alce-nero-nativi-americani1-kgoi-u434101101295350ozg-1224x916corriere-web-sezioni_MASTER-593x443

Alce Nero, nativo americano, è prossimo alla beatificazione?

Un nativo americano potrebbe divenire santo: questa la notizia di pochi giorni fa.

Alce Nero, infatti, ha ottenuto parere favorevole per l’apertura della sua causa di beatificazione. Egli potrebbe essere il primo “pellerossa” dopo Kateri (Caterina) Tekakwitha a divenire santo e uno dei pochi provenienti dal nord America.

Ora toccherà al vescovo di Rapid City, Robert Dwayne Gruss, nello stato del Sud Dakota, aprire il processo di beatificazione a livello diocesano: questo avverrà attraverso l’istituzione di un tribunale che avrà il compito di vagliare la sua intera vita. Successivamente se il primo vaglio avrà esito positivo, l’intera documentazione verrà trasferita alla Congregazione delle cause dei santi a Roma, dove avverrà un secondo vaglio.

LA VITA DI ALCE NERO.

Continue reading “Alce Nero, nativo americano, è prossimo alla beatificazione?”

wagon-781649_960_720

Irish Travellers: i nomadi d’Irlanda

Nel marzo del 2017 il governo della Repubblica d’Irlanda ha riconosciuto a una comunità 100% irlandese, ed esistente sull’isola dalla notte dei tempi, lo status di minoranza etnica. Lo scopo? Quello di dare un contributo alla sua accettazione e integrazione nella società.

Curioso no? Per integrare una comunità che per genetica, religione e lingua di fatto dovrebbe essere considerata proto-irlandese è necessario sancirne ufficialmente la diversità? Ebbene questa è la storia degli Irish Travellers, i nomadi d’Irlanda in via di sedentarizzazione e in lotta per l’integrazione e la conservazione della propria cultura.

CHI SONO I TRAVELLERS?

Ad ottobre di quest’anno l’Irish Times pubblicava un’inchiesta sul razzismo e la discriminazione in Irlanda, un paese che, lo ricordo, non ha partiti xenofobi o razzisti e ha un passato recente di emigrazione che forgia sia la memoria storica, che l’identità nazionale moderna. Dall’articolo del quotidiano emergeva che la comunità più discriminata in assoluto in Irlanda è senza dubbio quella dei Travellers.

I … chi? Continue reading “Irish Travellers: i nomadi d’Irlanda”

1223221696_0f6464a7e0_z

I cani sono meglio delle persone? Per alcuni, forse, si!

Ormai è risaputo che il cane sia il migliore amico dell’uomo. Ma siamo sicuri che l’uomo sia il migliore amico che il cane vorrebbe?

Disumanità.

Questa è l’unica parola che, ad analizzare certe circostanze, mi viene in mente.

In un paese di fede – o quanto meno di cultura – cattolica, ci si dovrebbe a volte ricordare di uno dei dieci comandamenti impressi sulle tavole che Mosè lesse sul Sinai: << ama il prossimo tuo>>.

Continue reading “I cani sono meglio delle persone? Per alcuni, forse, si!”

the-vatican-city-2127295_960_720

Il Vaticano continua a tremare

Non si arrestano gli scandali all’interno della Santa Sede.

ROMA – Il 15 settembre, pochi giorni fa, la sala stampa vaticana ha reso pubblicamente noto che, il 21 agosto scorso, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America ha notificato alla Segreteria di Stato la probabile detenzione di materiale pedopornografico da parte di un membro del corpo diplomatico della Santa Sede residente a Washington.

Venuto a conoscenza di ciò, il Vaticano ha richiamato in loco il sacerdote e ha deciso di aprire un’indagine a suo carico, subito dopo aver trasmesso le dovute informazioni al Promotore di Giustizia del Tribunale vaticano.

Ad aggravare la situazione vi è il fatto che, quasi sicuramente, si tratta di immagini a sfondo sessuale riguardanti bambini.

Continue reading “Il Vaticano continua a tremare”

6933059295_f37966802c_o

L’ombra della pedofilia sul cardinale George Pell e la posizione scomoda di Papa Francesco

Si tratta dell’ennesima raccapricciante storia di pedofilia da parte di un membro della Chiesa; storia, questa volta, in cui protagonista e carnefice sarebbe il cardinale George Pell, figura di spicco dell’impenetrabile mondo ecclesiastico in Vaticano.

Le accuse nei suoi confronti di abusi sessuali perpetrati su minori risalirebbero agli anni ‘70, più precisamente tra il 1976 e il 1980 presso Ballarat, città nativa di Pell, dove allora esercitava il sacerdozio, e poi ancora a Melbourne tra il 1996 e il 2001 mentre era Continue reading “L’ombra della pedofilia sul cardinale George Pell e la posizione scomoda di Papa Francesco”