Cover - La mia idea di arte

[COMUNICATO] GIUSEPPINA TORRE: la pianista e compositrice siciliana pluripremiata negli Stati Uniti firma le musiche del documentario “PAPA FRANCESCO – LA MIA IDEA DI ARTE”

LA PIANISTA E COMPOSITRICE SICILIANA

PLURIPREMIATA NEGLI STATI UNITI

GIUSEPPINA TORRE

 FIRMA LE MUSICHE DEL DOCUMENTARIO

 “PAPA FRANCESCO – LA MIA IDEA DI ARTE“

Dopo il suo esordio discografico con l’album di piano solo “Il Silenzio delle Stelle” (Sony Music) e dopo aver firmato le musiche dei documentari “L’ amore dopo la tempesta“, “Montecassino perché“, “Papaveri rossi“ e “Come manna dal cielo“ del giornalista e storico Roberto Olla (andati in onda su Rai 1), la pianista e compositrice Giuseppina Torre ha realizzato la colonna sonora del documentario sul primo libro scritto da un Pontefice sull’Arte, “Papa Francesco – La Mia Idea di Arte“, a cura della giornalista e Continue reading “[COMUNICATO] GIUSEPPINA TORRE: la pianista e compositrice siciliana pluripremiata negli Stati Uniti firma le musiche del documentario “PAPA FRANCESCO – LA MIA IDEA DI ARTE””

800px-Cape_Town_Save_Rohingya_2017_protest

Il 2 dicembre: giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù. La tragedia dei Rohingya e i migranti.

Il 2 dicembre si è celebrata la giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù. Essa è stata istituita per commemorare il 2 dicembre 1949, data di approvazione della Convenzione ONU per la soppressione del traffico di persone e dello sfruttamento della prostituzione altrui. Convenzione entrata in vigore il 21 marzo 1950 e recepita dall’Italia 16 anni dopo, nel 1966.

A ricordare l’importanza di questa giornata, la visita pastorale di Papa Francesco in Myanmar, dove si sta consumando la tragedia del popolo Rohingya e, in Bangladesh, paese verso cui continuano a riversarsi migliaia di profughi in fuga da Rakhine. Durante l’intero viaggio, il Pontefice non ha mai menzionato i Rohingya, incontrando sia il generale dell’esercito birmano, quest’ultimo accusato di perpetrare atroci violenze contro la minoranza musulmana e, la consigliera di Stato, il Premio Nobel per la Pace San Suu Kyi che, sino ad oggi, non ha mai condannato quanto sta accadendo al popolo Rohingya. La visita pastorale di Papa Bergoglio in una delle zone attualmente più calde del continente asiatico avrebbe avuto come obiettivo di promuovere la convivenza pacifica tra le differenti etnie religiose. In Myanmar, a maggioranza buddista, è presente una esigua comunità cristiana ed è in atto una Continue reading “Il 2 dicembre: giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù. La tragedia dei Rohingya e i migranti.”

the-vatican-city-2127295_960_720

Il Vaticano continua a tremare

Non si arrestano gli scandali all’interno della Santa Sede.

ROMA – Il 15 settembre, pochi giorni fa, la sala stampa vaticana ha reso pubblicamente noto che, il 21 agosto scorso, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America ha notificato alla Segreteria di Stato la probabile detenzione di materiale pedopornografico da parte di un membro del corpo diplomatico della Santa Sede residente a Washington.

Venuto a conoscenza di ciò, il Vaticano ha richiamato in loco il sacerdote e ha deciso di aprire un’indagine a suo carico, subito dopo aver trasmesso le dovute informazioni al Promotore di Giustizia del Tribunale vaticano.

Ad aggravare la situazione vi è il fatto che, quasi sicuramente, si tratta di immagini a sfondo sessuale riguardanti bambini.

Continue reading “Il Vaticano continua a tremare”

Cerimonia_di_insediamento_del_Governo_Gentiloni_2016

Il naufragio del disegno di legge sullo Ius soli in Senato. Il Governo non ha i numeri in parlamento per approvare il ddl, non più calendarizzato

IUS SOLI. Alla fine dei giochi, conclusesi le vacanze estive – durante le quali il Parlamento ha chiuso i battenti per 39 giorni – la legge sullo Ius soli non vedrà la luce. Mesi di dibattito politico sullo Ius soli fuori dalle aule parlamentari e il rinvio di Gentiloni non hanno impedito che accadesse l’inevitabile. Il Governo, costretto a sondare le acque prima di approdare in Senato e porre la questione di fiducia, ha deciso di cancellare dal calendario delle attività parlamentari la discussione del disegno di legge sullo Ius soli. L’esecutivo non ha i numeri necessari in Senato e la fiducia non sarebbe stata garantita da una parte degli esponenti della stessa maggioranza di Governo. Non smentisce Alternativa Popolare, confermando quanto il premier Gentiloni già temeva questa estate. Timore che ha spinto il Presidente del Consiglio a rimandare la discussione del disegno di legge proprio a settembre. Un rinvio inutile che ha Continue reading “Il naufragio del disegno di legge sullo Ius soli in Senato. Il Governo non ha i numeri in parlamento per approvare il ddl, non più calendarizzato”

work-in-progress-775163_960_720

Alla ricerca del sindacato perduto

Come ha di recente ricordato Papa Francesco, la parola sindacato racchiude in sé un significato estremamente elevato, il cui etimo è “syn” insieme e “dike” giustizia. Fare giustizia insieme.

Rimanda con efficacia allo scopo per cui nacquero le prime formazioni sindacali, ovvero come mezzo attraverso il quale i lavoratori, stremati ed oppressi dalle prime fabbriche ottocentesche, cercavano di opporsi alle condizioni da cui erano afflitti.

Continue reading “Alla ricerca del sindacato perduto”

ellency3

Piovono cadaveri dal cielo su Eldorado, regno di El Chapo. E non è un horror

Eldorado, stato messicano di Sinaloa,  incontrastato impero del cartello narcos degli eredi di El Chapo, si è svegliato sotto l’incantesimo di un ennesimo orrore.

Nonostante l’arresto di El Chapo Guzman, risalente al gennaio di un anno fa, le condizioni di vita e di sicurezza della gente che risiede nella zona di uno dei cartelli predominanti, Sinaloa del Messico, non accennano in nessun modo a migliorare.

Continue reading “Piovono cadaveri dal cielo su Eldorado, regno di El Chapo. E non è un horror”