TrentinoInJazz 2019 – 10 ottobre con la filmografia di Gianni Amico e il duo Tracanna e Petri

Giovedì 10 ottobre al Dipartimento di Lettere e Filosofia due cortometraggi sul jazz del compianto regista e il concerto di Tino Tracanna e Umberto Petrin. Giovedì 17 al via ‘Ai confini e oltre’ con Gabriele Mirabassi   
TrentinoInJazz 2019: La filmografia di Gianni Amico  

TRENTINOINJAZZ 2019

e

Università di Trento

presentano:

Giovedì 10 ottobre 2019

ore 20.00

Sala Musica

Dipartimento di Lettere e Filosofia

Università di Trento

via Tommaso Gar, 14

 Trento

LA FILMOGRAFIA DI GIANNI AMICO

con 

TINO TRACANNA E UMBERTO PETRIN 

in concerto

Giovedì 10 ottobre appuntamento importante per il TrentinoInJazz 2019, nella Sala Musica del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento. Il secondo preludio a Ai Confini e oltre è un incontro incentrato sulla filmografia del cineasta Gianni AmicoOlmo Amico e Giuseppe Segala presenteranno infatti due cortometraggi sul jazz fra anni ‘60 e ‘70, il suo primo lavoro Noi Insistiamo! Suite per la libertà subito (ispirato all’omonimo LP di Max Roach) e Appunti per un film sul jazz (girato durante il Festival Internazionale del jazz di Bologna del 1965). Due titoli cruciali, tra i quali ci sarà il concerto del duo composto da Tino Tracanna e Umberto Petrin, con musiche di Thelonius Monk e Steve Lacy. Un momento importante, che travalica la semplice fruizione del jazz, per incontrare cultura e musica, con il lascito di un grande regista scomparso nel 1990 e il sassofonista e il pianista, due tra i più autorevoli protagonisti del jazz italiano.
Ai Confini e oltre è il nuovo segmento del TrentinoInJazz 2019 dedicato alla “terza corrente”, la Third Stream nata negli anni ’50 negli Stati Uniti allo scopo di creare un terreno di incontro fra musica classica e jazz, evidenziando la valenza del jazz come “musica d’arte” e non solo ‘leggera’ o ‘da ballo’ come era considerato lo swing. Dai pionieri Miles Davis, Gil Evans, George Russell e il Modern Jazz Quartet, affiancati da figure come Gunther Schuller e Leonard Bernstein, per arrivare fino ai progetti di Uri Caine su Mahler, Bach e Mozart. Un avvicinamento tra jazz e musica colta che caratterizza da sempre anche TrentinoInJazz, la cui edizione del 2019 sottolinea alcuni caratteri della “terza corrente”: il suo essere musica da camera, dove l’apporto degli strumenti percussioni è limitato o assente; la sua predilezione per colori timbrici capaci di accostare ai fiati caratteristici del jazz gli archi; una rilettura della tradizione classica ottocentesca in veste jazzistica. Ai Confini e oltre sarà composta da quattro eventi a partire da giovedì 17 ottobre nella Sala Filarmonica di Trento; incontri utili ad avvicinare il pubblico della classica ad alcune tematiche del jazz che si possono a tutti gli effetti definire “colte”.
Prossimo appuntamento: giovedì 17 ottobre TST Third Stream Trio (Mirabassi/Galante/Zanisi) a Trento.
TrentinoInJazz 2019:
Cartellone 2019:
Sito:
Facebook:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.