CARTELLO_SMS_SETTEMBRE_DICEMBRE_2018_Grande_contro_il_cancro_Soleterre_b

[COMUNICATO] SOLETERRE: fino al 31 dicembre è attiva la campagna SMS “Grande Contro il Cancro”. Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali. Obiettivo: 450.000 mila euro!

Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati raccolti 315.000 mila euro

Il prossimo obiettivo di SOLETERRE è raggiungere un totale di 450.000 mila euro!

 FINO AL 31 DICEMBRE È ATTIVA LA CAMPAGNA SMS

GRANDE CONTRO IL CANCRO

è possibile donare inviando un SMS al 45520

Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore

potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali

Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati raccolti 315.000 mila euro, ma l’obiettivo della Fondazione SOLETERRE è raggiungere entro dicembre la cifra totale di 450.000 mila euro per finanziare il Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP) attivo in 5 Paesi (Italia, Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio e Uganda).

Fino al 31 dicembre Fondazione SOLETERRE promuove la campagna SMS “GRANDE CONTRO IL CANCRO. È possibile donare attraverso l’invio di un SMS del valore di 2 euro al numero 45520 o una chiamata da rete fissa dal costo di 5 e 10 euro. Continue reading “[COMUNICATO] SOLETERRE: fino al 31 dicembre è attiva la campagna SMS “Grande Contro il Cancro”. Grazie ai fondi raccolti oltre 6.000 bambini e adolescenti malati di tumore potranno ricevere accoglienza, cure e medicinali. Obiettivo: 450.000 mila euro!”

Cattura confische

Gli italiani e le confische fasciste. Tra memoria e perdita di memoria, vizio Italiano!?

Confische fasciste e leggi razziali.

L’America, attraverso la filmografia,  di Spielberg, per citarne uno, vedi “The Last Days” o “Schindler’s list“, ha reso testimonianza denunciando l’orrore mondiale del nazismo, al di là di ogni revisionismo, e senza dimenticare gli orrori di casa propria, rappresentati dai grandi errori della frontiera americana, con l’eccidio del popolo indiano pellerossa, lo schiavismo e l’eccidio del Vietnam.

In casa nostra?

In Italia, il problema è sempre stato di non aver mai proseguito una disamina profonda del nostro essere stati fascisti. C’è un Continue reading “Gli italiani e le confische fasciste. Tra memoria e perdita di memoria, vizio Italiano!?”

29d69fc6-a5fa-11e8-be02-596a68f60c3c_5e308e979cce63b6122d8e08d8040927-kkiG-U1120164746132bgG-1024x576@LaStampa.it

Caso Diciotti, nell’Italia dell’Est e nell’Europa dei muri

Dopo il caso della “Diciotti” si rafforza il cosiddetto  asse sovranista  tra l’Italia giallo-verde e il gruppo di Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Slovacchia), anche grazie all’incontro  tra il primo ministro ungherese Viktor Orban e il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini nella prefettura di Milano e il colloquio  tra il presidente del consiglio italiano Giuseppe Conte e il premier ceco Andrej Babis a Roma.

Sia la vicenda della “Diciotti” che l’asse sovranista dividono l’Esecutivo: prima la “fronda di sinistra” all’interno del Movimento Cinque Stelle contro Salvini, poi la frenata del ministro degli esteri Enzo Moavero Milanesi sul paventato “stop” al versamento dei contributi nel Bilancio UE, minacciato dal vicepremier Luigi Di Maio per tentare di convincere l’Europa ad accogliere le richieste Continue reading “Caso Diciotti, nell’Italia dell’Est e nell’Europa dei muri”

Uganda_firma accordo Ospedale Gulu_Archivio Soleterre (2)_b

[COMUNICATO]Firmato in Uganda l’accordo tra SOLETERRE, l’Ospedale Regionale di GULU e il Centro di Vulnologia degli Istituti Clinici Zucchi del Gruppo San Donato. Obiettivo: diminuire drasticamente il tasso di sovraffollamento nel reparto di pediatria dell’ospedale

Progetto Equity&Health

FIRMATO IN UGANDA L’ACCORDO

tra SOLETERRE, l’OSPEDALE REGIONALE DI GULU e

il CENTRO DI VULNOLOGIA

degli ISTITUTI CLINICI ZUCCHI DEL GRUPPO SAN DONATO

OBIETTIVO: diminuire drasticamente il tasso di sovraffollamento nel reparto di pediatria dell’Ospedale Regionale di Gulu che oggi raggiunge il 132%, con circa 6.000 bambini ricoverati ogni anno.

Firmato in Uganda l’accordo tra Fondazione Soleterre, l’Ospedale Regionale di Gulu e il Centro di Vulnologia degli Istituti Clinici Zucchi del Gruppo San Donato. Continue reading “[COMUNICATO]Firmato in Uganda l’accordo tra SOLETERRE, l’Ospedale Regionale di GULU e il Centro di Vulnologia degli Istituti Clinici Zucchi del Gruppo San Donato. Obiettivo: diminuire drasticamente il tasso di sovraffollamento nel reparto di pediatria dell’ospedale”

Italia_LUTTO

Crollo Ponte Morandi. L’Italia in lutto. Applausi per Di Maio e Salvini ai funerali delle vittime

Le parole dei due vicepresidenti che in questi giorni sono stati nel mirino di milioni di italiani.

Erano le ore 11.30 del 14 agosto 2018, quando una parte del Ponte Morandi, che attraversa il torrente Polcevera e che collega l’A10 con il casello di Genova Ovest, da dove si raggiunge il porto commerciale e i terminal dei traghetti, ha ceduto trascinando con sé ben 41 vittime.

La costruzione in cemento armato risale ai primi anni Sessanta.

Si pensa che la causa del crollo sia dovuta all’ “evidente” disparità di tenuta tra gli stralli, ovvero i tiranti che collegavano l’apice Continue reading “Crollo Ponte Morandi. L’Italia in lutto. Applausi per Di Maio e Salvini ai funerali delle vittime”

466px-Rita_borsellino

Rita Borsellino, la sua morte per ricordare la lotta alle Mafie

È doveroso ricordare Rita Borsellino, la sorella del magistrato antimafia Paolo Borsellino, morta a 73 anni a causa di una lunga malattia.

Dopo l’uccisione del fratello, questa donna è diventata il simbolo della lotta alla criminalità organizzata. Il suo impegno, iniziato dal basso, è arrivato fino in politica, quando nel 2005 si candidò alla Presidenza della Regione Sicilia. Eletta europarlamentare del Partito Democratico dal 2009 al 2014, nel 2012 perse per pochi voti le primarie come candidato del centrosinistra a sindaco di Palermo.

Uno dei contributi più importanti di Rita Borsellino è stato l’approvazione della legge 109/96 sull’uso sociale dei beni immobili confiscati alle Mafie insieme all’associazione Libera di don Ciotti, della quale nel 1995 divenne vicepresidente e per dieci anni fu Continue reading “Rita Borsellino, la sua morte per ricordare la lotta alle Mafie”