Valentina Gullace – La mia stanza segreta: fuori il 27 settembre il disco d’esordio della cantautrice e musical performer

VALENTINA GULLACE

“LA MIA STANZA SEGRETA”

È L’ALBUM D’ESORDIO DELLA CANTAUTRICE E MUSICAL PERFORMER

Il progetto è la fotografia di un percorso di ricerca musicale lungo e variegato, nutrito da molteplici esperienze artistiche (dal teatro alla tv fino ai jazz club) che hanno contribuito a renderla un’artista poliedrica. Il disco è arricchito dalla partecipazione di Fabrizio Bosso.

La mia stanza segreta è il titolo del primo album di Valentina Gullace. Gli undici brani contenuti del disco, composti interamente dalla cantautrice, si muovono con eleganza fra sonorità jazz contaminate con l’r’n’b ed atmosfere pop raffinate ed essenziali. Il tema ricorrente dell’album è la ricerca della propria vera essenza, il percorso di conoscenza di sé stessi attraverso le relazioni con gli altri e l’aderenza fra ciò che realmente ci rappresenta e ciò che scegliamo di fare nella nostra vita. I testi sono in italiano e in inglese. Nell’album ci sono alcuni importanti featuring: Fabrizio Bosso alla tromba, l’attore e cantante Marco Stabile e il chitarrista Daniele Cordisco.

Gli arrangiamenti sono stati curati da Seby Burgio, pianista del disco. Gli altri musicisti che hanno partecipato alle incisioni: Daniele Sorrentino al contrabbasso, Dario Panza alla batteria e percussioni, Giovanna Famulari al violoncello e Vanessa Cremaschi al violino.

TRACK BY TRACK

La mia stanza segreta è il primo singolo estratto dall’omonimo disco; il testo celebra la libertà di fare il proprio percorso per poter scoprire il suono della propria vera voce interiore. La canzone si distacca molto dalle altre composizioni del cd. Ha un sound più pop e quasi “disneyano”.

Respirare è una bossa suonata con un approccio moderno in cui si ironizza sulle mille ansie di tutti i giorni, sull’indecisione e sulla pigrizia. In questa incisione ci sono due ospiti: Fabrizio Bosso alla tromba e Daniele Cordisco alla chitarra.

Stormy clouds è uno dei tre brani in inglese presenti nell’album. Ha un testo molto tagliente e parla di una persona poco leale e molto egoista. Il sound di questa composizione va verso il jazz moderno contaminato con l’r’n’b.

Resta qui è un duetto con l’attore e cantante Marco Stabile. Parla della fase iniziale di una relazione, in cui si ha paura di soffrire ma nello stesso tempo si ha il desiderio di scoprire l’altra persona e di fidarsi. È un brano dalle atmosfere “smooth jazz” e dall’arrangiamento raffinato.

Punto zero parla della necessità di ripartire ogni giorno da se stessi fidandosi del futuro, rischiando di fallire piuttosto che rimanere immobili. Stilisticamente è una composizione che si accosta al linguaggio jazzistico.

Winter è una ballad molto elegante, fra jazz ed r’n’b’, dal testo in inglese. Parla di un amore perduto e del desiderio di riaverlo indietro per ricominciare di nuovo, meglio di prima. Alla tromba c’è Fabrizio Bosso.

La responsabilità di te è il secondo singolo estratto. È un brano che con ironia sdrammatizza le delusioni amorose. Stilisticamente è un pezzo r’n’b’ un po’ “old style” con un super ospite alla tromba: Fabrizio Bosso.

Per sempre è l’unico brano del disco interamente suonato da me (piano e voce). Scritto 8 anni fa, stilisticamente risente dell’influenza di Tori Amos. Parla di tutti quei desideri e passioni che non possono o non vogliono essere vissuti e che per questo rimarranno per sempre vivi dentro di noi.

Siamo quello che sentiamo è un brano dalla struttura insolita. Nel testo si parla di quella smania del controllo che in realtà ci rende schiavi delle cose e che ci allontana da ciò che realmente siamo. Siamo quello che sentiamo ovvero siamo i nostri sentimenti e i nostri desideri più sinceri e profondi. Stilisticamente è una composizione che si avvicina al progressive jazz.

Transizioni è una canzone che parla di quei momenti della vita in cui qualsiasi cosa potrebbe accadere, quando dopo aver toccato il fondo si può solo risalire, ricostruendo il proprio equilibrio frammento dopo frammento. È una composizione caratterizzata da un arrangiamento di grande impatto emotivo.

Signs è il terzo ed ultimo brano in inglese che conclude la tracklist del disco. È una canzone fra pop e r’n’b che parla di tutti quei segnali che incontriamo durante la vita e che ci aiutano a comprendere qual è la strada giusta per noi. È anche il brano scritto più di recente (risale a settembre 2018).

Pubblicazione album: 27 settembre 2019

Etichetta: Filibusta Records

Distribuzione: Pirames International/Goodfellas

BIO

Cantautrice e Musical Performer, debutta nel 2006 con il ruolo di Maria Maddalena nel Jesus Christ Superstar della Compagnia della Rancia, per la regia di Fabrizio Angelini e Gianfranco Vergoni. Partecipa a due edizioni di Cabaret, nel 2007 accanto a Michelle Hunziker e nelle stagioni 2015-2017 accanto a Giampiero Ingrassia (nell’ultima edizione interpreta il ruolo di Frau Kost), entrambe le volte diretta da Saverio Marconi.

Nel 2008 è Sharpay in High School Musical, regia di Saverio Marconi e Federico Bellone, sempre con la Compagnia della Rancia. È la protagonista della commedia musicale Mille lire al mese, presso il Teatro Parioli di Roma con la regia di Fredy Franzutti e successivamente interpreta Maria Cyliakus nel Salvatore Giuliano di Dino Scuderi (regia di Giampiero Cicciò), con Barbara Cola. Nella stagione teatrale 2011/2012 è la principessa Jasmine nel musical Aladin, diretta da Fabrizio Angelini, accanto a Flavio Montrucchio e Stefano Masciarelli. Nel 2015 vince il Premio Oscar Italiano del Musical per la sua interpretazione del ruolo di Inga in Frankenstein Junior (regia di Saverio Marconi e Marco Iacomelli), con cui va in scena per tre stagioni consecutive (2012-2015), con Giampiero Ingrassia e Giulia Ottonello. Dal 2016 collabora con le Sorelle Marinetti nel concerto-spettacolo La Famiglia Canterina ed è la voce di diverse sigle di cartoni animati, come i Pokémon (sigla finale del film Volcanion) e le Lalaloopsy. È stata la conduttrice della trasmissione Easy Genius in onda su Rai Scuola, accanto allo scienziato Valerio Rossi Albertini. Ha cantato una cover di “Smile” di Charlie Chaplin sui titoli di coda del film La verità vi spiego sull’amore di Max Croci. Nella stagione teatrale 2018 ha vestito i panni dell’americana Maggie accanto a Massimo Ghini nella commedia musicale da lui stesso diretta: Operazione San Gennaro, tratta dal film di Dino Risi (prodotta da Alessandro Siani e dal Teatro Diana di Napoli). Nell’ottobre 2018 è in tour nazionale con La febbre del sabato sera, regia di Claudio Insegno, produzione Teatro Nuovo di Milano, nel ruolo della protagonista, Stephanie Magnano. Nel maggio 2019 è in scena al Teatro Nuovo di Milano col musical A Bronx Tale, tratto dal primo film come regista di Robert De Niro, nel ruolo di Rosina (Regia di Claudio Insegno). Dal 16 maggio 2019 è uno dei giudici della trasmissione All toghether now, in onda su canale 5 e condotta da Michelle Hunziker. Nella nuova stagione teatrale sarà fra i protagonisti del musical The Full Monty, accanto a Paolo Conticini e Luca Ward, per la regia di Massimo Romeo Piparo.

Parallelamente alla carriera teatrale, negli ultimi anni si dedica ad una intensa attività live esibendosi nel repertorio jazz e swing e collabora con importanti musicisti del panorama jazzistico italiano.

Contatti e social

Facebook www.facebook.com/valentinagullaceartista/

Canale Youtube www.youtube.com/user/ValeGValeG

Instagram www.instagram.com/valegullace

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato su tutti i nostri articoli!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.