EkatBorkProfilePhoto

[COMUNICATO] Ekat Bork: esce Kontrol, il nuovo, atteso EP dell’artista elettronica siberiana

Ekat Bork

KONTROL, il nuovo EP della musa di ghiaccio.

Dopo il successo di pubblico e critica con “YASДYES” e la recente striscia di date in Europa e India, l’artista siberiana presenta il nuovo lavoro: quattro brani dalle vaste atmosfere elettroniche animate da ritmi stimolanti.

Genere: electronic / industrial

Label: GinkhoBox

Italian Release Date: 12.10.2018

Streaming https://soundcloud.com/ekatbork/sets/kontrol/s-hj4Do

Ekat Bork, la cantautrice siberiana, dallo scorso novembre ha lavorato a Reykjavik con il suo storico produttore Francesco Fabris per dare alla luce il suo nuovo EP KONTROL.

Continue reading “[COMUNICATO] Ekat Bork: esce Kontrol, il nuovo, atteso EP dell’artista elettronica siberiana”

20161210224620_coverjanus

Janus River: la storia del ciclista 80enne che fa il giro del mondo

80 anni: una passione per il ciclismo e per le bellezze che la Terra ha da offrire.  

Questa è la storia di Janus River, ciclista polacco, che da 17 anni fa il giro del mondo in compagnia di una mountain bike e uno zaino.

Il 6 dicembre è giunto nella città di Lucca con un’accoglienza che lo stesso Janus ha definito “la migliore del mondo”.

Il suo obiettivo? Estremamente ambizioso! Vuole arrivare nel 2028 nella città di Pechino. In quell’anno Janus avrà “solamente” 91 anni.

Continue reading “Janus River: la storia del ciclista 80enne che fa il giro del mondo”

dostoevskij memorie

“Memorie dalla casa dei morti” – Dostoevskij e i lavori forzati

Memorie dalla casa dei morti è l’opera in cui F. Dostoevskij descrive i suoi anni passati ai lavori forzati, in Siberia, ma contiene in sé il nucleo tematico di tutta l’opera successiva dello scrittore.

Che cosa sono le Memorie dalla casa dei morti? Sono, come dice il libro, memorie, ma prima di tutto sono un romanzo, e anche, se vogliamo, un saggio divulgativo sulla vita nei reclusori siberiani di epoca zarista.
Il romanzo si inserisce pienamente nel percorso letterario dello scrittore, perché in esso troviamo molti temi che Dostoevskij riproporrà, ampliandoli, nella sua produzione successiva: già solo lo sfondo criminale lo collega ai tanti delitti dei suoi grandi romanzi.

Continue reading ““Memorie dalla casa dei morti” – Dostoevskij e i lavori forzati”

Vasilij_Grossman,_1945

“Tutto scorre…” di Vasilij Grossman: un ritratto sincero dell’uomo dell’URSS

Il giornalista Vasilij Grossman ci porta nell’inferno collettivo dei campi di lavoro staliniani.

Se pensiamo alla letteratura sovietica, forse l’unico nome che il pubblico medio europeo ricorda con sicurezza è quello di Boris Pasternak (non considerando coloro che sono emigrati dall’URSS, come Solženicyn o Nabokov): in questo modo, sarebbe facile arrivare alla conclusione che, durante gli anni del Comunismo, in Russia e nelle repubbliche socialiste la letteratura fosse stata soppressa insieme alla libertà di parola.

Continue reading ““Tutto scorre…” di Vasilij Grossman: un ritratto sincero dell’uomo dell’URSS”

ilgiardinodeicosacchi_cover

“Il giardino dei cosacchi” – un’altra immagine di Dostoevskij

Il giornalista e scrittore olandese Jan Brokken ritrae la vita di Fёdor Michajlovič Dostoevskij nel suo periodo siberiano, tra amicizie, passioni e quotidianità.

Quando hai letto e riletto tutti i libri di Dostoevskij, tanto da ricordare il messaggio celato in ogni loro pagina; quando hai approfondito la sua conoscenza attraverso i suoi scritti giornalistici; quando in seguito hai deciso di comprare dei testi critici che riguardavano il suo pensiero, credi quasi che, avendo capito la sua ideologia (ma chi mai può dire che esista un’ideologia univoca in Fёdor Dostoevskij?), tu sia arrivata a conoscere anche l’uomo che era. Invece qualcuno arriva e ti mostra una persona ancora una volta nuova da come te l’eri costruita mentalmente.

Per chi ama uno scrittore in particolare, risulta difficile e fastidioso leggere romanzi in cui lui stesso viene reso personaggio, per mano di altri romanzieri e studiosi, che lo plasmano sulla pagina in base al loro gusto e alla loro interpretazione. Così, leggendo ad Continue reading ““Il giardino dei cosacchi” – un’altra immagine di Dostoevskij”