DSC_4293 copia

“Robin Hood, Il Musical”: il bene vince sempre!

Robin Hood

Il Musical

DI BEPPE DATI

COREOGRAFIA GILLIAN BRUCE

REGIA DI MAURO SIMONE

ARRANGIAMENTI di ERIC BUFFAT

UNA PRODUZIONE TUNNEL PRODUZIONI E MEDINA PRODUZIONI

Tunnel e Medina Produzioni riportano in scena, a partire da ottobre 2017, il musical che ha incantato grandi e piccini, ripercorrendo le gesta di uno degli eroi più amati di sempre: Robin Hood.

MANUEL FRATTINI torna a vestire i panni dell’impavido eroe che ruba ai ricchi per dare ai poveri, affiancato da FATIMA TROTTA, giovane attrice rivelazione, nota al grande pubblico come conduttrice di Made in Sud, che svelerà le sue doti di performer nel ruolo di Lady Marian. Continue reading ““Robin Hood, Il Musical”: il bene vince sempre!”

people-2566201_960_720

Lacrime: non sono più una questione di genere!

Se si prendono i testi classici come l’“Iliade” e l’“Odissea”, saltano all’occhio le vicende in cui gli uomini piangono, versano lacrime. Gli eroi greci come Ettore, Ulisse, Achille, Patroclo, Priamo e molti altri ancora, non si risparmiarono nel trattenere l’emozione di una guerra vinta o di una battaglia persa, non trattennero la loro disperazione vedendo i loro cari morire.

Ma se gli eroi omerici e virgiliani, studiati da sempre nelle scuole, non si nascondono al pianto liberatorio, perché i genitori hanno insegnato ai figli maschi che piangere non è da uomini? Frasi del tipo “non piangere che sembri una femminuccia” oppure “i maschi non piangono”, sono state per secoli al centro dell’educazione del bambino. Infatti, da sempre “il pianto”, soprattutto in pubblico, è stato stereotipato come una prerogativa esclusiva della donna, in quanto è stato visto come una debolezza momentanea, l’espressione di un sentimento che apparteneva solo al genere femminile. Mentre l’uomo, il genere forte, non doveva lasciar trapelare alcuna emozione.

Ma oggi è ancora così? Il pianto è ancora oggetto di vergogna e pregiudizi?

Continue reading “Lacrime: non sono più una questione di genere!”