiche, urbanistiche e demografiche di Roma. Se alla Sindaca chiusura non piace, utilizzeremo un verbo Continue reading “Continuano le proteste in difesa della Casa Internazionale delle Donne. Oggi in piazza all’Esquilino: la Casa siamo tutte.”

.facebook_1521639677881

Roma, il caso del Baobab: quando l’accoglienza si regge sul volontariato

Entrando al Baobab Experience colpisce l’odore acre del fumo. I migranti ospiti del presidio accendono dei fuochi di fortuna per riscaldarsi. Il Baobab si trovava in via Cupa, in prossimità del Verano. Oggi si trova in via Gerardo Chiaromonte. Il presidio è nascosto dalla grande e moderna struttura della stazione Tiburtina. Coesistono due realtà estranee e soltanto idealmente distanti l’una dall’altra. Davanti c’è la Tiburtina battuta dal traffico quotidiano, dietro, superato il parcheggio fs, il presidio. Sono numerosi i volontari che prestano aiuto ai tanti migranti alloggiati nelle tende: ragazzi, scout, medici e avvocati. Soprattutto nel fine settimana puliscono l’area, sistemano le tende, distribuiscono i pasti, offrono l’assistenza sanitaria e legale necessaria.

La grande assente è l’amministrazione capitolina. Assenza confermata da un ‘veterano’ del presidio, Andrea Costa, che da 3 anni aiuta i migranti che trovano rifugio al Baobab. Andrea vive quotidianamente in prima persona le falle dell’accoglienza, testimone dei numerosi sgomberi subìti dal presidio. È al Baobab che ci si rende conto del ruolo chiave dei volontari e delle donazioni dei cittadini. Continue reading “Roma, il caso del Baobab: quando l’accoglienza si regge sul volontariato”

Sigilli via Curtatone 3

Roma, emergenza abitativa. Stallo per l’assegnazione degli alloggi agli sfollati di via Curtatone. Tensioni al Tiburtino III

Roma, emergenza abitativa. Via Curatone 3, la Questura di Roma ha posto sotto sequestro l’edificio sgomberato dalla polizia lo scorso 24 agosto tra le violente proteste degli occupanti. Lo sgombero è stato autorizzato dal Questore di Roma, dopo l’esito delle indagini condotte dalla Polizia di Stato su un presunto giro di locazioni illecite dei locali dell’immobile. A pagarne il prezzo più alto le donne e gli uomini di nazionalità etiope ed eritrea – tutti rifugiati politici e legalmente residenti sul territorio italiano – che, dal 2013 occupavano stabilmente l’edificio di via Curtatone.

L’area circostante l’immobile è ora transennata e costantemente sotto controllo, mentre la società proprietaria dell’edificio ha già messo in moto squadre di tecnici per la bonifica dei locali, permettendo però agli ex – occupanti di entrare e recuperare oggetti personali lasciati all’interno. La stessa società ha riferito delle precarie condizioni igienico – sanitarie dei locali dell’intero edificio di via Curtatone e degli innumerevoli oggetti o mobili abbandonati al suo interno.

Continue reading “Roma, emergenza abitativa. Stallo per l’assegnazione degli alloggi agli sfollati di via Curtatone. Tensioni al Tiburtino III”

money-1428594_960_720

Breve guida per orientarsi tra i disastri delle banche venete

Posto che quello delle due banche venete, Popolare di Vicenza e Veneto Banca, è l’ennesimo “pasticciaccio” tutto italiano, occorre adesso per i malaugurati risparmiatori mettersi al riparo. Perché la tempesta arriverà, eccome se arriverà.

Bypasserò in questa sede tutta la storia di truffaldineria che vi è dietro, anche piuttosto nota alle cronache. Bilanci gonfiati o buchi nascosti, amministratori e top manager fraudolenti e incapaci; controllori (Banca Italia e Consob) che ormai hanno assunto questo ruolo da Bella Addormentata nel bosco che si risveglia solo quando le tre fate hanno fatto tutte le pulizie e rassettato casa. Della serie bella vita! E con sorpresa chi dorme più di tutti continua ad essere il popolo italiano che, vuoi per un velo di idiosincrasia verso Continue reading “Breve guida per orientarsi tra i disastri delle banche venete”