proietti_gigi

SIEDAS: si è conclusa in grande stile la III Assemblea Nazionale

È calato il sipario sulla terza Assemblea Nazionale SIEDAS (Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo). Quest’anno è stata la Capitale ad ospitare il meeting che ha visto alternarsi figure eminenti del mondo del diritto, dell’arte e dello spettacolo.

La prima sessione pubblica, tenutasi all’interno della sala “Pietro da Cortona” dei Musei Capitolini, si è aperta con il saluto istituzionale del Presidente SIEDAS, il Prof. Avv. Fabio Dell’Aversana, che ha subito ceduto la parola all’onorevole Vittorio
Continue reading “SIEDAS: si è conclusa in grande stile la III Assemblea Nazionale”

a

[COMUNICATO] AL VIA I LAVORI NELL’AREA ARCHEOLOGICA DI CASA BIANCA

Ministero per i beni e le attività culturali

Direzione Generale Musei

SEGRETARIATO REGIONALE PER LA CALABRIA

POLO MUSEALE DELLA CALABRIA

MUSEO NAZIONALE ARCHEOLOGICO DI SIBARI

AL VIA I LAVORI NELL’AREA ARCHEOLOGICA DI CASA BIANCA

Museo e Parco Nazionale Archeologico di Sibari

Cassano allo Ionio (Cosenza)

Al via i lavori di messa in opera del progetto finanziato dal PON Cultura e Sviluppo FERS 2014-2020: Parco Nazionale Continue reading “[COMUNICATO] AL VIA I LAVORI NELL’AREA ARCHEOLOGICA DI CASA BIANCA”

Ghibaudo_ Sala XVIII - Magno Subsidio_2000 (1)

[COMUNICATO] Un nuova opera per Roma, Magno Subsidio di Dario Ghibaudo: dal 13 settembre ad Auditorium Conciliazione – Visionarea Art Space

Dal 13 settembre al 4 novembre per la prima volta a Roma
DARIO GHIBAUDO
Con MAGNO  SUBSIDIO, l’opera site specific destinata alla Capitale che completa il Museo di Storia Innaturale, progetto che l’artista porta avanti dal 1990

Auditorium della Conciliazione – VISIONAREA ART SPACE
Via della Conciliazione 4, Roma

Ingresso gratuito

Dal 13 settembre al 4 novembre 2018 arriva per la prima volta a Roma “Magno Subsidio”, l’istallazione scultorea di Dario Ghibaudo creata appositamente per lo spazio Visionarea Art Space all’interno dell’Auditorium della Conciliazione e facente parte dell’immenso progetto chiamato “Il Museo di Storia Innaturale” concepito dall’artista nel 1990 e che negli anni l’ha visto protagonista della critica d’arte in Italia e in Europa. Il suo Museo appare come una sorta di grande Wunderkammer all’interno della quale le opere analizzano un reale quanto feroce rapporto tra uomo e Natura, dove l’influenza dell’uno può far soccombere Continue reading “[COMUNICATO] Un nuova opera per Roma, Magno Subsidio di Dario Ghibaudo: dal 13 settembre ad Auditorium Conciliazione – Visionarea Art Space”

unnamed(5)

[COMUNICATO] Macchine, arte e tecnologia: dal 20 al 23 settembre torna Live Cinema Festival a Palazzo delle Esposizioni. Preview dal 1 agosto

LIVE CINEMA FESTIVAL 2018

“Vedi i suoni, ascolta le immagini”

20 – 23 settembre 2018

Palazzo delle Esposizioni – Roma

Anteprima: SCREENING dal 1 agosto al 19 settembre

Bookexpo – Palazzo delle Esposizioni

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/321185015090911/

Quattro giorni dove macchine, arte e tecnologia si uniscono per diffondere nuovi messaggi, nuovi immaginari e nuove prospettive, in una manifestazione internazionale che porta nella Capitale le più innovative performance live di spettacoli audio visual.

Dal 20 al 23 settembre torna la V° edizione del Live Cinema Festival: 11 nazioni coinvolte, 8 live cinema performance inedite o presentate per la prima volta in Italia e realizzate in real-time, screenings, workshop e un cast di artisti di rilievo internazionale per Continue reading “[COMUNICATO] Macchine, arte e tecnologia: dal 20 al 23 settembre torna Live Cinema Festival a Palazzo delle Esposizioni. Preview dal 1 agosto”

- Testa del Sele

[COMUNICATO] Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia fino al 7 ottobre del 2018 espone la Testa del Sele.

Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia

Vibo Valentia

Fino al 7 ottobre 2018

Il Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia espone fino al 7 ottobre del 2018, nella sua nobile sede del Castello normanno Svevo, la Testa del Sele, un’opera scultorea bronzea a cera persa, di considerevole pregio. In questi mesi il Museo Continue reading “[COMUNICATO] Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia fino al 7 ottobre del 2018 espone la Testa del Sele.”

dav

“Oltre il mito”: al Mudec Frida Kahlo in un percorso tra le vie della politica, della terra e della donna.

“Oltre il mito”, così il Mudec ci propone Frida Kahlo. La sfida è esaltante ma la riuscita è possibile? Frida è mito. 

Il Mudec si propone di liberare l’artista da quella carica mitizzante troppe volte cucitale addosso, per restituircela nella verità dell’arte per all’arte. Una proposta senza dubbio che ci fa riflettere e ci ricorda il suo essere avanguardia.

Ma Frida è di più. L’arte si confonde nella sua vita e la vita trova ossigeno nell’arte a cui si affida e a cui diventa devota.

Nei nostri immaginari, come nella verità, Frida è quel tutt’uno che sortisce inesauribile fascinazione. È Messico e colori, natività e deterioramento, rivoluzione e resistenza.

È il prototipo della femminilità e del suo riconoscimento che si esprime e che rilancia. Frida è biografismo, e solo nella sua vita si possono scovare le ragioni della sua arte, per quanto non abbia bisogno di ragioni.
Ci entriamo dentro Frida e la troviamo rotta. Il corpo bello lascia il posto a una radiografia disturbante da cui non possiamo rimanere immuni così come non possiamo evitare di sprofondare nel sangue che sporca la tela, nel calvario in una collana di spine, nei i simboli di una maternità non permessa.

Frida destabilizza, non la si può guardare a lungo, tavolta non la si può bloccare in una fotografia, perché sacrilego, altre non le si riesce a smettere di staccare lo sguardo di dosso e di ammirarla, perché Frida non è solo dolore. Il Mudec ce la riconsegna completa, in un percorso tra le vie della politica, della terra e della donna.

Frida è donna e ce la prendiamo anche nella sua carica vitalistica, che porta con sé inevitabilmente quella mortuaria ma non per questo rinnegante la vita.

Frida è amore, un amore irrisolvibile ed inesausto per Rivera, come per chi condivide la sua causa, per una nipote che vizia, per la terra indigena a cui appartiene e che inneggia.

È tutto, contraddizioni, risoluzioni ed irrisolvibiltà. Non abbiamo bisogno di andare oltre il mito, Frida ci va da sè, in
una realtà solo apparentemente surrealistica ma, come lei stessa dichiara, profondamente vera.