Childfree

Childfree: le donne che scelgono di sterilizzarsi per non avere figli. Arrivato dall’America, ora il movimento si sta diffondendo in Italia. Non mancano le polemiche.

Dal movimento femminista degli anni 70′ molte cose sono cambiate per le donne, in Italia e nel mondo e, sebbene a persistere sia ancora quell’idea nient’affatto originale di ostacolare e discriminare i progressi della liberazione femminile (come non ricordare la recente campagna comunicativa del Ferility Day promossa dal Ministero della Salute) si è  giustamente riconosciuto che la donna non deve essere più soltanto moglie e madre e che anche lei ha diritto alla realizzazione personale ed all’affermazione sociale.

Che cosa significa essere Childfree? Il termine indica un modo piuttosto recente di vivere e pensare la femminilità: la decisione di non avere figli. Spesso chi non vuole avere figli è esposta in continuazione a congetture sui motivi: una donna che arrivata alla soglia dei trent’anni ama vivere ancora come Cyndi Luper in Girls Just Want To Have Fun, viene considerata da chi invece, i figli li ha, una forma di vita amorfa. Eppure le donne dovrebbero poter essere libere di rappresentare non solo e non più un ruolo biologico, si dovrebbe poter essere libere di dire senza ipocrisia che mettere al mondo dei figli è un impegno enorme e richiede sacrifici che non Continue reading “Childfree: le donne che scelgono di sterilizzarsi per non avere figli. Arrivato dall’America, ora il movimento si sta diffondendo in Italia. Non mancano le polemiche.”

ink-316909_960_720

“Poiesis” di David Taglieri (III° mini – raccolta)

La poesia apprezzata

Le dedicò attimi di intensa riflessione…

vergò su carta le note di una canzone…

I versi la rapirono e la notte si fece narrativa

Continue reading ““Poiesis” di David Taglieri (III° mini – raccolta)”

IMG_INCENDIES

INCENDIES allo Spazio Diamante: “davanti alla verità c’è solo il silenzio”

INCENDIES

di Wajdi Mouawad

con Giulia Fiume, David Marzi

Giacomo Bottoni, Eleonora Belcamino, Federico Le Pera

e Massimiliano Vado

musiche Roberto Procaccini
voce Anna Vinci

traduzione, adattamento e regia: Massimiliano Vado

INCENDIES è una rappresentazione intima sotto forma epica, una ricerca delle origini, passando per la formazione di un popolo e la ricerca dell’individualità, e non solo: è una specie evoluta di Edipo al femminile, un punto di contatto obbligato tra più generazioni, più luoghi e più linguaggi.

Una epopea necessaria.

La storia, volutamente evoluta, segue il destino di una donna, Nawal, intrappolata in un conflitto che non ha scelto e che, per ritrovare un figlio scomparso, arriva ai limiti dell’assurdo orrore degli strazi senza fine che scandiscono la storia del mondo. Continue reading “INCENDIES allo Spazio Diamante: “davanti alla verità c’è solo il silenzio””

hand-634620_960_720

L’amore può essere un cattivo esempio? La storia di Francesco come momento di riflessione

Cosa è giusto? Cosa è sbagliato? L’essere umano protende al bene o al male? Fra tutti i misteri che avvolgono lo studio sull’ essere umano, fra i più interessanti c’è senza dubbio lei: l’etica.

Fra le millenarie proposte filosofiche nel campo dell’etica, nessuna s’è rivelata valida in maniera sufficiente da porre fine ad ogni tipo di discussione.

Questo perché, se assumiamo come in parte plausibile la teoria di Hume, la nostra condotta è influenzata prevalentemente da Continue reading “L’amore può essere un cattivo esempio? La storia di Francesco come momento di riflessione”

madre-jennifer-lawrence-javier-bardem-nella-nuova-foto-ufficiale-del-film-v3-301779

Recensione del film “Madre!”. Non aprite agli sconosciuti: il classico avvertimento materno che Aronosfky non ha interiorizzato (pare)

Darren Aronosfky, regista del cigno nero, con il film Madre! ha toccato, a parer mio, dei vertici di follia e si è addentrato così tanto nell’ oscurità dell’animo umano da spaventare quasi.

Un uomo più maturo (Javier Bardem) e una donna giovane e bellissima (Jennifer Lawrence) si innamorano e vanno a vivere in una meravigliosa casa al centro di una rigogliosa pianura. Lui scrittore di successo, lei restauratrice, artista, arredatrice d’interni. I due sposi vivono una vita calma che scorre tranquilla fino a quando il fragile equilibrio familiare viene turbato da un fan dello scrittore Continue reading “Recensione del film “Madre!”. Non aprite agli sconosciuti: il classico avvertimento materno che Aronosfky non ha interiorizzato (pare)”

Infanticidio

SETTIMO TORINESE – Infanticidio, tra orrore e incredulità emergono nuovi retroscena. Autopsia conferma: lesioni causate da trauma perfettamente compatibile con caduta dal balcone.

Valentina Ventura, madre 34enne, confessa agli inquirenti di aver abbandonato il figlio appena dopo il parto. Il piccolo Giovanni, trovato per strada in arresto cardiaco, è deceduto circa un’ora dopo l’intervento del 118 presso l’ospedale Regina Margherita di Torino.

Ritrovato nudo, all’alba, rivolto sul fianco accanto a uno straccetto intriso del suo stesso sangue.

Sì, si chiamava Giovanni.

Continue reading “SETTIMO TORINESE – Infanticidio, tra orrore e incredulità emergono nuovi retroscena. Autopsia conferma: lesioni causate da trauma perfettamente compatibile con caduta dal balcone.”