429px-Kolinda_Grabar-Kitarović_with_Reuven_Rivlin_(1)_(cropped)

Ecco chi è Kolinda Grabar-Kitarovic, la Presidente croata che ha conquistato tutti

In un paese dove la politica è sempre stata una faccenda per soli uomini, Kolida Grabar-Kitarovic nel 2015 riesce ad imporsi e a diventare la prima donna Presidente della Croazia. Dall’animo femminista, estimatrice della Thatcher e della Merkel, l’abbiamo vista sempre sorridente e fiera con la maglia a scacchi bianca e rossa, una tifosa eccellente per la sua nazionale di calcio nella Coppa del Mondo di Russia. 

Kolinda Grabar-Kitarovic, donna forte e dirompente, è stata senza dubbio il personaggio politico più entusiasta ed entusiasmante di questi Mondiali di calcio. Esulta ad ogni gol, abbraccia la bandiera, palpita ad ogni azione d’attacco, la Presidente della Croazia ha fatto della maglia a quadri della nazionale croata la sua divisa personale. Ha pagato di tasca sua le spese di viaggio per assistere alla semifinale e alla finale in Russia e si è scalata dallo stipendio i giorni in cui era impegnata a tifare la sua squadra. Il l giorno della vittoria contro l’Inghilterra, Grabar-Kitarovic non ha esitato a scendere in campo per andare a complimentarsi con i giocatori, Continue reading “Ecco chi è Kolinda Grabar-Kitarovic, la Presidente croata che ha conquistato tutti”

800px-Cristiano_Ronaldo_(35480124482)

Dalla B a Ronaldo: la rinascita della Juventus

Il 10 luglio 2018 è la data che tutti gli appassionati di calcio del mondo non potranno mai dimenticare. È il giorno in cui una trattativa che sembrava impossibile è diventata realtà. Cristiano Ronaldo, al secolo CR7, passa alla Juventus per la cifra record di 105 milioni di euro più oneri accessori. 117 il totale.

Storia di un predestinato alla maglia bianconera

Era il lontano 2003 quando il giovane attaccante dello Sporting Lisbona attirò le attenzioni del direttore generale della Juventus Luciano Moggi. Sembrava tutto fatto per l’approdo della punta a Torino, ma la ferma opposizione di Salas, pedina di scambio nell’affare che non gradiva la destinazione in maglia bianco-verde, fece saltare l’intera operazione. La giovane promessa passò quindi al Manchester United e  alla corte di Sir Alex Ferguson, dove vinse Champions League e Pallone d’Oro. I primi riconoscimenti Continue reading “Dalla B a Ronaldo: la rinascita della Juventus”

nazionale-calcio-femminile

Calcio femminile in Italia: la storia fino ai Mondiali.

L’anno in cui il figlio prediletto viene escluso dai mondiali, spunta con sorpresa il secondogenito non troppo apprezzato a rendere orgogliosa la madre patria. Così ad una settimana dall’inizio dei Mondiali di calcio maschili, le azzurre, lo scorso venerdì 8 giugno, hanno potuto esultare per la qualificazione ai Mondiali femminili che si terranno in Francia il prossimo anno.

Ma come si è evoluta la storia del calcio femminile in Italia?

Quelle che sembrano le prime ambizioni italiane per il calcio femminile, risalgono al 1933, quando a Milano prese vita il Gruppo femminile calcistico. Presto il CONI intervenne bloccando le attività calcistiche femminili milanesi, per evitare la creazione di altre squadre. Dopo di che si attende la metà degli anni ’40 per la creazione di due squadre triestine.  Quando nel 1950 viene istituita l‘Associazione Italiana Calcio Femminile, a Napoli, persiste ancora la mancanza di un campionato ufficiale. Continue reading “Calcio femminile in Italia: la storia fino ai Mondiali.”

index

FIFA World Cup 2018: apre Robbie Williams la competizione di Putin

Nella FIFA World Cup 2018, dove l’Italia sarà la grande assente, Robbie Williams delizierà i tifosi con l’apertura della cerimonia, prima di lasciare il posto alla prima partita tra la squadra di “casa”, la Russia, e l’Arabia Saudita.

E’ tutto pronto per l’evento più atteso dell’anno. La Russia sta per alzare il sipario. Milioni di appassionati di calcio e non, saranno incollati davanti ai televisori per assistere alla Fifa World Cup 2018. Sarà Robbie Williams ad aprire la maestosa cerimonia della Coppa del Mondo. “Sono così felice ed entusiasta di tornare in Russia per una performance così unica”, ha detto il cantautore inglese. “Ho fatto molto nella mia carriera e aprire la Coppa del Mondo FIFA davanti 80 mila tifosi di calcio nello stadio e molti milioni in tutto il mondo è un sogno d’infanzia. Vorremmo invitare i fan del calcio e della musica a far festa con noi in Russia, nello stadio, o sintonizzarci un po’ prima con i loro televisori per uno spettacolo indimenticabile”. Williams sarà accompagnato dalla soprano russa Aida Garifullina, dando vita ad una “stravaganza musicale” senza precedenti. Lo spettacolo avrà inizio nello stadio Luzhniki di Mosca, 30 minuti prima della Continue reading “FIFA World Cup 2018: apre Robbie Williams la competizione di Putin”

unnamed(1)

Intervista ad Andrea Maestrelli: “Non è vero”, il brano vincitore dell’Area Sanremo.

Con il brano “Non è vero” è stato vincitore di Area Sanremo 2018. Andrea Maestrelli, classe 1991, è un giovane cantautore empolese, con il sogno di solcare il palco dell’Ariston e una voglia immane di realizzare questo suo desiderio.

Il brano è in radio ed io ho avuto il piacere di intervistarlo.

  • “Non è vero” è stato il brano vincitore di Area Sanremo 2018. Puoi dirci qualcosa in più sul singolo e sulla sua stesura?

“NON È VERO” è una mappa che attraversa i momenti di solitudine che mi hanno portato a riflettere sui gesti e sulle abitudini del mio quotidiano. Il treno è il viaggio metaforico che avanza fra le immagini del percorso di vita che mi hanno accompagnato da sempre. Un’apologia dell’amore inteso come punto di partenza e non di arrivo. Continue reading “Intervista ad Andrea Maestrelli: “Non è vero”, il brano vincitore dell’Area Sanremo.”

34443908881_e5793074fb_z

Legge Lotti e i diritti televisivi sul calcio: cosa non funziona?

È di recente acquisizione la notizia dell’aggiudicazione da parte di Mediapro, gruppo audiovisivo spagnolo, dei diritti per la trasmissione delle partite di Serie A per il triennio 2018-2021.

Trattasi di una svolta epocale perché, per la prima volta, mette seriamente in discussione il duopolio detenuto da Sky e Mediaset, che ha dominato incontrastato nel settore negli ultimi anni. Ci avevano provato, più di 10 anni fa, La7CartaPiù e Dahlia, ma il fatto stesso che nessuno ricordi l’esistenza dell’iniziativa intrapresa da queste due, è indicativo del fallimento del progetto.

Continue reading “Legge Lotti e i diritti televisivi sul calcio: cosa non funziona?”