news-624859_960_720

BuoneNews: “Pianeta Felice” n°46

Torino: nella città dalle mille contraddizioni, per i suoi passati cattolici, risorgimentali, esoterici,  e al contempo del fascino dei contrasti, la qualità sposa la quantità, lontana dal concetto di velocità parametro talvolta insopportabile di un’epoca dai ritmi inesauribili: circa  150mila presenze registrate al SalTo2018, il Salone del libro di Torino. Eventi che legano l’occasione di incontri e dibattiti al viaggio culturale della mente attraverso lo scorrere delle pagine. Un libro letto è un’occasione sensoriale, condividerlo con le altre persone rappresenta un interscambio arricchente.

Una  bella notizia per  tutti coloro che  temevano sulla scorta delle affermazioni dei media che l’Editoria fosse in crisi. Un dato è sicuro, l’ebook ha avuto scarso successo perché l’odore dei tomi, il rumore della carta non possono essere sostituiti.

La rete registra la sua utilità nel momento in cui riesce nell’intento di mettere in comunicazione le persone reali nella vita reale, in Continue reading “BuoneNews: “Pianeta Felice” n°46”

news-624859_960_720

BuoneNews: “Pianeta Felice” n°44

Pistoia: nella bomboniera toscana concentrato di tesori e memorie da preservare e custodire, fra il 25 ed il 27 maggio, si terranno i dialoghi sull’uomo, un’avventura antropologica incentrata sulla forma dialogica e sulle parole con incontri, spettacoli e tematiche legate alla creatività ed al cambiamento. L’occasione anche per visitare una cittadina che illumina il cuore dell’Italia, all’interno della manifestazione anche ‘dove nascono le idee’,  con luoghi, profili e prospettive nelle foto Magnum.

Lucca: La Nazione inserto di Lucca riporta un fatto estremamente curioso e piacevole riguardante i nostri simpatici amici a quattro zampe: Piazza al Serchio nel lucchese è lo scenario all’interno del quale in un’aia un gatto rosso nei giorni scorsi ha familiarizzato e stretto amicizia con una volpe mettendo in comune la ciotola; quindi il gatto e la volpe in tutti i sensi come canterebbe Edoardo Bennato. Nel paese si aggirano molti esemplari dell’animale, ed in più di un’occasione si sono registrati momenti amichevoli sia con Continue reading “BuoneNews: “Pianeta Felice” n°44”

news-624859_960_720

BuoneNews: “Pianeta felice” n°40 Speciale Pasqua e Pasquetta

Parma: fino al primo luglio nella città ducale presso la fondazione Magnani Rocca avrete la  possibilità di apprezzare Pasini e l’oriente – luci e colori di terre lontane con, in evidenza l’Oriente affascinante, caratterizzato dal mistero, da paesaggi affascinanti con rovine suggestive e  territori e tradizioni esotiche che vengono da un tempo lontano e si ripresentano nell’attualità attraverso gli occhi di oggi che le scrutano e le valorizzano per l’importanza delle loro testimonianze e per i tesori che ci propongono. Pasini (1826- 1899) pittore e viaggiatore incarna uno degli esecutori più specializzati e raffinati di questo mondo così curioso, a tratti bizzarro e pieno di significati e valenze semantiche. La sua pittura prende le distanze dal lavoro degli altri interpreti ottocenteschi dell’Oriente; il suo obiettivo precipuo è quello di attingere dall’orientalità, di trasporla nel suo mondo interiore e declinarla in un’ottica di creatività e di genio. Quello suo tutto personale.

Venezia- Brescia: fino al primo luglio al museo di Santa Giulia di Brescia approda Tiziano e alla pittura del cinquecento fra Venezia e Brescia; tutto ruoterà intorno alle due esperienze principali del grande artista veneto realizzate nella cittadella bresciana: il Polittico realizzato per il vescovo Averoldi fra il 1520 ed il 1522 nella collegiata dei santi Nazaro e Celsio, e le tre tele con le Continue reading “BuoneNews: “Pianeta felice” n°40 Speciale Pasqua e Pasquetta”

news-624859_960_720

BuoneNews: “Pianeta felice” n°35

Medicina: i superager sono anziani che hanno l’età minima di 80 anni ma ne dimostrano la metà per reattività, slancio vitale, memoria e predisposizione alle sfide della vita, tanto che negli Stati Uniti rappresentano persone che incarnano materiale umano specifico di studi ed approfondimenti. Gli scienziati della Northwestern University hanno evidenziato, attraverso le loro indagini, come e quanto il cervello ed in generale tutto quello che interagisce con la componente celebrale di queste persone invecchi più lentamente rispetto a quello di coetanei anziani normali, il cui cervello in maniera graduale e via via progressiva va incontro all’atrofia nel corso del tempo. I superager hanno delle cellule grigie simili e comparabili a quelle di venticinquenni, ed allo stesso tempo nutrono gli stessi sogni e la stessa sete di linfa vitale anche se, alle spalle e sulle spalle ci sono bagagli di esperienza, saggezza, sapienza e cultura sia essa popolare, legata alla vita vissuta o figlia degli insegnamenti del passare e del consumarsi dell’esistenza. Ancora la scienza non riesce a dimostrare le motivazioni di queste differenze, e comunque il raggio d’azione della ricerca risulta talmente ampio, da non consentire ancora una sintesi. Quello che conta comunque è che molti individui sono in grado di cogliere il succo dei giorni anche nella tarda età, grazie a doti innate, ma forse talvolta grazie alla capacità di essere stati in grado di vivere Continue reading “BuoneNews: “Pianeta felice” n°35”

Il-labirinto-del-silenzio

“Il labirinto del silenzio”, un film per non dimenticare gli orrori di Auschwitz

Siamo nel 1958 a Francoforte. La Germania è divisa tra est e ovest. E il popolo tedesco non vuole ricordare né la Seconda Guerra Mondiale, né il periodo nazista. È un Nazione che tenta di ricostruire una nuova identità democratica, per espiare i peccati commessi dal Terzo Reich.

Il protagonista è Johann Radmann, un giovane procuratore della neonata Repubblica Federale Tedesca. Un ragazzo agli esordi della carriera, costretto a occuparsi di infrazioni stradali, mentre sogna un giorno di trattare una causa importante.

Continue reading ““Il labirinto del silenzio”, un film per non dimenticare gli orrori di Auschwitz”

800px-Auschwitz_Liberated_January_1945

La Giornata della Memoria, dalla Shoah ai “genocidi” dei nostri giorni

Shoah è un termine ebraico, che significa “tempesta devastante” ed è contenuto nella Bibbia. Un’altra espressione utilizzata per indicare lo sterminio degli ebrei, durante il Secondo Conflitto Mondiale è Olocausto. Ma è il primo ad indicare quello che per gli ebrei è storicamente ricordato come un “sacrificio inevitabile”.

“Poiché molti si sono accinti a comporre una narrazione degli avvenimenti compiutisi in mezzo a noi, come ci hanno trasmesso coloro che fin da principio ne sono stati testimoni oculari, e sono divenuti ministri della parola, è parso bene anche a me, dopo aver fatto diligenti ricerche su tutte queste cose, narrarle per iscritto, con ordine, o nobile Teofilo, affinché tu riconosca la verità degli insegnamenti che hai ricevuto”.

LUCA I, 1-4

Il 27 gennaio si è celebrata la Giornata della Memoria. Ed è nel lontano 27 gennaio del 1945 che sono stati abbattuti i cancelli del campo di concentramento o sterminio di Auschwitz. A 72 anni di distanza, il Mondo, ma soprattutto l’Europa, dove si è consumata Continue reading “La Giornata della Memoria, dalla Shoah ai “genocidi” dei nostri giorni”