Intervista al cantautore Luca Capizzi: “La notte non ritorna mai”, il suo nuovo singolo

Dopo il “Premio Mia Martini”, in radio e nei digital store (per LC SOUND RECORDS) la nuova produzione del cantautore italo-svizzero Luca Capizzi La notte non ritorna mai“.

Torna sulle scene con una produzione internazionale, dopo il suo grande successo con “Sorridi“, che l’ha visto protagonista al “Premio Mia Martini” classificandosi al 3° posto.

  • “La notte non ritorna mai” è il titolo del tuo nuovo singolo. Un brano che parla di amore. A chi è dedicato?

È dedicato a chi ancora oggi crede nell’amore. Soprattutto è stato scritto per vedere l’amore dalla prospettiva dei giovani. Una volta si usavano le lettere d’amore, oggi invece si inviano cuoricini su WhatsApp o foto su Instagram.

  • “Abbracciami forte perché non ho altro da chiedere” canti in una strofa. Ora che gli abbracci sono negati, cosa ci rimane?

Anche se in questo momento così critico e difficile non possiamo abbracciarci, resta comunque l’amore che proviamo per i nostri cari, questo è fondamentale. Una volta passata questa pandemia possiamo tornare ad abbracciarci e baciarci tutti.

  • Con “Sorridi”, singolo precedente, sei arrivato al terzo posto al “Premio Mia Martini”. Cosa è stato apprezzato, secondo te, del brano?

“Sorridi” è uno dei brani più importanti che abbia mai cantato. Un brano che mi ha portato una grande fortuna anche in radio e nelle vendite. Sicuramente è stato apprezzato il messaggio che volevo trasmettere attraverso questa canzone. Non bisogna mai arrendersi nella vita, credere in sé stessi e rialzarsi dopo una caduta. Non abbiamo bisogno che qualcuno creda in noi, l’importante è che noi crediamo in noi stessi.

  • Tu sei nato in Svizzera ma tuo padre è italiano e tua madre spagnola. Il connubio di questi tre territori ha influenzato la tua musica e il tuo modo di vivere l’arte?

Mi sento cittadino europeo (ride ndr.). In realtà mia mamma è spagnola, ma è nata in Uruguay. Quindi la cosa si fa ancora più bizzarra. Ma amo tutto questo, tutta questa internazionalità nella nostra famiglia. Sicuramente mi porta a conoscere più culture contemporaneamente e cerco di portare un pezzetto di ogni cultura nella mia musica.

  • Nel 2011 ti sei ritrovato ad Amsterdam, come comparsa sul set del videoclip di “Benvenuto” di Laura Pausini. Mi racconti come è stata questa esperienza?

È un’esperienza che custodisco gelosamente. È stato bellissimo poter lavorare con un’artista come Laura Pausini. Era la prima volta in assoluto che giravo un videoclip. Il video è stato girato ad Amsterdam per 3 giorni interi. È stato davvero molto faticoso, infatti non credevo mai che per un videoclip di 3-4 minuti ci volessero 3 giorni per girarlo. Ma comunque posso davvero confermare che la nostra Laura è davvero una persona super gentile e disponibile, ma soprattutto molto professionale.

  • Il tuo primo singolo è stato “La Mia Canzone”. Quanto è cambiato Luca da quella canzone ad oggi?

Tutto e niente. Naturalmente mi sono evoluto artisticamente (per fortuna), ma sono comunque rimasto lo stesso ragazzo di 5 anni fa. Oggi magari più consapevole, anche nella scelta dei brani o dei miei collaboratori. Ciò che non è cambiato è cercare sempre di comunicare qualcosa di positivo alle persone che mi seguono.

  • Cosa ti auguri per il futuro?

Mi auguro di poter continuare a scrivere la mia musica, comunicare le mie emozioni attraverso i miei testi e magari perché no, qualche collaborazione importante.

Social:
http://www.lucacapizzi.com
http://www.facebook.com/lucacapizziofficial
http://www.instagram.com/lucacapizzireal
http://www.youtube.com/c/lucacapizzivevo

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato su tutti i nostri articoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.