Skppiati - 1200-1600

“SKOPPIATI” il cortometraggio firmato Gianluca Tocci racconta l’amore e la sua complessità

T/studio e VD Motion Factory

presentano

SKOPPIATI

Cortometraggio

Genere: Commedia

Durata: 22 min.

Sceneggiatura: Gianluca Tocci

Scenografia: Stefania Savioli

Fotografia: Samiri Jacovone

Camera: Gaetano Pasella

Main cast

Goffredo Maria Bruno

Cristiana Vaccaro

Francesco Primavera

Con

Marco Funaro

Luisa Graneri

Giuliana Vigogna

Flavio Francucci

Fulvio Calderoni

Marco Maria

Antonio Orlando

Elisabetta Mirra

Note del regista Gianluca Tocci. Quando mi hanno chiesto che cosa volevo raccontare con questo cortometraggio la risposta è arrivata subito, spontanea, naturale: raccontare il lato bello degli uomini!

In questo mondo sempre più propenso a relazioni virtuali ho voluto parlare di chi cerca ancora un confronto reale, diretto, faccia a faccia con sentimenti veri, puri.

Alberto, il protagonista, è un uomo che si dimena tra coppie che hanno già fatto i conti con la loro storia e forse è proprio questo che lo porta a voler essere diverso. Diverso anche dal suo amico e collega Giulio, che invece ha trovato il modo più semplice per circondarsi di attenzioni, effimere e della durata di una notte. Continue reading ““SKOPPIATI” il cortometraggio firmato Gianluca Tocci racconta l’amore e la sua complessità”

Immagine_Frank_Lu_Siqing

Agli albori della dissidenza attraverso Internet, la libertà e il potere: il caso di Frank Lu Siqing

“Se non parlo, allora nessuno dirà nulla, continuerò, non mi fermerò”. (Frank Lu Siqing)

Dissidenza: come fare impazzire un governo duro come quello che ha bagnato di sangue piazza Tienanmen?

Un solo uomo, uno dei pochi, se non l’unico, almeno nel 1999, componente del Centro d’informazione sui diritti civili, un tale Frank Lu Siqing, ci è riuscito, armato soltanto di un telefono e di un computer. Continue reading “Agli albori della dissidenza attraverso Internet, la libertà e il potere: il caso di Frank Lu Siqing”

binary-1327495_1920

I pedofili devono essere fermati. Quando il web aiuta la pedofilia. L’irresponsabilità degli adulti regge il gioco del pedofilo

In una stanza, al buio, anzi no, con i pianeti che girano e si riflettono sul soffitto che sembra illuminato come con un astroscopio. Tutto fa presagire tranquillo sonno di bimbo. Nel silenzio di una notte così calma, qualcuno si aggira potente della sua “voglia”. Sa che è inumano, sa che è sulla via del male, ma non si trattiene. Percorre il corridoio, entra nella stanza del suo cucciolo (M.R.)

Uno schermo acceso riflette luce fosforescente con i colori di immagini di bimbo, si susseguono scatti continui, vecchia abitudine quella di archiviare le foto che ha ripreso ovunque, al parco, ai giardini sotto casa, all’uscita da scuola di ragazzi con quella luce negli occhi. Anche lui sa che non è innocente fino a prova contraria. Davanti alla sua coscienza è giustificato, l’hanno avvicinato anni addietro davanti scuola (M.R.)

Aumentano i files, quelli che chiamiamo Xfiles, noi della cerchia ampia come un oceano, senza fissa dimora, virtuale, evanescente, che si ciba della disattenzione degli adulti e della innocente vezzosità dei bambini. E noi qui a tirare la rete buttata come di paranza. È troppo semplice, troppo semplice cadere in tentazione. E poi mi batto il petto ogni giorno e ogni notte sono qui a raccogliere fiori lucenti che imbratto con la mia lordura (M.R.)

Continue reading “I pedofili devono essere fermati. Quando il web aiuta la pedofilia. L’irresponsabilità degli adulti regge il gioco del pedofilo”