L’incredibile storia di Lina Medina lascia a bocca aperta: incinta a soli 5 anni!

La storia di Lina Vanessa Medina Vàsquez è tutt’oggi un caso medico che ha dell’incredibile. Una bimba di appena 5 anni mise al mondo un bambino, Gerardo, il 14 febbraio 1939. Lo sconcerto generato da questo caso colpisce sia gli esperti di medicina che non solo. Tante sono le domande, alcune anche senza riposta: come è possibile? Chi è il padre?

Che cosa è successo

Nonostante fossero solo gli anni 30, i medici riportano nelle cronache che la bimba aveva avuto il suo primo ciclo mestruale a soli 8 mesi di vita. Alcuni documenti però parlano della comparsa delle prime mestruazioni a 2 anni e mezzo. Qualunque sia la verità, si tratta comunque di un evento che ha dell’eccezionale, in anticipo sulle altre donne di oltre una decina di anni. A 4 anni, Lina Medina entra nella pubertà.

L’anno successivo, i genitori notano un rigonfiamento addominale e, preoccupati, si recano in ospedale. Il responso medico fu destabilizzante: la piccola bimba era gravida. Infatti, nel suo addome stava crescendo un feto. Per confermare l’agghiacciante scoperta, si fecero ulteriori esami. Test alla mano, il dottor Gerardo Lozada, medico curante di Lina, non poté che confermare le sue ipotesi, lasciando i genitori sgomenti. La notizia fa velocemente il giro del mondo.

La bimba era già incinta di 7 mesi e quindi dopo un mese e mezzo fu sottoposta a un taglio cesareo e nacque un bambino. L’incredibile storia fu riportata sulla rivista medica La Presse Médicale. Il medico Edmundo Escomel racconta che Lina aveva già tutti gli organi sessuali completamente sviluppati a causa della pubertà precoce. Il bambino nato pesava 2.7 kg e fu chiamato come il medico della bimba, cioè Gerardo.

Data l’età della neo mamma, furono i genitori di Lina a crescere il nipote Gerardo, come se fossero fratello e sorella. Solo a 10 anni il povero Gerardo ha scoperto la verità sulla sua nascita. La sua vita è stata, purtroppo, molto difficile ed è morto a soli 40 anni, nel 1979, per colpa di una patologia molto grave a carico del midollo osseo.

Ancora tanti quesiti senza risposta

Al di là del caso medico in sé, restano ancora senza risposta un sacco di altre domande, tra cui come è stato concepito il bambino. Lina Medina non ha mai rivelato l’identità del padre e nemmeno le circostanze dell’atto, il quale ovviamente è un abuso e violenza su minore vista la giovane età della bimba. Nonostante ciò, il padre della bimba è stato arrestato con l’accusa di abusi sessuali su minore anche se poi è stato prosciolto da tutte le accuse dato che le prove a suo carico era inconsistenti.

La piccola Lina pare che poi abbia lavorato come segretaria del dottor Lozada, il quale ha sostenuto la sua formazione e anche quella del figlio, il quale ha frequentato il liceo. Nel 1972, Lina si è sposta e ha avuto un altro figlio. Oggi Lina, che ha superato gli 80 anni, ancora non parla della sua storia e non accetta interviste.

Resta il fatto che la sua condizione medica dovuta a uno squilibrio ormonale è comunque possibile, sebbene la gravidanza e il parto sia molto rari. Questo smentisce le persone convinte che tutta la storia sia soltanto una montatura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.