locandina-cometa-off

Riccardo (Lunga Vita al Re) GENESI, ASCESA E DECLINO DI UN UOMO DEFORME al Teatro Cometa Off fino al 4 febbraio

Teatro COMETA OFF

31 gennaio – 4 febbraio 2018

Riccardo (Lunga Vita al Re)

GENESI,  ASCESA E DECLINO DI UN UOMO DEFORME

Il nuovo progetto della ‘COMPAGNIA GIOVANI’ ATR Sofia Amendolea, con la regia di Paolo Alessandri, continua la sua tournée nazionale nella accogliente cornice Romana del Cometa OFF.

Regia: Paolo Alessandri

Cast: Sophia Angelozzi, Ilaria Arcangeli, Alessandra Barbonetti, Selena Bellussi, Stefano Bramini, Lucrezia Coletti, Daniele Flamini, Eleonora La Pegna, Gabriele Namio, Sara Roscetti.

La ‘Compagnia Giovani’ ATR Sofia Amendolea, sotto la guida del Regista Paolo Alessandri e interamente composta da attori under 30, porta in scena con ‘Riccardo (Lunga Vita al Re)’ un CAST PLURIPREMIATO che ha ricevuto, tra il Maggio 2016 ed il Giugno 2017, ben quattordici PREMI INTERNAZIONALI, ottenuti per l’ultima produzione ‘The Farm’ (diretta dallo stesso Alessandri) andata in scena in nove Festival Internazionali di 8 differenti nazioni: Polonia, Francia, Macedonia, Serbia, Repubblica Ceca, Marocco ed Egitto. Continue reading “Riccardo (Lunga Vita al Re) GENESI, ASCESA E DECLINO DI UN UOMO DEFORME al Teatro Cometa Off fino al 4 febbraio”

unnamed(1)

“So tutto di te”: cosa accade quando ogni azione diviene inquietudine? Quando uscire di casa diviene “pericolo” e rimanere dentro “sospetto”?

Titolo: So tutto di te

Autrice: Clare Mackintosh

Editore: DeA Planeta

Sinossi

È il solito viso stanco quello che Zoe Walker, madre quarantenne e divorziata di due figli, intravede riflesso nel finestrino del treno che la sta riportando a casa. È un venerdì come tanti e, dopo un’intera settimana trascorsa ad assecondare un capo difficile, tutto ciò che desidera è accoccolarsi tra le braccia del nuovo compagno, Simon. Ma mentre, impaziente e distratta, sfoglia una copia della London Gazette, la sua mano si blocca di colpo. Perché il volto di donna che pare fissarla da quelle pagine gualcite, un po’ fuori fuoco ma inconfondibile in mezzo alle immagini equivoche delle hotline a pagamento, altri non è che il suo. E se i famigliari insistono che debba trattarsi di un errore o di uno scherzo, lei non può fare a meno di restarne turbata, anche quando l’indirizzo web che accompagna la foto si rivela inesistente. Ma le brutte sorprese, per Zoe, sono appena cominciate. Ben presto, infatti, sullo stesso giornale appare la foto di una sconosciuta, corredata dalla solita scritta: findtheone.com. Pochi giorni e la poveretta viene ritrovata morta alla periferia di Londra, vittima di un killer senza nome. Nessuno, nelle forze dell’ordine o in famiglia, sembra disposto a credere che tra questo episodio e gli oscuri annunci della Gazette possa esistere un legame. Ma mentre il conto delle vittime sale inesorabile, il sospetto che quella di Zoe non sia semplice paranoia si fa strada nella mente dell’agente Swift, abile e impulsiva detective in cerca di riscatto. Personaggi appassionanti, verosimiglianza, e una tecnica infallibile nell’architettare i più astuti colpi di scena: sono queste le doti che è impossibile non riconoscere a Clare Mackintosh. Parola di Paula Hawkins, Fiona Barton, Jojo Moyes, Lee Child. E di molti altri ancora. Continue reading ““So tutto di te”: cosa accade quando ogni azione diviene inquietudine? Quando uscire di casa diviene “pericolo” e rimanere dentro “sospetto”?”

26794007_10215956421849924_788341472_n

Recensione dello spettacolo “Ancora Shakespeare?!” al Teatro Trastevere fino al 20 gennaio

Ancora Shakespeare?!
Di Vox Animi
Regia Vox Animi
Con Stefano Bramini, Lodovico Zago, Valentina Guetta, Paola Moscelli, Aurora Di Gioia.

Tutti odiano Shakespeare! E Shakespeare è dappertutto! Nei libri, negli spettacoli, nei film, nelle riscritture e nei “liberamente tratto da”. C’è chi non lo capisce e chi l’ha visto troppe volte. E chi tutte e due le cose insieme.
Molti dicono di capirlo e di venerarlo, tanto da cercare di convincere il mondo che, in verità, quel trincatore di tè incallito doveva per forza essere italiano.
Pochi, troppo pochi però si chiedono:” Perché lui?”
E ogni volta che viene posta questa domanda, i Molti si scagliano sui Pochi, tacciandoli di ignoranza e rispondendo con protervia:” Perché Lui è Shakespeare!”.
Ai Pochi non rimane che radunarsi in vicoli bui o fredde taverne per sfogare la loro frustrazione per questo hype letterario, mentre spacciatori e prostitute scuotono la testa con disprezzo.
Ma da qualche parte un uomo decide di non reprimere più la sua frustrazione e in un teatro, durante una rappresentazione dell’Amleto, farà capire a tutti la verità.

“Ancora Shakespeare!” è il nuovo progetto della Compagnia Vox Animi, una commedia che si occupa di esplorare e “ridimensionare” con leggerezza la figura di Shakespeare nel teatro moderno. Vengono raccontati, spiegati e dissacrati gli spettacoli più famosi dell’autore inglese: un piccolo e divertente percorso, da Amleto a Macbeth passando per le consulenze matrimoniali di Otello e Desdemona, per far scoprire Shakespeare a chi non lo conosce e per reinventarlo agli occhi di chi lo conosce troppo.
Dopo il format americano “30 Spettacoli in 60 Minuti”, la compagnia Vox Animi torna con il suo umorismo irriverente a dare vita a quasi quaranta personaggi che si destreggeranno tra situazioni assurde e grandi monologhi classici, nella speranza di aiutare il pubblico a trovare una risposta alla domanda:
“Perché Shakespeare?” Continue reading “Recensione dello spettacolo “Ancora Shakespeare?!” al Teatro Trastevere fino al 20 gennaio”

REVOLUTION 05

COMUNICATO STAMPA: “REVOLUTION Musica e ribelli 1966-1970 – Dai Beatles a Woodstock” alla Fabbrica del Vapore di Milano dal 2 dicembre 2017 al 4 aprile 2018

REVOLUTION

Musica e ribelli 1966-1970

dai Beatles a Woodstock

 

MILANO FABBRICA DEL VAPORE

dal 2 dicembre al 4 aprile 2018

Continue reading “COMUNICATO STAMPA: “REVOLUTION Musica e ribelli 1966-1970 – Dai Beatles a Woodstock” alla Fabbrica del Vapore di Milano dal 2 dicembre 2017 al 4 aprile 2018″

800px-Gerusalemme_pietre_della_memoria

Trump riconosce Gerusalemme capitale d’Israele. Il perché del conflitto.

Tensioni e conflitti sembrano non avere mai fine nel lontano Medio Oriente. 

Lo scorso 8 dicembre il Presidente americano Donald Trump ha deciso di riconoscere ufficialmente Gerusalemme capitale dello Stato d’Israele. “È il momento di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele”, ha dichiarato Trump ed ha aggiunto: “Non si può continuare con formule fallimentari. La scelta di oggi su Gerusalemme è necessaria per la pace”. The Donald ha ribadito che Gerusalemme è la sede del governo israeliano ed ha annunciato di aver già ordinato il trasferimento della sede dell’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme.

Durante la campagna elettorale, Donald Trump aveva già promesso che, se fosse stato eletto, avrebbe formalmente riconosciuto Gerusalemme capitale d’Israele. Una promessa non nuova nell’ala repubblicana, ma sino ad ora mai rispettata da nessun Presidente eletto. Dal giorno dell’insediamento alla Casa Bianca, Trump ha deciso di passare dalle parole ai fatti, aggravando così l’instabilità di Continue reading “Trump riconosce Gerusalemme capitale d’Israele. Il perché del conflitto.”

geyser suono islanda

Islanda eterodossa: il Possibile e il Fato, mentre in Europa spira vento di restaurazione

Dal global spinto, dal capitalismo finanziarizzato dei paesi occidentali si può uscire, basta volerlo e soprattutto basta avere una visione di prospettiva comune, cominciando dal proprio paese.

Magari apprendere come hanno fatto in altri paesi e portare nel proprio le best practices con il sistema del copia-incolla, si, ma poi modifica, elabora e adatta alla situazione specifica.

Per cambiare risultati è necessario mettere a fuoco l’obiettivo, spodestare la crescita economica dal primo posto e metterci il corpo sociale economico che sono i cittadini. Se ne trarrà beneficio per entrambi.

Continue reading “Islanda eterodossa: il Possibile e il Fato, mentre in Europa spira vento di restaurazione”