ink-316909_960_720

“Poiesis” di David Taglieri (VIII mini – raccolta)

Via

Poesie del viandante

scopi di vita di un sereno presente

serenità  che non sia  sinonimo di assenza di sofferenza

ma la capacità di dare il senso ad una mancanza

assenza di gesti, sguardi e sorrisi

Continue reading ““Poiesis” di David Taglieri (VIII mini – raccolta)”

29d69fc6-a5fa-11e8-be02-596a68f60c3c_5e308e979cce63b6122d8e08d8040927-kkiG-U1120164746132bgG-1024x576@LaStampa.it

Caso Diciotti, nell’Italia dell’Est e nell’Europa dei muri

Dopo il caso della “Diciotti” si rafforza il cosiddetto  asse sovranista  tra l’Italia giallo-verde e il gruppo di Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Slovacchia), anche grazie all’incontro  tra il primo ministro ungherese Viktor Orban e il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini nella prefettura di Milano e il colloquio  tra il presidente del consiglio italiano Giuseppe Conte e il premier ceco Andrej Babis a Roma.

Sia la vicenda della “Diciotti” che l’asse sovranista dividono l’Esecutivo: prima la “fronda di sinistra” all’interno del Movimento Cinque Stelle contro Salvini, poi la frenata del ministro degli esteri Enzo Moavero Milanesi sul paventato “stop” al versamento dei contributi nel Bilancio UE, minacciato dal vicepremier Luigi Di Maio per tentare di convincere l’Europa ad accogliere le richieste Continue reading “Caso Diciotti, nell’Italia dell’Est e nell’Europa dei muri”

european-union-1328256_960_720

Consiglio UE migranti, perché l’Europa non è più “Unione” e l’Italia non ha “vinto”

«…per creare intorno al nuovo ordine un larghissimo strato di cittadini interessati al suo mantenimento, e per dare alla vita politica una consolidata impronta di libertà, impregnata di un forte senso di solidarietà sociale» (Il Manifesto di Ventotène: “Per un’Europa libera e unita. Progetto d’un manifesto, 1941).

Il progetto originario, contenuto nel Manifesto di Ventotène, di quella che chiamiamo Unione Europea parla di solidarietà. I Trattati hanno poi reso questo concetto un principio cardine della realtà europea, a lungo vista come un modello politico straordinario. L’unico davvero vincente in un Mondo sempre più competitivo, interconnesso e internazionalizzato. Altiero Spinelli ed Ernesto Continue reading “Consiglio UE migranti, perché l’Europa non è più “Unione” e l’Italia non ha “vinto””

index

FIFA World Cup 2018: apre Robbie Williams la competizione di Putin

Nella FIFA World Cup 2018, dove l’Italia sarà la grande assente, Robbie Williams delizierà i tifosi con l’apertura della cerimonia, prima di lasciare il posto alla prima partita tra la squadra di “casa”, la Russia, e l’Arabia Saudita.

E’ tutto pronto per l’evento più atteso dell’anno. La Russia sta per alzare il sipario. Milioni di appassionati di calcio e non, saranno incollati davanti ai televisori per assistere alla Fifa World Cup 2018. Sarà Robbie Williams ad aprire la maestosa cerimonia della Coppa del Mondo. “Sono così felice ed entusiasta di tornare in Russia per una performance così unica”, ha detto il cantautore inglese. “Ho fatto molto nella mia carriera e aprire la Coppa del Mondo FIFA davanti 80 mila tifosi di calcio nello stadio e molti milioni in tutto il mondo è un sogno d’infanzia. Vorremmo invitare i fan del calcio e della musica a far festa con noi in Russia, nello stadio, o sintonizzarci un po’ prima con i loro televisori per uno spettacolo indimenticabile”. Williams sarà accompagnato dalla soprano russa Aida Garifullina, dando vita ad una “stravaganza musicale” senza precedenti. Lo spettacolo avrà inizio nello stadio Luzhniki di Mosca, 30 minuti prima della Continue reading “FIFA World Cup 2018: apre Robbie Williams la competizione di Putin”

logo fis 2018

[COMUNICATO] La Francia in Scena al via dal 10-05 al 26-11 in 27 città: dal Medioriente all’Europa, il Mediterraneo come luogo di confronto

AL VIA IN TUTTA ITALIA LA FRANCIA IN SCENA 2018

LA STAGIONE ARTISTICA DELL’INSTITUT FRANÇAIS ITALIA GIUNTA ALLA SUA IV EDIZIONE 

UNO SGUARDO SUL MONDO

I GRANDI TEMI DEL MONDO CONTEMPORANEO SOTTO LA LENTE DELLA CREAZIONE ARTISTICA FRANCESE

In foto: Kirina del coreografo Serge Aimé Coulibaly

Continue reading “[COMUNICATO] La Francia in Scena al via dal 10-05 al 26-11 in 27 città: dal Medioriente all’Europa, il Mediterraneo come luogo di confronto”

flag-2303767_960_720

“Conte che vai, Conte che vieni”: la Terza Repubblica e il Governo giallo – verde

“Conte che vai, Conte che vieni”. Dopo una settimana di fibrillazione e la parentesi lampo di Carlo Cottarelli, il giurista ce l’ha fatta. È diventato ufficialmente il Premier del nuovo Governo gialloverde, che ha giurato davanti al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. È stato un travaglio lungo e sofferto, quello che ha portato alla nascita della tanto attesa Terza Repubblica, durante il quale Mattarella è stato accusato di impeachment per aver detto “no” alla nomina di Paolo Savona al Ministero dell’Economia. La colpa sarebbe stata quella di aver esercitato una delle sue prerogative.

Al secondo paragrafo dell’articolo 92 della Costituzione si legge che la nomina del Presidente del Consiglio e, su proposta di quest’ultimo, dei ministri spetta al Presidente della Repubblica, che ha dunque l’ultima parola. Mattarella ha perciò applicato la Costituzione e, allo stesso tempo, ha tenuto conto del contesto internazionale. Come Stato membro dell’Unione europea, infatti, l’Italia ha il dovere di dare attuazione al diritto comunitario. Le posizioni euroscettiche di Savona avrebbero potuto mettere a rischio la sua corretta e completa osservanza, anche se – come dichiarato dallo stesso economista – nel contratto di Governo non si è mai parlato di un’eventuale uscita dell’Italia dall’Euro o di venir meno agli impegni europei. Ma resta il fatto che l’agitazione dei Continue reading ““Conte che vai, Conte che vieni”: la Terza Repubblica e il Governo giallo – verde”