unnamed(1)

[COMUNICAZIONE] Linea d’Ombra Festival, la XXIII edizione si svolgerà dall’8 al 15 dicembre a Salerno.

LINEA D’OMBRA FESTIVAL

XXIII EDIZIONE

Si svolgerà dall’8 al 15 Dicembre 2018 la XXIII edizione di Linea d’Ombra Festival.
Otto giorni dedicati al Cinema. Il tema di questa edizione è “Eroika”.
In un momento storico in cui la fruizione delle opere cinematografiche sembra prediligere la modalità privata (vedi l’enorme diffusione delle piattaforme streaming) il festival attinge a piene mani nella sua storia, ricalca le sue origini e ripropone un’edizione completamente dedicata al cinema e alla sala cinematografica.
Continue reading “[COMUNICAZIONE] Linea d’Ombra Festival, la XXIII edizione si svolgerà dall’8 al 15 dicembre a Salerno.”

Radice di Due Foto CAST 3

“RADICE DI DUE” al Teatro Trastevere: “due rette parallele, destinate ad incontrarsi in un ritmo asincrono”

RADICE DI DUE di Adriano Bennicelli

Regia di Marco Zordan

Con Luca Basile e Viviana Colais

Dal 6 all’11 novembre 2018

Dal martedì al sabato ore 21.00, domenica ore 17:30

Radice di due: una tenera e delicata storia che vede unite due esistenze, quelle di Geraldina e Tommaso, che si conoscono sin da ragazzi, vicini di casa, ed iniziano assieme l’avventura del liceo. Lui Tommaso, è appassionato di matematica. Lei Gerry, è introspettiva e in continua contrapposizione con il suo amico.

Radici quadrate, numeri primi, rette parallele. Continue reading ““RADICE DI DUE” al Teatro Trastevere: “due rette parallele, destinate ad incontrarsi in un ritmo asincrono””

COVER SIMBOLO CMYK

Intervista a Damiano Leone: Il simbolo è un romanzo storico che apre una finestra inedita su molti importantissimi, ma a volte poco noti avvenimenti che hanno caratterizzato l’intero primo secolo dell’era cristiana.

“Damiano Leone è nato a Trieste nel 1949. Di formazione tecnica, nella prima parte della vita si è interessato alle discipline scientifiche; in seguito, quando alcune vicende lo inducono ad abbandonare la professione di chimico, incoraggiato da un esperto del settore inizia a produrre artigianalmente repliche d’armi e armature antiche. Fortunatamente apprezzati, alcuni suoi lavori sono stati impiegati in film storici, esibiti in programmi televisivi culturali ed esposti in musei. Da oltre un trentennio si dedica allo studio della storia antica, dell’arte e della letteratura classica, corroborando le nozioni letterarie con frequenti visite a musei e siti archeologici di tutta Europa. Soltanto dopo il suo ritiro dall’attività lavorativa, e dopo essersi trasferito in un paesino montano del Friuli, ha potuto trovare il tempo e la serenità per realizzare un’antica ambizione: quella di dedicarsi attivamente alla narrativa. Dopo aver terminato il romanzo storico Enkidu nel 2012, nel 2015 pubblica Lo spettatore. Il simbolo è il suo terzo romanzo.”

  • “Il simbolo” è il suo nuovo romanzo. Può spiegare ai lettori di cosa tratta?

Il simbolo è un romanzo storico che apre una finestra inedita su molti importantissimi, ma a volte poco noti avvenimenti che hanno caratterizzato l’intero primo secolo dell’era cristiana. Assieme a questo, grazie a una meticolosa ricerca storica è pure in grado di svelare autentici ma quasi sconosciuti gossip dell’epoca. Il protagonista Ben Hamir è un personaggio davvero fuori dagli schemi: messo al mondo da una madre ben diversa di quella che allevò Gesù di Nazareth, proprio dalla genitrice viene avviato alla prostituzione giovanile.  Ma non appena giunto alla pubertà, grazie alla fanciulla che gli farà conoscere i misteri della femminilità, e subito dopo al primo amore, si libererà del pesante influsso della madre divenendo libero di decidere il proprio destino. Continue reading “Intervista a Damiano Leone: Il simbolo è un romanzo storico che apre una finestra inedita su molti importantissimi, ma a volte poco noti avvenimenti che hanno caratterizzato l’intero primo secolo dell’era cristiana.”

Luigi_Di_Maio_and_Matteo_Salvini

Salvini e quelle insopportabili similitudini: al di là del bene e del male.

Buonismo e populismo sono le due parole che affannosamente si rincorrono nei titoli dei giornali. Buonismo a sinistra, populismo a destra ma da qualsiasi parte si volga il capo è chiaro che in Italia di questi tempi si sa ciò che Socrate riteneva di non sapere e  tocca scomodare Leo Longanesi per quella lucida quanto attuale descrizione che riassume perfettamente come anche oggi, a distanza di anni, mala tempora correvano e mala tempora currunt:

Fra Facta e Mussolini, il paese aveva già fatto la sua scelta: il primo è un onest’uomo, con due baffi bianchi, ignoto a tutti, incapace di uscire dalla tutela giolittiana; il secondo ha due occhi autoritari, il passo spedito, la voce risoluta. Il primo spera, il secondo vuole, e tutti gli italiani vogliono.

Gli italiani vogliono. Cosa? Tornare sicuri nelle loro tiepide case, direbbe Pavese. Chi non lo vorrebbe? In fondo l’amore per il prossimo è sempre qualcosa di secondario, in parte convenzionalmente e arbitrariamente apparente rispetto al timore per il prossimo. È storia. Continue reading “Salvini e quelle insopportabili similitudini: al di là del bene e del male.”

42130623_10217003607344121_4272748261946687488_n

[REVIEW PARTY] “Il rumore del pallone sul cemento” di Dario Santonico

Il rumore del pallone sul cemento

di

Dario Santonico

Domenico e Giulio si conoscono da quando hanno dieci anni. Più precisamente da quando, nelle campagne della provincia romana, un pallone calciato male da Giulio unì le loro vite per gli anni a venire.
Ormai adulto, Domenico ripercorre con la memoria il tortuoso percorso della loro amicizia. Dalle giornate passate a costruire casette sugli alberi alle prime gite scolastiche. Dai primi amori alle scazzottate. Dalle fughe improvvise ai ritorni inattesi. Nonostante le loro evidenti diversità, i due si ostinano a mettere in gioco la loro costante e incessante forza per tentare di colmare l’uno le rugosità dell’altro, ritrovandosi, infine, entrambi completati. Una storia che parla di una profonda amicizia, dell’evoluzione dei sogni e della riscoperta di quelle strade che sembravano dimenticate per sempre. Continue reading “[REVIEW PARTY] “Il rumore del pallone sul cemento” di Dario Santonico”

cittasospesaBANNER

[BLOG TOUR] “Città sospesa” di Eduardo Mendoza: l’amore per l’arte quanto influenza una vita?

Città sospesa

di Eduardo Mendoza (Autore),

Francesca Pe’ (Traduttore)

Sinossi

Uno storico dell’arte sulle tracce di un capolavoro perduto del Siglo de Oro nella Madrid violenta ed esplosiva della metà degli anni Trenta. Continue reading “[BLOG TOUR] “Città sospesa” di Eduardo Mendoza: l’amore per l’arte quanto influenza una vita?”