[REVIEW PARTY] “L’amante tedesco” di Luna Amaranto: la storia di un amore difficile

Titolo: L’amante tedesco

Autrice: Luna Amaranto

Sinossi

Provenza, giugno 1940.
In un piccolo paesino della campagna francese Gemma è sposata con un uomo che non ha mai amato e vive insieme all’odiosa suocera.
Suo marito è partito per la guerra e in mezzo all’esplodere degli eventi, come l’improvviso bombardamento di Parigi e l’avvicinarsi della Repubblica di Vichy, si sente sempre più sola e costretta a sottostare alle rigide regole domestiche e all’atmosfera soffocante della guerra.
A soli diciotto anni non ha mai conosciuto né l’amore né la passione, ma l’improvviso arrivo dell’ufficiale tedesco Ian Weber cambierà di netto la sua vita.
L’aitante uomo dai freddi tratti nordici nasconde una sfavillante fiamma di desiderio dentro al suo cuore. Il tipico uomo bello e maledetto, reso ancora più dannato dalla sua spietata origine, la condurrà a provare sensazioni mai conosciute.
E sarà allora che la passione scoppierà fra i due protagonisti.

Recensione

Il romanzo è scorrevole e consente una rapida lettura della storia. Racconta l’amore tra Gemma, ingenua fanciulla di 18 anni, sposata ad un uomo impotente e abietto di 12 anni più grande e Ian, ufficiale tedesco che ha perpetrato i peggiori crimini.

È ambientato in Provenza, negli anni ’40, durante lo svolgimento della seconda guerra mondiale. Ian verrà ospitato da Gemma e da sua suocera mentre il marito di lei è assente per i combattimenti: il loro sentimento apparirà impossibile, a causa delle differenze territoriali e sociali.

“Ma l’amore non ha confini, non possiede colore, né numeri, né razze. L’amore culla soltanto la forza di sopravvivere al tempo e allo spazio, anche a qualsiasi guerra o ideale.”

Gemma vive con la suocera, Rosemary: donna infida e crudele, capace di compiere azioni spregevoli per amore del figlio: il loro appare un rapporto “malato” e basato sull’inganno.

La bravura dell’autrice è stata la sua capacità di far dimenticare al lettore la natura di Ian, nazista e stupratore.

Il libro consente di trascorrere alcune ore in lieta compagnia; tuttavia è assimilabile ad un semplice romanzo rosa, senza pretesa alcuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *